Atalanta, caccia aperta ai record

In questa stagione La Dea ha già eguagliato diversi primati, ma il sogno è il record del miglior piazzamento in Serie A, il quinto posto raggiunto nel 1948.

Atalanta, caccia aperta ai record
Atalanta, caccia aperta ai record, www.picenotime.it

La stagione dell’Atalanta è già ampiamente sopra le aspettative, ma si sa, l’appetito vien mangiando, e così i giocatori ed i tifosi nerazzurri pensano ad alzare l’asticella. I 45 punti attuali che valgono il quarto posto - a pari merito con l’Inter – sono stati totalizzati grazie anche a tre record eguagliati: quello delle vittorie consecutive – sei, dalla 9a alla 14a giornata, come nella stagione 2013-14 –, quello dei successi esterni, sei, come nel 1961-62, nel 2000-01 e nel 01-02, con ancora sei trasferte da disputare in questo campionato – e quello del maggior numero di punti conquistati nel girone d’andata.

Nel mirino ci sono ora altre due statistiche da migliorare o da eguagliare, come quella delle vittorie totali in una stagione di Serie A, diciassette, cifra che risale al campionato 1949-50 – attualmente i successi sono 14 – e quella relativa al maggior numero di punti realizzati (nell’era dei tre punti a vittoria), cinquanta nelle stagioni 2006-07 e 2013-14 e cinquantadue effettivi nel campionato 2011-12, in cui però l’Atalanta subì una penalizzazione di 6 punti, che la fece chiudere a 46 punti ufficiali.

A questo punto il sogno è quello di raggiungere il miglior piazzamento nella storia del club in Serie A: nella stagione 1947-48 i nerazzurri chiusero al quinto posto con 44 punti – con i tre punti a vittoria sarebbero stati 60. La quinta piazza equivarrebbe ad una qualificazione alla prossima Europa League e se così fosse, lo stadio Atleti Azzurri d’Italia, dichiarato inagibile per le competizioni europee, non potrebbe ospitare le gare casalinghe della Dea. Ecco perchè il direttore operativo Roberto Spagnolo ha già annunciato quale sarebbe l’impianto che fungerebbe da casa: “Sappiamo da anni che il nostro stadio non è adatto, nell’eventualità abbiamo individuato come alternativa il Mapei Stadium di Reggio Emilia”.

Intanto due notizie per ciò che riguarda le sponsorizzazioni sulle maglie: la partnership con lo sponsor tecnico Nike si concluderà al termine di questa stagione dopo tre campionati. In sostituzione l’Atalanta ha siglato un accordo con Joma, marchio spagnolo già fornitore di Empoli, Sampdoria e Palermo, in Serie A, che verrà ufficializzato prossimamente. È già ufficiale invece l’addio – causa mancati pagamenti - al logo del main sponsor SuisseGas, che dalla partita contro il Crotone non comparirà più sulle maglie nerazzurre: al suo posto spazio a TWS Xenturion, azienda milanese produttrice di materiali sintetici.


Share on Facebook