Atalanta, Gasperini suona la carica: "Andiamo a Milano per dare il massimo"

Le parole del tecnico dell'Atalanta alla vigilia del match contro l'Inter: "Noi dobbiamo essere orgogliosi di andare a giocare questa gara in questa situazione di classifica".

Atalanta, Gasperini suona la carica: "Andiamo a Milano per dare il massimo"
Gasperini, twitter.com

Inter - Atalanta è sicuramente uno dei match più interessanti di questa giornata di Serie A. Due squadre in forma, a caccia dell'obiettivo Champions League.  

Gianpiero Gasperini presenta la super sfida di San Siro con l'Inter. L'Atalanta vuole continuare la rincorsa all'Europa: "Andremo a Milano per fare il massimo, dobbiamo affrontare questi ultimi due mesi e mezzo con grande umiltà, ma non con appagamento. Vogliamo raggiungere questo obiettivo, non è vero che non abbiamo nulla da perdere. Servirà voglia e determinazione, come quanto ti devi salvare. La concorrenza è forte, ma dobbiamo crederci fortemente e giocare sempre al massimo delle nostre potenzialità per arrivare fino infondo". 

Consapevole del valore dell'Inter, squadra che ha allenato in passato: "L’Inter ha dei giocatori importanti, che da qualche tempo hanno trovato una quadratura migliore e stanno portando a casa punti molto preziosi. Per loro è decisiva in chiave Champions, devono fare il massimo sperando che Napoli e Roma perdano dei punti. E’ speciale per me e per l’Atalanta giocare a San Siro una partita così importanti. Sarà difficile, ma ci proveremo, vogliamo rendere questa stagione fantastica ancora migliore. L’Inter ha dei giocatori importanti, che da qualche tempo hanno trovato una quadratura migliore e stanno portando a casa punti molto preziosi". 

La squadra bergamsca è la rivelazione del campionato. Un'Atalanta in corsa per la Champions League, ma Gasperini vola basso: "Non possiamo guardare né troppo avanti, né troppo indietro: conta solo la gara di domani. L'obiettivo principale lo abbiamo raggiunto da tempo, cioè la salvezza. Ora vogliamo raggiungere l'Europa. Ci sono tante squadre nel giro di pochi punti, quindi sarà una lotta fino alla fine. Le squadre a questi livelli si conoscono bene, sappiamo cosa stanno facendo in questo periodo. Sarà una partita molto importante, ma decisiva per noi solo se riuscissimo a vincere". 

Sulla formazione che scenderà in campo domani, il tecnico dell'Atalanta non si sbilancia più di tanto: "Rientra Kessié. E’ un giocatore importante, sono contento che rientri e che possa essere in campo. E’ sicuramente un punto di forza per noi. A Napoli, prima dell’espulsione, stava facendo una partita straordinaria dobbiamo solo verificare Kurtic che è l'unica situazione incerta". 

[fonte: gianlucadimarzio.com]

Atalanta Bergamasca Calcio