Serie A: una pazza Atalanta fa e disfa a suo piacimento, Bologna battuto grazie a Caldara (3-2)

Subito avanti grazie alle reti di Conti e Freuler, i padroni di casa si fanno rimontare dal Bologna, in goal con Destro e Di Francesco. Ad un quarto d'ora dalla fine, il prezioso vantaggio di Caldara, alla settima marcatura stagionale. Nerazzurri sempre più vicini all'Europa League.

Serie A: una pazza Atalanta fa e disfa a suo piacimento, Bologna battuto grazie a Caldara (3-2)
Esultanza dei giocatori dell'Atalanta | Source photo: calciomercato.com
ATALANTA
3 2
BOLOGNA
ATALANTA: Berisha; Toloi (D'Alessandro, min. 63), Caldara, Masiello; Conti, Kessié (Cristante, min. 23), Freuler, Spinazzola, Kurtic, Petagna (Grassi, min. 72), Gomez.
BOLOGNA: Da Costa; Mbaye (Krafth, min. 73), Maietta, Gastaldello, Masina; Taider, Viviani (Petkovic, min. 83), Dzemaili; Di Francesco, Destro, Krejci (Okwonkwo, min. 78).
SCORE: 1-0, min. 4, Conti. 2-0, min. 15, Freuler. 2-1, min. 16, Destro. 2-2, min. 61, Di Francesco. 3-2, min. 75, Caldara.
ARBITRO: Russo (ITA). Ammoniti: Caldara (min. 44), Dzemaili (min. 44), Gastaldello (min. 51), Mbaye (min. 57). Masiello (min. 78)
NOTE: Stadio Atleti Azzurri d'Italia, gara valida per la Serie A 2016/17.

Pazzo anticipo di Serie A, con l'Atalanta che vince per 3-2 dopo aver seriamente rischiato di perdere. Avanti grazie a due goal in quindici minuti, messi a segno da Conti e Freuler, gli orobici si prendono qualche pausa di troppo, subendo l'immediato 2-1 di Destro. Nella ripresa, sotto i colpi rossoblu, i ragazzi di Gasperini assistono impotenti al pari di Di Francesco, riportando la sfida sui binari giusti grazie alla settima rete stagionale di Caldara. Successo prezioso, dunque, per i bergamaschi, che vedono sempre più vicina l'Europa League

Padroni di casa che scendono in campo con il solito 3-4-1-2: davanti a Berisha, consueta retroguardia a tre formata da Masiello, Caldara e Toloi. In attacco sia Gomez che Petagna, assistiti da Kurtic. Nel centrocampo, fulcro del gioco di Gasperini, altro gettone di presenza per Kessié e Freuler, affiancati dai titolarissimi Conti e Spinazzola. Consueta disposizione tattica anche per gli ospiti, che scelgono Di Francesco e Krejci ai lati di Mattia Destro. Con Da Costa in porta, difesa a quattro composta da Mbaye, Maietta, Gastaldello e Masina. Piccoli stravolgimenti a centrocampo, con Viviani affiancato da Taider e Dzemaili.

Gara subito in discesa, per l'Atalanta, che già al 4' può esultare grazie a Conti, scattato in posizione dubbia ma bravo a toccare in rete un filtrante precisissimo del Papu Gomez, all'ennesimo assist stagionale. E' una bellissima Atalanta, quella messa in campo dal Gasp, una formazione che gioca a memoria proponendo un ottimo calcio. Al minuto numero dieci pericoloso assist basso di Conti, su cui per questione di centimetri non si avventa Spinazzola. Al quarto d'ora di gioco altro squillo nerazzurro, concretizzatosi grazie al solito spunto di Gomez, che da il "la" ad un'azione conclusa da un Freuler bravissimo a toccare in rete un assist di Petagna. Poco male, comunque, per il Bologna, che mantenendo la sfida su ritmi altissimi riesce ad accorciare subito un minuto dopo, trascinata da un Destro lucido nel toccare in rete il tiro-cross basso di Di Francesco.

Dopo l'inizio scoppiettante, la gara inevitabilmente si siede, con le due formazioni pronte a tirare il fiato e a giocare in maniera meno intensa. L'Atalanta, comunque, tiene nelle proprie mani le redini del match, giungendo spesso dalle parti di Da Costa grazie ad un gioco schematico e verticale. Al 26', break improvviso di Spinazzola, che dalla sinistra serve un accorrente Kurtic poco preciso, però, al momento di concludere. Il Bologna, dal canto suo, si affida molto a Di Francesco, che spesso cerca di servire un Destro spesso lasciato troppo solo e, dunque, facile preda per l'ordinato terzetto difensivo orobico. Sul finire di tempo, al minuto numero quarantadue, occasionissima Caldara, che servito da Gomez spedisce a lato da pochi passi, vanificando il prezioso assist del Papu da calcio piazzato. Prima del duplice fischio di Russo, proteste dell'Atalanta, che vorrebbe un tocco di mano fuori area di Da Costa. Il direttore di gara, però, sorvola mandando tutti negli spogliatoi. 

Il secondo tempo inizia in maniera meno scoppiettante rispetto al primo, con il Bologna bravo a contenere le proiezioni offensive dell'Atalanta. Ai punti, con il passare dei minuti, a vincere sarebbero proprio i ragazzi di Donadoni, che lentamente prendono le misure ai rispettivi avversari, spianandosi la strada verso il goal, che giunge al minuto numero sesssantuno, poco dopo l'ora di gioco. Autore della preziosa rete, il figlio d'arte Di Francesco, bravo a liberarsi con il mancino e a battere l'incolpevole Berisha. Molto importante, nell'occasione, la manovra de Bologna, che in tre tocchi riesce a colpire i rispettivi avversari e a raddrizzare la sfida. 

La rete subita, comunque, non abbatte i padroni di casa, che dopo le sostituzioni di Gasperini cambiano modulo e si scuotono, equilibrandosi tatticamente. Al 74' tornano pericolosi gli scalmanati orobici, con Gastaldello bravissimo ad anticipare Freuler, pescato in area da Gomez. Sugli sviluppi del corner successivo, va in rete Caldara, che approfittando della spizzata di Cristante mette a segno la settima marcatura stagionale, togliendo non poche castagne dal fuoco al proprio mister. Dopo una fase abbastanza tranquilla ma comunque molto aggressiva sul piano fisico, ci prova ancora Di Francesco, che al minuto numero ottantotto costringe Berisha ad una parata impegnativa. Due minuti dopo altra grandissima chance per il Bologna, quando è Destro a ricevere in area, a stoppare e a concludere, trovando la decisa risposta di Berisha ed il definitivo allontanamento della palla di Spinazzola. Succede poco altro, fino al 95', con gli orobici che conquistano un prezioso successo. Migliore in campo per i padroni di casa, Gomez. Per gli ospiti in evidenza Di Francesco. 


Share on Facebook