Atalanta, sogno ad occhi aperti: ecco l'Europa League. Arriva l'Everton

I nerazzurri al Mapei Stadium ospitano gli inglesi per l'esordio nel gruppo E. Freuler e Kurtic di nuovo dal 1', Hateboer e Castagne sulle corsie.

Atalanta, sogno ad occhi aperti: ecco l'Europa League. Arriva l'Everton
Fotomontaggio Vavel | Giorgio Dusi

Il sogno è pronto a diventare ufficialmente realtà. Dopo 26 anni l'Atalanta ritorna in una competizione continentale di prestigio, l'Europa League: conquistata con la corsa dell'anno passato, ora è il momento di giocarsela, con tutte le armi a propria disposizione. Si comincia questa sera, alle ore 19.00, al Mapei Stadium, che ospiterà le gare casalinghe causa non regolarità rispetto alle direttive Uefa dell'Atleti Azzurri d'Italia.

Si comincia in grande stile, perché è ospite dei nerazzurri l'Everton, squadra ostica, da annoverare nella cerchia delle favorite ad una vittoria finale. Gli inglesi hanno cambiato tanto in estate, ma sono ambiziosi e sono anche consci che vincere un trofeo scriverebbe il loro nome nella storia, visto che l'unico in bacheca a livello continentale è la Coppa delle Coppe del 1985. Nessuno, invece, per i nerazzurri: l'obiettivo è vivere il viaggio, almeno fin quando durerà.

Qui Atalanta

Dopo il leggero turnover effettuato domenica contro il Sassuolo, gara comunque vinta per 2-1 dai nerazzurri, Gasperini ripristina il proprio undici tipo, con una sola assenza: Leonardo Spinazzola non dovrebbe essere in campo dal primo minuto. Sulla sinistra dovrebbe agire Hateboer, con Castagne confermato sulla destra e Gosens indisponibile. Al centro del campo pronto a rientrare dal primo minuto anche Freuler al fianco di Cristante dopo il turno di riposo in campionato, scivola in panchina De Roon. Due cambi anche in attacco, dove Kurtic e Petagna si riprenderanno le maglie da titolari, soffiandole a Cornelius e Ilicic, quest'ultimo out non per scelta tecnica ma per problemi fisici. Punto fermo resta il Papu Gomez, così come la difesa: Masiello, Caldara e Toloi davanti a Etrit Berisha.

L'arma in più, secondo Gasperini, potrebbe andare però oltre la tecnica: "Abbiamo entusiasmo, dietro di noi, e una competizione su cui puntiamo molto. Non mettiamo obiettivi ma c'è la curiosità di misurarci con squadre europee anche di un certo livello. Abbiamo tanta fiducia, affrontiamo però con gran rispetto questa competizione", ha affermato ieri il tecnico in conferenza stampa.

Qui Everton

Koeman potrebbe effettuare un turnover piuttosto ampio, rinunciando addirittura alla difesa a tre, strategia sulla carta rischiosa, ma non se dovesse optare per un undici più malleabile. Tra i pali spazio a Pickford, davanti a lui il trio potrebbe comporsi di Holgate, Keane e Jagielka, con il primo in grado di slittare sulla destra e far scendere Baines a sinistra. L'inglese, in caso di difesa a tre, sarebbe l'esterno alto a tutta fascia, con Calvert-Lewin dalla parte opposta. Davies dovrebbe trovare posto in mezzo al campo affiancato da uno tra Schneiderlin e Gueye, mentre Sigurdsson e Lookman potrebbero agire alle spalle di Rooney. Sandro e Klaassen insidiano questi ultimi, ma partono un po' più dietro.

Calcio d'inizio alle ore 19.00 al Mapei Stadium di Reggio Emilia, gara diretta dal russo Vladislav Bezborodov. Sarà il primo incontro tra le due compagini in ambito Uefa.