Il Bologna espugna il Partenio: 0-1

Sansone decide la sfida d'andata della semifinale play-off. Per gli Irpini la strada si fa in salita. Martedì il ritorno al Dall'Ara

Il Bologna espugna il Partenio: 0-1
Il Bologna espugna il Partenio: 0-1
Avellino
0 1
Bologna
Avellino: Frattali, Almici, Visconti (72' Bittante), Pisacane, Ely, Zito, Regoli (54' Schiavon), Kone, Sbaffo, Comi, Mokulu (77' Trotta)
Bologna: Da Costa, Oikonomu, Maietta (93' Ferrari), Masina, Casarini, Laribi, Mbaye, Matuzalem, Buchel, Mancosu (63' Acquafresca), Sansone (77' Krsticic“
SCORE: 0-1, min.23 Sansone (B)
ARBITRO: Pasqua di Tivoli. Ammoniti: Pisacane, Almici, Maietta

Il Bologna di Delio Rossi espugna il Partenio con una rete di Sansone nel primo tempo ed inizia nel migliore dei modi il doppio confronto con l'Avellino nei playoff per approdare in Serie A.

Il match parte a ritmi blandissimi, con il Bologna che prova a gestire il pallone, senza pero' trovare sbocchi per le conclusioni a rete, e l'Avellino che non concede nulla, pronto a rubare palla agli emiliani e a ripartire, anche se ai corazzieri Comi e Mokulu non arrivano mai palloni giocabili nei primi venti minuti. Al primo lampo, il Bologna passa in vantaggio con Sansone, che sul filo del fuorigioco viene perfettamente imbeccato da Laribi, per poi presentarsi a tu per tu con Frattali in uscita e batterlo con un perfetto diagonale. Nonostante tanta corsa l'Avellino fatica ad intraprendere una seria reazione dopo il gol subito, tanto che le uniche occasioni che si inventano gli irpini sono un diagonale da fuori di Almici, che viene deviato in calcio d'angolo e un colpo di testa di Comi fuori bersaglio.

La ripresa si apre con il Bologna che sorprende un Avellino ancora troppo timido con Laribi, il quale su cross di Matuzalem riceve una sponda di Bachel, controlla col petto e calcia, ma trova una buona risposta in presa di Frattali. L'Avellino risponde con una tambureggiante azione che si conclude con una conclusione di sinistro di Zito, che Da Costa controlla sul suo palo. Nell'ultimo quarto d'ora affiora la stanchezza, soprattutto per l'Avellino dopo la fatica del primo turno dei playoff contro lo Spezia, e le due formazioni cercano di gestire le energie. Le uniche emozioni avvengono su calci piazzati, con Comi tra gli irpini che di testa colpisce a alto a cinque minuti dalla fine. Lo stesso attaccante campano ci prova ancora all'ultimo minuto su cross di Bittante, ma non arriva all'appuntamento. Il match finisce con le due squadre prive di energie, che decidono di puntare tutto sul  ritorno di martedì.
 


Share on Facebook