Live Hellas Verona - Bologna in Serie A 2015/16 (0-2): sblocca Giaccherini, raddoppia Donsah

Live Hellas Verona - Bologna in Serie A 2015/16 (0-2): sblocca Giaccherini, raddoppia Donsah
Hellas Verona
0 2
Bologna
Hellas Verona: (4-3-3): Rafael, Pisano (59' Siligardi), Moras, Helander, Souprayen (79' Matuzalem); Sala, Greco, Hallfredsson; Jankovic (67' Ionita), Pazzini, Gomez. All.: Mandorlini
Bologna: (4-3-2-1): Mirante; Rossettini, Gastaldello, Maietta, Masina; Donsah (76' Taider), Diawara, Brienza (61' Brighi); Rizzo, Destro, Giaccherini (71' Mounier). All.: Donadoni.
SCORE: 0-1, min 6, Giaccherini; 0-2, min 14, Donsah
ARBITRO: D. Orsato. Ammoniti: 70' Donsah, 88' Pazzini
NOTE: Dallo stadio Bentegodi di Verona, la diretta del primo anticipo della 12^ giornata. Hellas Verona - Bologna, inizio ore 18.

20.01 - Per quest'appuntamento è comuque tutto, la serata di calcio continua con il live di Milan-Atalanta! Grazie per l'attanzione e buon proseguimento.

19.59 - Resta fermo a fondo classifica il Verona: nessuna vittoria, 6 pareggi e 6 sconfitte. E i fischi a fine partita dicono molto. La faccia di Moras era tutta un programma.

19.55 - Non c'è storia a Verona. Il Bologna nel primo tempo archivia la pratica e per il resto della gara pensa a gestire, prima di sfiorare almeno due volte il gol nelle ultime battute di gara. Si conferma vincente la cura Donadoni: 2 partite, 6 punti. Rendimento impeccabile e squadra che riesce a stare in controllo della partita senza soffrire.

19.52 - FINISCE QUI, FINISCE 2-0 PER IL BOLOGNA A VERONA!!!!!

90+2' - Sala in difficoltà, medicato fuori dal campo in questa fase. 

QUATTRO DI RECUPERO!!!

90' - BRIGHI SI MANGIA UN GOL CLAMOROSO, CLAMOROSO!!! MOUNIER SULLA SINISTRA SCATENA IL PANICO, CROSS BASSO MESSO FUORI DA HELANDER, SULLA RESPINTA BRIGHI ARRIVA IN CORSA E NON SI SA COME DI POTENZA LA SPARA ALTA!!! ASSURDO...

88' - Sbraccia Pazzini su Maietta, si prende il giallo.

87' - TRAVERSA!!!!! TRAVERSA DEL BOLOGNA!!!! TAIDER DA POSIZIONE DEFILATA CALCIA SUL PRIMO PALO, RAFAEL LA DEVIA E LA PALLA SI IMPENNA FINENDO SULLA TRAVERSA, ADDOSSO A GRECO E POI SUL PALO!!! POI NESSUNO RIESCE A RIBADIRE IN RETE!!

86' - TAIDER!!! Destro immediato da fuori, non troppo lontano dall'incrocio. C'era stata anche una deviazione.

85' - Importante intervento di Hallfredsson su Taider dentro l'area! Poteva crossare per Destro... Islandese bravissimo. Uno dei pochi a salvarsi nel Verona di oggi.

84' - Cross morbido da destra, direttamente tra le braccia di Mirante che accoglie la palla senza alcun problema.

81' - Rossettini e Masina a terra nell'area del Verona dopo un corner! Crampi per entrambi i terzini.

78' - Corner pericolosissimo per il Verona!! La palla rimbalza anche in mezzo all'area, senza che nessuno ci arrivi!!! Poi Rizzo riparte, Siligardi deve metterlo giù per evitare un quattro-contro-uno. Matuzalem rileva Souprayen, ultimo cambio nel Verona.

76' - Buona iniziativa di Sala sulla destra, cross basso messo in corner da Gastaldello. Terzo e ultimo cambio per Donadoni, non ce la fa più Donsah che lascia il campo a Taider.

75' - Anche Hallfredsson prova la botta da fuori, la palla sfila larga con Mirante che controlla con lo sguardo.

73' - DONSAH!!! Sassata da fuori, potente ma centrale. In due tempi para Rafael. In precedenza Masina aveva crossato leggermente alto per Destro.

71' - Entra Mounier, esce Giaccherini nel Bologna: avvicendamento praticamente già scritto.

70' - Arriva anche il primo giallo del match, è per Donsah. E gli va bene, perchè era una tacchettata addosso a Souprayen e il rosso non sarebbe stato eccessivo.

70' - Ottima uscita palla al piede di Rizzo che si prende un buon fallo a centrocampo e allenta la pressione avversaria.

68' - Buon forcing offensivo del Verona ora, che ha preso coraggio: diversi corner in fila e anche più organizzazione. Ma manca il gol.

67' - Dentro Ionita e fuori Jankovic, 4-3-3 più equilibrato ora.

64' - Altro bel numero di Destro in progressione, cross verso Rizzo impreciso.

63' - Buono scatto di Destro in posizione regolare, sbaglia però il cross per l'accorrente Giaccherini. Personalità Bologna.

61' - Ed eccolo qua il cambio: fuori un veterano offensivo, dentro un veterano difensivo. Brighi per Brienza.

59' - Arrivano anche i primi cambi: Siligardi rileva Pisano, Sala scala da terzino e a questo punto potrebbe essere lo stesso ex Livorno a giocare da interno a centrocampo. E tra poco Brighi per Brienza.

59' - OCCASIONISSIMA PER IL VERONA!!!! PALLA FAVOLOSA, TESA IN AREA DI HALLFREDSSON, JANKOVIC NON ARRIVA!!!

57' - Bologna ancora in gestione, non rischia ovviamente la squadra di Donadoni. 

54' - Juanito Gomez incorna su punizione di Hallfredsson sul priom palo, arriva a colpire ma non a indirizzare. Palla alta.

52' - Prova Donsah con una buona progressione a mettere Destro in condizione di concludere, ma l'attaccante è in offside.

50' - Buono spunto del Verona, passaggi di prima che portano Pazzini a tentare una specie di rovesciata, ma la punta non trova la palla.

49' - Anche il Bologna ci prova, punizione dalla trequarti facile preda di Mirante che resta fermo e para.

47' - Ci prova anche da corner il Verona, risultato rivedibile: fallo in attacco e punizione per Mirante.

19.04 - E si ricomincia anche a giocare!!!

19.02 - Si rivedono in campo le squadre, senza cambi!!

Primo tempo dominato dalla squadra più ordinata e tranquilla mentalmente. Il Verona è più frenetico in fase di possesso e lo si nota: tanti gli errori in fase di impostazione e moltissime disattenzioni difensive. Due delle quali concedono spazio a Masina, devastante sulla sinistra, per offrire a Giaccherini e Donsah i palloni del vantaggio e del raddoppio. Felsinei in controllo, scaligeri in crisi. 

FISCHIA ORSATO! FINISCE QUA IL PRIMO TEMPO AL BENTEGODI: GIACCHERINI E DONSAH DECIDONO IL MATCH! 2-0 PER IL BOLOGNA! 

46' Cross di Brienza che intendeva servire Destro in area di rigore, Morsa devia di testa, con Rafael che salva in presa alta. 

2 minuti di recupero concessi da Orsato. 

44' Spinge il Verona in queste ultime fasi del primo tempo: Hallfredsson si libera sul lato corto dell'area di rigore e mette al centro. Tentativo deviato da Rizzo in angolo. 

41' Si muove perfettamente, in fase difensiva, il Bologna di Donadoni: all'unisono il movimento dei tre centrocampisti che coprono i quattro difensori che quando chiamati in causa dalle offensive di Jankovic e Pazzini riescono sempre ad arginarle al meglio, complice una manovra lenta e prevedibile dei padroni di casa. 

37' Dopo la sfuriata dei padroni di casa il Bologna torna padrone del possesso palla, stavolta con maggiore ordine rispetto agli ultimi minuti. La squadra di Donadoni rallenta i ritmi di gioco, per difendere il doppio vantaggio. 

33' MIRANTE! Ci prova il Verona, che con Jankovic spinge sulla destra e crossa al centro, dove Gastaldello devia il traversone perima dell'intervento di Pazzini, con l'ex Parma che devia in angolo. 

31' Contropiede Bologna! Giaccherini apre per Brienza, che però perde un tempo di gioco per il passaggio, l'ex Cesena cerca Masina, ma chiude Moras.

30' Riparte il Bologna, con Brienza che cerca l'inserimento centrale di Destro, ma il suo suggerimento è impreciso e termina oltre la linea di fondo campo. Sala, nel frattemppo, è tornato in campo. 

27' Resta a terra Jacopo Sala sugli sviluppi di un corner. Sul secondo palo staccano Masina e Sala, con il giocatore scaligero che resta a terra dopo un movimento alquanto innaturale del ginocchio destro. Prova del cassetto immediata per i medici dei rossoblu, con il mediano che non riesce nemmeno a poggiare la gamba sul terreno di gioco. 

25' Bologna con fiducia e personalità: sembra tutta un'altra squadra quella felsinea per presenza e voglia rispetto a quella spenta del mandato Rossi. Cinque gol fatti fin qui, zero quelli subiti in 115 minuti di gestione Donadoni. 

23' Jankovic si fa vedere sulla destra: crossa al centro per Pazzini dopo aver saltato Masina, ma l'attaccante ex Milan è in offside nonostante l'intervento di Mirante con i pugni in uscita. 

21' Nonostante il doppio vantaggio il Bologna gestisce palla ed imposta la manovra, che si sviluppa sempre sulla corsia mancina con Giaccherini e Masina. Il Verona si affida ai palloni lunghi per Pazzini, che per ora non fruttano occasioni da rete con Gastaldello e Maietta attentissimi centralmente. 

19' Resta a terra Diawara a centrocampo dopo uno scontro del tutto fortuito con Jankovic. 

16' Halfredsson! Ci prova l'islandese col mancino, blocca Mirante tranquillamente. 

Impressionante la libertà concessa a Masina. Pisano non riesce a porre rimedio alle scorribande del terzino dei felsinei, con Jankovic che non lo aiuta. Masina sta dominando sulla sua corsia di competenza. Verona in totale confusione. 

14' DONSAH!!!!! GODFRED DONSAHHHHHH!!!! BOLOGNA SHOW!!! MASINA E' SEMPRE SOLO, METTE A RIMORCHIO PER DESTRO CHE NON TROVA LA SFERA, MA IL RIMPALLO FAVORISCE L'EX CAGLIARI SUL SECONDO PALO CHE NON SBAGLIA COL DESTRO! 

12' Contropiede fulmineo del Bologna! Sempre Destro che spizza di testa per Masina: l'italo-algerino cerca ancora Giaccherini, non trovando il movimento del compagno però. 

10' Pazzini! Si libera sull'assist di Gomez, si gira sul destro e calcia dal limite: Mirante blocca centralmente. 

9' Prova a scuotersi la squadra di casa spinta dai tifosi di casa: Greco serve Jankovic in area, ma Masina è perfetto in diagonale, prima dell'arrivo di Maietta in chiusura. 

Incredibile la sbadataggine del Verona nel lasciare a Brienza tutta la libertà per servire Masina, con il terzino che ha avuto una prateria davanti a sè per servire l'ex Juve che ha girato in maniera altrettanto indisturbata a centro area. Sprofonda il Verona, sogna il Bologna di Donadoni. 

6' GIACCHERINI!!!! EMANUELEEEE GIACCHERINIIII!!!! PERFETTO ASSIST DI MASINA TUTTO SOLO SULLA SINISTRA, ALTRETTANTO PERFETTA LA GIRATA MANCINA ALLE SPALLE DI RAFAEL! 1-0 BOLOGNA!

4' Destro! Ci prova dai 35 metri: conclusione velleitaria che non preoccupa Rafael spegnendosi ampiamente larga alla sinistra del brasiliano. 

3' Riparte il Bologna in contropiede con l'ex Roma Destro, che prova ad andar via centralmente a tre difensori, ma viene chiuso da Moras. Ritmi molto alti in questi primissimi minuti. 

2' PAZZINI! Subito Verona! Souprayen si libera sulla sinistra e pennella per la testa dell'ex Fiorentina e Milan che gira sul primo palo, palla a lato. 

1' Verona subito in proiezione offensiva, si chiude bene il Bologna che sembra aspettare la sfuriata iniziale dei padroni di casa. 

PAZZINI TOCCA PER JANKOVIC E SI PARTE! INIZIATA VERONA-BOLOGNA! 

Tutto pronto! Maietta visibilmente emozionato al momento dello schieramento in campo. Gli scaligeri hanno vinto il sorteggio, fischia Orsato di Schio, si parte! 

Squadre in campo! Boato del Bentegodi a spingere gli scaligeri verso il primo successo stagionale. 

17.55 Ci siamo! Le formazioni stanno raggiungendo il tunnel che precede il terreno di gioco. Ultimi dettagli e si potrà entrare in campo per l'inizio del match. 

Bigon poco prima dell'ingresso in campo delle squadre a Sky Sport: "La stagione è lunga, la squadra lavora bene così come il mister, con voglia ed attenzione. C'è concentrazione sulla squadra e sui destini dell'Hellas e nessuno più di Mandorlini è coinvolto. Abbiamo una serie di problematiche oggettive che ci stanno condizionando". 

17.45 Squadre che hanno ultimato le fasi di riscaldamento e stanno tornando negli spogliatoi in vista dell'inizio del match. 15 minuti ed inizierà la 12^ giornata di Serie A.

17.40 Gli schieramenti tattici delle due squadre, nella foto pubblicata dal profilo twitter della Serie A. 

17.35 La sfida dell'ex per il difensore del Bologna Maietta, che ha conquistato con la maglia del Verona la promozione in A, oltre a disputare la prima stagione nella massima serie con la maglia gialloblu: "Sarà emozionante tornare nello stadio in cui ho colto due promozioni e sfiorato una qualificazione europea. Ritrovo tanti amici, insieme a un Hellas Verona che sta attraversando un momento non facile, ma che rimane sempre un avversario complicato".

17.30 Mezz'ora alla gara e squadre in campo per il riscaldamento pre gara. Bentegodi che pian piano inizia a popolarsi anche se l'appeal della gara non è quella che farà registrare il tutto esaurito. 

17.25 Queste, invece, le scelte di Roberto Donadoni, che cambia rispetto alla gara contro l'Atalanta, preferendo l'estro e l'esperienza di Brienza in luogo di Mounier. 

Bologna (4-3-2-1): Mirante; Rossettini, Gastaldello, Maietta, Masina; Donsah, Diawara, Rizzo; Brienza, Giaccherini; Destro. All.: Donadoni.

17.20 Confermate, nel Verona, le scelte di Andrea Mandorlini, che conferma il 4-3-3. Ecco l'undici scelto per la sfida contro il Bologna. 

Hellas Verona (4-3-3): Rafael, Pisano, Helander, Moras, Souprayen; Sala, Greco, Hallfredsson; Jankovic, Pazzini, Gomez.

17.15 Verona che in vista del match si è radunata in ritiro già all'ora di pranzo, questo il comunicato della società scaligera: "Per preparare con qualche ora di anticipo la gara con il Bologna. Due giorni orsono la cena in centro tra dirigenti, staff e squadra, oggi un altro pasto condiviso. Si fa quadrato in casa Hellas, più che mai. Sul campo poi nel pomeriggio non si e' scherzato: rifinitura lunga, nel pieno rispetto della tradizione "mandorliniana", incentrata sulla messa a punto di schemi. Tattica a go-go e una partitella a chiudere i lavori".

17.10 Dallo spogliatoio del Verona a quello che ospiterà il Bologna di Destro e Donadoni. Ecco le immagini. 

17.05 Si parte! Inizia la nostra diretta con le immagini in diretta dallo Stadio Bentegodi, in particolare dagli spogliatoi, che a breve ospiteranno le due squadre. Si parte da quello dei padroni di casa scaligeri. 

17.00 Buongiorno amici lettori di Vavel Italia e benvenuti alla diretta testuale, live ed, dell’anticipo della dodicesima gioranta del campionato di calcio di Serie A. Al Bentegodi di Verona scendono in campo la squadra padrona di casa, allenata da Andrea Mandorlini ed il Bologna di Roberto Donadoni, subentrato a Delio Rossi una settimana fa. Da Andrea Bugno e dalla redazione calcio di Vavel Italia, l’augurio di una piacevole serata in nostra compagnia.

Non è un normale scontro salvezza, Hellas Verona e Bologna devono vincere questa sfida per mettere alle spalle il periodo difficile che stanno attraversando. Gli uomini di Mandorlini non possono permettersi passi falsi e devono assolutamente ottenere la prima vittoria stagionale. La squadra di Donadoni, invece deve cominciare a consolidarsi, e quale miglior occasione come questa sfida per farlo.

L'undici felsineo si gode la scossa del nuovo tecnico, il roboante successo sull'Atalanta, con ritorno al gol di Destro, è il primo passo verso la salvezza, mentre sul fronte opposto si annaspa in un mare di dubbi e infortuni. Mandorlini è ancora al timone, ma di fronte a Donadoni si gioca una fetta di futuro e l'ex tecnico del Parma sottolinea la pericolosità di un Verona con la bava alla bocca. 

Come arrivano le due squadre

I padroni di casa provengono dal brutto pareggio a reti bianche maturato col Carpi, ma nonostante il punteggio si sono cominciati a vedere dei primi segnali di ripresa. Per una squadra che ha sofferto a lungo l'assenza di un vero attaccante, ora la situazione sembra rasserenarsi dato che Pazzini garantisce costanza di rendimento e pericolosità in zona offensiva. Il problema dell'Hellas non è solo l'attacco, ma anche una produzione di gioco che continua a latitare, ed in questo modo non si favorisce la prolificità realizzativa degli attaccanti. Mandorlini deve dare anche più certezze ad una difesa che va in difficoltà ad ogni attacco avversario.



Dall'altra sponda Donadoni, può dormire sonni più tranquilli, dato che i suoi uomini hanno già dato una buona dimostrazione di forza contro l'Atalanta. Non era scontata la reazione avuta contro i bergamaschi e questo l'allenatore ha tenuto a precisarlo nel post - gara, in cui ha sottolineato anche l'importanza dell'incontro avuto con Delio Rossi in settimana. Fondamentalmente l'ex tecnico del Parma non ha modificato più di tanto nè la formazione, nè il modulo, ma sicuramente ha trasmesso più serenità e tranquillità nelle giocate. Inoltre Donadoni può contare sulla ritrovata vena realizzativa di Destro.

Che tipo di gara vedremo

Si affrontano quindi due squadre molto simili e questo lo si può riscontrare anche da questi numeri: sia i veronesi che i felsinei subiscono molti gol, 17 per i padroni di casa, 15 per gli ospiti; anche la media dei gol subiti è quasi identica, 1.5 per l'Hellas, 1.4 per il Bologna; i veneti hanno mantenuto la propria porta inviolata una sola volta ( 0-0 contro il Carpi ), mentre i rossoblù ben due volte; sono due squadre che segnano poco da fuori area, infatti entrambe hanno realizzato 8 reti da dentro l'area di rigore; la media realizzativa è pressochè uguale, 0.7 per i padroni di casa, 0.8 per gli ospiti; l'unica sostanziale differenza sta nei rigori avuti, infatti i veneti sono riusciti a segnare entrambi i penalty che gli sono stati concessi, mentre i felsinei non hanno ancora avuto l'opportunità di tirare dagli 11 metri.



Sarà quindi una partita molto tattica, molto tesa, con tanti calci e poco calcio. Predominerà la paura di perdere e per questo a fare la differenza saranno le situazioni da calcio piazzato e palla inattiva. Tra le due la squadra che tenterà di avere il pallino del gioco è sicuramente il Bologna, infatti è nel DNA del team felsineo il produrre buon gioco su ogni campo e contro qualsiasi avversario. L'Hellas che fino all'anno scorso aveva le stesse caratteristiche degli ospiti, proverà a far male in contropiede grazie alla velocità e alla tecnica dei propri centrocampisti e attaccanti.

Le ultime dai campi

Verona - Mandorlini deve fare a meno di Fares, Toni, Romulo, Albertazzi, Viviani, Marquez e Bianchetti, ma nonostante ciò conferma il 4-3-3 con Rafael tra i pali, nonostante le ultime prestazioni non propriamente esaltanti. Pisano e Souprayen i due terzini, con Moras ed Helander centralmente. Sala, Greco ed Hallfredsson la cerniera di centrocampo, con Jankovic e Gomez che, sulle corsie laterali spalleggeranno Pazzini.

Bologna – Così come il collega veronese Donadoni non avrà a disposizione Zuculini, Oikonomou ed Acquafresca, ma confermerà lo schema di gioco visto contro l’Atalanta. Sarà ancora il 4-3-3 lo schieramento dei felsinei con Rossettini, Maietta, Gastaldello e Masina davanti a Mirante. Centrocampo con più muscoli che cervello, con Donsah, Diawara e Rizzo che uniranno difesa ed attacco, dove le iniziative di Mounier e Giaccherini dovranno mettere Destro in condizione di ripetere l’ottima prestazione di domenica scorsa.

Probabili formazioni

Verona (4-3-3): Rafael, Pisano, Moras, Helander, Souprayen; Sala, Greco, Hallfredsson; Jankovic, Pazzini, Gomez. All.: Mandorlini

Bologna (4-3-3): Mirante; Rossettini, Maietta, Gastaldello, Masina; Donsah, Diawara, Rizzo; Mounier, Destro, Giaccherini. All.: Donadoni

Le parole dei protagonisti

Una gara determinante per i Gialloblu, contro una diretta concorrente alla salvezza, come ha sostenuto Andrea Mandorlini nell'odierna conferenza stampa: "Con il Bologna dobbiamo dare una risposta forte e ci manca molto la vittoria. Ci sono ancora 27 partite da giocare e tanti punti a disposizione, dobbiamo recuperare e prima lo facciamo, meglio sarà per tutti. Il Bologna ha tre punti in più di noi, ci si presenta la possibilità di affiancarli e dovremo essere pronti. Sono una squadra molto simile a noi, perché hanno investito molto e sicuramente non hanno fatto l’inizio che si aspettavano. Hanno tanti calciatori importanti e Destro si è sbloccato. Un commento su Donadoni? Non è la prima volta che lo incontriamo, ogni gara ha la sua storia e dobbiamo fare risultato. Ho letto le dichiarazioni dei miei calciatori, tutti dicono che ci manca tanto così e quel poco dobbiamo andarcelo a prendere. Al di là di qualche errore ci sono molte premesse per andare a prendere il risultato. Si giocherà in casa e saremo spinti dalla nostra gente, mi auguro che questo sia la cosa più importante, stiamo un po’ meglio e mi auguro che faremo una buona gara". Comunque è grande la voglia di riscattare al più presto il brutto avvio di stagione: "Queste situazioni un po’ di sicurezza può venire a mancare, ma si passa da queste esperienze per migliorarsi e crescere. Siamo andati in vantaggio per primi tante volte, in casa la squadra ha sempre fatto bene, non è facile ma bisogna andare avanti pensando positivo. Un commento sulla visita del Presidente Setti? In settimana abbiamo fatto una cena tutti insieme, messaggi positivi come questi sono difficili da trovare. Che idea mi sono fatto di questo campionato? Sarà una stagione di grandi sacrifici e di sofferenza, anche la piazza lo sa. Ora c’è una partita da giocare e bisogna conquistare la vittoria per tirare un sospiro di sollievo".



La seconda di Donadoni. L'esordio vittorioso al Dall'Ara consente al gruppo rossoblu di approcciare con maggior tranquillità la gara di Verona. Sfida particolare, perchè contrappone due realtà in evidente difficoltà. "Abbiamo lavorato bene questa settimana anche a livello mentale, con un po' più di serenità derivata dal risultato di domenica scorsa. Siginificativo il fatto che poche volte nella sua storia in A il Bologna abbia vinto a Verona: non sarà facile al Bentegodi, loro si trovano in una situazione particolare dovuta anche a molti infortuni, noi andiamo comunque a giocarcela cercando continuità di prestazioni e risultati. Siamo fiduciosi e convinti di poter fare la nostra gara, con una determinazione che dovrà essere feroce perchè questo sicuramente sarà l'atteggiamento dei nostri avversari". Tre punti dividono le due squadre, al momento nella zona calda della classifica, rispettivamente in terz'ultima piazza, il Bologna, e in coda, il Verona (a quota 6 come il Carpi). Donadoni evidenzia l'importanza di ogni partita, ancor più se si tratta di uno scontro diretto. Fondamentale non àncorarsi alla recente affermazione per interpretare nel modo corretto il prossimo impegno. "Dobbiamo cercare di raccogliere punti in ogni gara, tanto più in uno scontro diretto come quello di domani. Il successo con l'Atalanta fa già parte del passato, la squadra deve essere realista e coi piedi per terra, per crescere e migliorare ancora se vorremo raggiungere i nostri obiettivi senza troppe difficoltà". 

Statistiche, precedenti e curiosità 

L'ultima vittoria dei padroni di casa risale al 15/8, 3-1 in Coppa Italia contro il Foggia. Il successo più recente in campionato invece i veneti l'hanno ottenuto contro l'Empoli (2-1). L'ultima vittoria del Bologna in trasferta risale al match col Carpi finito 1-2. I gialloblù non battono i felsinei in casa dal 4/10/05, quando i veronesi s'imposero per 3-1. Gli ospiti hanno battuto i padroni di casa al "Bentegodi", il 2/12/06, 0-1 il risultato finale.

Share on Facebook