Momentaccio Bologna, Donadoni e i tifosi chiedono alla squadra una reazione immediata

I sei gol subiti dal Napoli ieri sera sono il culmine di un periodo molto negativo per il Bologna. Donadoni pensa al ritiro per dare una scossa.

Momentaccio Bologna, Donadoni e i tifosi chiedono alla squadra una reazione immediata
Roberto Donadoni, bolognafc.it

La stagione del Bologna non sembra voler conoscere mezze misure, tanto nel bene, quanto nel male. Nelle prime giornate di campionato, con Delio Rossi in panchina, la situazione dei rossobli era tutto meno che positiva. Il cambio in panchina deciso dalla proprietà, con la scelta caduta su Roberto Donadoni, aveva dato i frutti sperati. Da due mesi, però, la squadra sembra essersi fermata, con il clamoroso tonfo di Napoli di ieri sera a rendere la situazione quantomeno calda.

Per dovere di cronaca è giusto dire che il Bologna, nonostante abbia una partita in più rispetto alle altre squadre in questo momento, ha ancora sette punti di margine sulla zona salvezza, in attesa di vedere i risultati di questa sera. Senza un cambio di rotta, però, il rischio, come sottolineato da Donadoni nel post partita del San Paolo, è quello di buttare via quanto di buono fatto fra autunno e inverno per tornare a giocarsi una salvezza che sembrava praticamente acquisita. I numeri del Bologna, però, sono impietosi. Una sola vittoria nelle ultime dodici partite giocate che risale ormai a metà Febbraio in casa dell' Udinese, mentre al Dall'Ara il successo manca addirittura dal 31 di Gennaio contro la Sampdoria. Impensabile pensare di essere già salvi con così tanto anticipo.

La curva Bulgarelli chiede una reazione alla squadra, bolognafc.it
La curva Bulgarelli chiede una reazione alla squadra, bolognafc.it

Staccare la spina e poi cercare di riattaccarla quando ci si accorge che la situazione sta degenerando è una delle cose più difficili da fare nel mondo dello sport in generale. Al Bologna serve una scossa e per questo sembra che Donadoni, in accordo con la società, stia pensando ad un ritiro per compattare il gruppo e guardarsi dritti negli occhi e arrivare alla matematica salvezza il prima possibile. Il passivo di Napoli va archiviato al più presto, soprattutto a livello mentale. Le prossime due partite saranno contro Genoa ed Empoli, due avversarie relativamente tranquille. Un po' come era il Bologna qualche settimana fa, prima che tutto diventasse all' improvviso un po' più complicato. Donadoni e tifosi, che si sono espressi attraverso un comunicato ufficiale, si attendono un finale di campionato decisamente diverso dalle ultime apparizioni messe in campo da questo Bologna.