Bologna-Pescara 3-1, i commenti del dopo-gara

Soddisfazione parziale per Donadoni, per Zeman altro boccone amaro.

Bologna-Pescara 3-1, i commenti del dopo-gara
Fonte immagine: Eurosport

Senza più obiettivi di classifica, Bologna Pescara si sono sfidate per l'orgoglio, per regalare una soddisfazione ai loro tifosi: ci sono riusciti i Felsinei, che davanti al proprio pubblico hanno ottenuto una vittoria per 3-1, frutto delle reti di Destro - doppietta - e di Di Francesco.

Roberto Donadoni ha trovato il successo numero 11 in stagione, la sua squadra ha scollinato oltre quota 40 punti. Così il tecnico bergamasco ha commentato la partita, non lesinando leggere critiche ai suoi: "Sono contento del risultato, sono contento per i nostri tifosi. Siamo partiti subito bene, Mattia ha fatto un gran goal. Siamo stati belli a metà. C’è una metà su cui dobbiamo lavorare, ci sono cose da correggere".

Donadoni ha poi puntualizzato riguardo la fase difensiva degli attaccanti: "Il gioco non è fatto solo di attacco. Se la palla ce l’hanno gli altri, tutti devono avere qualcuno da marcare. A volte noi partiamo in ritardo e ci aggiungiamo degli errori tecnici, per questo concediamo tanto".

Chi invece ha continuato a concedere ancora più del Bologna è il Pescara di Zeman, giunto alla non invidiabile quota di 79 gol subiti. Il boemo è intervenuto al termine della partita, identificando la sconfitta come lo specchio della stagione biancazzurra: "La partita di oggi è l'immagine di tutte le precedenti. Eravamo alla pari, ma alla fine abbiamo vinto una partita in tutto il campionato. Come prendiamo gol mettiamo giù la testa e non giochiamo con lo stesso impegno".

Leggera frecciatina in chiusura sul campionato: "Posso dire che se fosse a 16 squadre sarebbe più equilibrato. Abbiamo tre ottime squadre, due buone e il resto se la giocano. E' troppo poco".

[Fonti dichiarazioni: tuttobolognaweb.it tuttopescaracalcio.com]

Bologna