Bologna, la presentazione di Palacio: "Pronto a coesistere con Destro in attacco"

Il nuovo attaccante a disposizione di Donadoni ha parlato con i giornalisti presenti in sala stampa

Bologna, la presentazione di Palacio: "Pronto a coesistere con Destro in attacco"
Rodrigo Palacio, twitter @BfcOfficialPage

Alla fine Rodrigo Palacio ha scelto il Bologna e Roberto Donadoni per continuare la propria avventura in Italia. L'attaccante argentino, esaurito il proprio contratto con l'Inter, è pronto a rimettersi in gioco in una delle squadre più storiche del calcio italiano, vogliosa di vivere una stagione meno anonima rispetto a quanto accaduto nella scorsa stagione.

Palacio è stato presentato oggi in conferenza stampa, toccando tanti argomenti, fra campo e condizione fisica personale, per forza di cose non al meglio: "Ho tanta voglia di giocare e aiutare il Bologna a fare un bel campionato. Come sto? Mi sento bene, mi sono allenato da solo in attesa di una chiamata, spero di raggiungere presto la condizione dei miei nuovi compagni. Mi è piaciuta da subito l'idea di venire qui, sono felice di essere qui, trovo una grande società e un centro sportivo bellissimo: ora importante è partire bene, vogliamo vincere già domenica. Ho detto all'allenatore che sono disponibile per giocare su tutto il fronte dell'attacco e aiutare la squadra, posso giocare insieme a Destro, ci conosciamo da tempo. Arrivo con la voglia di vincere tutte le partite. Sono carico e non vedo l'ora".

Nella scorsa stagione il Bologna ha avuto spesso problemi a trovare la via della porta e in questa stagione si spera che Mattia Destro possa essere più determinante in zona gol. Per aiutare l'attaccante a vivere una stagione da protagonista, Donadoni potrebbe puntare sul 4-2-3-1, con tre giocatori alle sue spalle pronti ad innescarlo. Palacio potrebbe agire o da riferimento offensivo, oppure al fianco di Destro, nel caso in cui, a partita in corso o contro determinati avversari, il Bologna potrebbe decidere di giocare con due attaccanti centrali. Ci vorrà comunque un pochino di pazienza probabilmente prima di vedere Palacio al meglio della forma. Come tutti i giocatori che si allenano da soli per alcune settimane, la condizione fisica deve essere affinata e soprattutto serve entrare al meglio nei meccanismi della squadra di Donadoni.