Bologna, c'è il derby con la Spal all'orizzonte. Donadoni ha l'imbarazzo della scelta

Sfida sentitissima, Bologna e Spal una contro l'altra in un derby che si preannuncia infuocato. Donadoni gongola, l'infermeria si svuota ed ha a disposizione più carte da potersi giocare.

Bologna, c'è il derby con la Spal all'orizzonte. Donadoni ha l'imbarazzo della scelta
Bologna, c'è il derby con la Spal nel mirino. Donadoni ha l'imbarazzo della scelta

Mancano quattro giorni al derby con la Spal, ma in casa Bologna si è già ben più che concentrati per la ripresa del campionato. Allenamento mattutino per i felsinei in quel di Casteldebole, agli ordini dell'allenatore Roberto Donadoni. La squadra ha svolto esercitazioni tecniche e partitella a campo ridotto, ma il gruppo, in attesa del ritorno dei vari nazionali, non era al completo. Continua a lavorare a parte Domenico Maietta, alle prese con le terapie di recupero dalla frattura alle costole. Per Cheick Keita lavoro in parte col gruppo e in parte differenziato. Confermati i recuperi a pieno regime di Krejci e Di Francesco, i quali si candidano entrambi per una maglia da titolare. Molto più semplice vedere in campo il secondo, dall'inizio.

Sono tanti i dubbi di formazione che attanagliano in queste ore Donadoni, anche perchè l'infermeria si sta man mano svuotando. E' tornato a disposizione l'ex Ternana Falletti, mentre Destro sta intensificando il lavoro per ritornare a godere di una condizione fisica che sia in grado di permettergli di avere un rendimento in campo sopra la sufficienza, cosa vista raramente in queste prime fasi della stagione. Proprio l'ex attaccante tra le altre di Roma e Milan è la nota dolente del club rossoblù, che ha iniziato piuttosto bene il campionato. Contro gli acerrimi rivali della Spal, il tecnico Donadoni può fare, dunque, in tutta tranquillità tutte le sue valutazioni, e magari rilanciare il suo attaccante in una gara molto sentita dalla tifoseria bolognese.

Sono da valutare le condizioni fisiche di Pulgar, di ritorno dal Sudamerica dopo aver sostenuto le gare di qualificazione al Mondiale con la sua Nazionale. Se dovesse essere in un buono stato di forma, il paraguaiano partirà titolare ed il modulo di gioco sarà il 4-3-3, viceversa, Donadoni opterà per il 4-2-3-1 con una mediana più muscolare composta da Poli e uno tra Taider e Donsah. A questo punto, ci sembra di capire che Destro e Palacio si giocheranno il posto di prima punta, con Petkovic che parte leggermente dietro, seppur il suo rendimento sia stato sempre sufficiente ogni qualvolta è stato chiamato in causa. Tra domani e venerdì, con il ritorno dei nazionali, si saprà dicerto qualcosa in più circa l'undici che verrà schierato in campo contro la matricola ferrarese.

Bologna