Coppa Italia, Zola presenta Parma - Cagliari

Gianfranco Zola è intervenuto in conferenza stampa per raccontare che sfida sarà Parma-Cagliari, ottavo di finale della Coppa Italia 2014/2015. L'allenatore rossoblu è apparso molto rinfrancato dalla vittoria dei suoi contro il Cesena.

Coppa Italia, Zola presenta Parma - Cagliari
Coppa Italia, Zola presenta Parma - Cagliari

E' un Gianfranco Zola di tutt'altro umore rispetto alla settimana scorsa. I tre punti e la bella prestazione del suo Cagliari contro il Cesena hanno riportato l'entusiasmo, elemento necessario per puntare alla salvezza. L'allenatore rossoblu ha presentato la partita di domani sera, Parma-Cagliari, match valido per gli ottavi di finale di Coppa Italia: "E' una partita che prendo in maniera positiva perché mi da la possibilità di fare qualche prova importante. Anche loro hanno giocatori nuovi quindi probabilmente vorranno metterli alla prova. Cercheremo di metterli in difficoltà , ma sicuramente almeno inizialmente non ci regaleranno niente. Gonzalez probabilmente sarà in campo dal primo minuto, mentre per Cop e Husbauer non ho ancora deciso . Barella è tra i convocati e potrebbe giocare". 

I cronosti chiedono poi a Zola se Albin Ekdal possa giocare ancora da ala nel suo 4-3-3: "Potrei utilizzarlo ancora in quel modulo, o ad albero di natale. Ha giocato leggermente più al centro rispetto a un'ala pura, non potevo chiedergli di giocare da esterno. Sono contento della prova e delle nuove soluzioni. Anche Joao Pedro mi è piaciuto molto. Infortuni? Crisetig e Ekdal sono leggermente affaticati, probabilmente li terrò a riposo. Per quanto riguarda Sau, valuteremo se farlo giocare dall'inizio". Capitolo Dessena: "Dessena non è mai stato in dubbio per noi. Per il mio staff è molto importante. Per quanto riguarda i terzini devono giocare più compatti, si devono proporre di meno in attacco". Infine due parole sullo stato di forma della squadra e sul capitano Daniele Conti: "I crampi sono dovuti anche al fatto che era una partita tesa e c'erano molti giocatori che non vedevano l'ora che finisse. Daniele è un giocatore su cui so di poter contare al cento per cento e farò delle valutazioni. Potrebbe giocare entrambe le partite". 

Cagliari