Cagliari, la carica di Isla:"Posso fare ancora meglio!" e Murru: "Sogno la Nazionale"

Il cileno carica i suoi in vista del match contro il Crotone. Intanto ancora lavoro a parte per Farias e Ceppitelli

Cagliari, la carica di Isla:"Posso fare ancora meglio!" e Murru: "Sogno la Nazionale"
I giocatori del Cagliari festeggiano un gol

Il Cagliari di Massimo Rastelli continua a prepararsi per il match contro il Crotone, in programma domenica pomeriggio. Continui esperimenti per la metà campo, zona nella quale dovrebbe continuare ad agire Mauricio Isla, dopo la bella prova nell'ultima uscita a Genova. Una delle migliori prestazioni stagionali, coronata da una rete molto bella. Il cileno, dopo il pareggio contro la Sampdoria, ha le idee chiare sull'immediato futuro e le intenzioni sue e del Cagliari, e si è concesso ai giornalisti durante un evento organizzato allo store ufficiale del club sardo, come riportato dal sito ufficiale della società rossoblù. L'esterno del Cagliari si è concentrato proprio sulla partita contro i blucerchiati e sul suo gol, primo stagionale, arrivato dopo un digiuno, in Serie A, che durava dalla stagione 2010 - 2011: "Non sono uno che fa tanti gol, ma il mister nelle settimane scorse mi aveva chiesto di guardare più la porta: ha avuto ragione". Qualche parola poi, proprio sul nuovo ruolo, e sul suo rendimento personale: "Non sono ancora soddisfatto del mio rendimento, sono molto esigente con me stesso. Il ruolo per me non è un problema, gioco dove mi dice l’allenatore". Infine, il cileno parla della sfida di domenica prossima, col Crotone, e degli immediati obiettivi per il finale di stagione: "A Crotone domenica ci aspetta una partita tosta, più di quella contro la Sampdoria. I calabresi giocano bene e hanno bisogno di punti a tutti i costi: ma anche noi dobbiamo farne, non siamo ancora tranquilli. Vogliamo raggiungere al più presto la salvezza matematica e poi toglierci altre soddisfazioni, scalando posizioni in classifica".

Murru - Non solo Isla. Anche Nicola Murru ha parlato ai giornalisti, sempre durante il medesimo evento allo store ufficiale del club. Il giovane terzino sinistro ha parlato della partita contro la Sampdoria, e dell'episodio che ne ha chiaramente condizionato il risultato finale: "Stiamo fornendo ottime prestazioni. Domenica a Genova ci è stato annullato un gol regolare, ma abbiamo giocato bene. Il pari ci sta stretto". Dopodiché, uno sguardo al match dello Scida: "Lo Scida è uno stadio caldo, i tifosi fanno da uomo in più. Sarà per noi una partita di sacrificio, dovremo stare uniti per portare a casa il risultato!". Infine, interessante analisi sulla fase difensiva rossoblù, vero punto dolente del girone di andata ma che ha fatto vedere netti segni di miglioramento in queste prime partite del girone di ritorno, ed una speranza azzura: "Abbiamo assestato la difesa, anche grazie ai consigli di mister Legrottaglie: prendiamo meno gol ma sta lavorando bene tutta la squadra, non solo il reparto difensivo. Nazionale? Penso innanzitutto a fare bene col Cagliari, una eventuale chiamata in azzurro passa attraverso il mio rendimento in rossoblù".

Intanto, la squadra di Massimo Rastelli è scesa in campo nella giornata di ieri  al Sant’Elia, per preparare la sfida contro il Crotone, in programma allo Scida. Dopo il solito riscaldamento tecnico, i rossoblù si sono esercitati su tattica, fase difensiva e offensiva, prima di chiudere, come di consueto, con una partitella e dei tiri in porta. Per quanto riguarda le condizioni fisiche di Ceppitelli e Farias nessuna novità, i due proseguono infatti il lavoro personalizzato; sempre fermi ai box, invece, Paolo Faragò e Federico Melchiorri.

Nella giornata di oggi, sempre al Sant’Elia, è in programma una nuova seduta con inizio fissato per le 11, penultima sessione di allenamento della settimana.


Share on Facebook