Da Borriello a Rastelli. Tempo di bilanci, conferme e bocciature in casa Cagliari

Dopo aver raggiunto la salvezza, in casa rossoblù è già tempo di guardare all'anno prossimo.

Da Borriello a Rastelli. Tempo di bilanci, conferme e bocciature in casa Cagliari
Borriello e Sau, punti cardine dell'attacco cagliaritano

Una salvezza raggiunta con tranquillità, in un'annata favorevole alle squadre di medio-bassa classifica, e un finale di stagione da chiudere al meglio. Questi gli obiettivi raggiunti e prossimi per il Cagliari, in vista del finale di stagione 2016-2017. Il campionato non ha ormai molto da dire ai sardi, ma la squadra di Massimo Rastelli non abbassa di certo la concentrazione e punta a chiudere nella miglior posizione di classifica possibile questo campionato.
Fuori dal campo, però, anche in casa Cagliari è già tempo di fare bilanci in vista della possibile rosa per la prossima stagione. Proviamo quindi ad aiutarvi, analizzando ruolo per ruolo le possibili conferme o meno in casa rossoblù.

Portieri - Dopo la partenza di Marco Storari, il cui rapporto con la tifoseria era ormai giunto al limite, la squadra rossoblù è andata ad acquistare, proprio attraverso uno scambio con l'ex capitano, il giovane portiere del Milan, Gabriel. Poche occasioni per il brasiliano di mettersi in mostra, occasioni però sfruttate malissimo dall'estremo difensore che ha sfigurato contro l'Inter, perdendo definitivamente il posto in favore del connazionale Rafael. Destini differenti per i due portieri brasiliani, con l'ex Milan destinato a rientrare alla base, mentre Rafael dopo aver rinnovato rimarrà certamente in rossoblù, forse per fare da vice-Cragno, a sua volta destinato a tornare al Sant'Elia.

Difensori - Situazione delicata quella del reparto arretrato di Rastelli. Dopo una stagione difficile, i tecnico campano sembra aver trovato, con l'aiuto del vice Nicola Legrottaglie, la giusta formula per far tenere la propria difesa. Sicuro della conferma Bruno Alves, stesso destino per Fabio Pisacane, lieta scoperta e ormai idolo della curva rossoblù. Ha tanto mercato Nicola Murru, ma il terzino sardo ha più volte ribadito la sua voglia di restare nell'Isola. Dovrebbe rimanere anche Mauricio Isla, mentre le ultime partite saranno un importante banco di prova per i vari Capuano, Salamon e soprattutto Senna Miangue, il cui destino sembrerebbe essere tornare all'Inter.

Centrocampisti - Si arriva quindi a trattare i reparti nei quali abbondano i giocatori rossoblù con un certo mercato. Si parte dal centrocampo, ed è impossibile non cominciare da Nicolò Barella. Il talento sardo ha ribadito di voler restare a Cagliari e addirittura di sognare di conquistare l'Europa in maglia rossoblù, ma il pressing di Milan e Juventus potrebbe in futuro far mutare le ambizioni del giovane centrocampista. Hanno tanto mercato anche Artur Ionita e Joao Pedro. Per il primo vale lo stesso discorso di Barella, il suo futuro non è lontano da Cagliari, mentre per il secondo va tenuto in considerazione l'aspetto fornito dal mercato internazionale. Joao Pedro interessa infatti anche all'estero, e potrebbe rivelarsi il giusto sacrificio per incassare una discreta somma da reinvestire in altri reparti. Come per la difesa, queste ultime giornate saranno importanti per il destino di diversi giocatori, in primis Deiola il quale ha ben figurato nelle sue prime apparizioni in A, ma anche per Tachtsidis (difficile venga riscattato dal Torino) e Faragò (molto probabile il riscatto dal Novara per 2,3 M). Sicuro ovviamente di restare in Sardegna il capitano Daniele Dessena.

Attaccanti - Partiamo da Marco Sau. Il fantasista di Tonara è un fedelissimo e difficilmente verrà ceduto nonostante una stagione un po' deludente. Con tutta probabilità rimarrà per portare più in alto il Cagliari, così come Marco Borriello. Il centravanti in Sardegna sta vivendo uno dei migliori momenti della sua carriera e con il raggiungimento della salvezza ha sbloccato l'automatico rinnovo del contratto con i rossoblù. Difficile che parta, occhio però alle sirene canadesi, con Toronto interessata al giocatore. Per Diego Farias il discorso è lo stesso di Joao Pedro. Il giocatore ha mercato anche all'estero e potrebbe essere sacrificato in caso di bisogno. La speranza è comunque quella che il brasiliano non si muova dal capoluogo sardo. Il destino di Federico Melchiorri dovrebbe essere ancora in Sardegna, così come quello di Han, il quale verrà comunque monitorato attentamente nelle ultime uscite stagionali.

Una menzione la merita anche l'allenatore, Massimo Rastelli. Il futuro del tecnico rossoblù è in bilico, nonostante la sua volontà sia quella di rimanere, a causa del rapporto non idilliaco con la tifoseria. L'ipotesi più probabile tuttavia rimane la conferma, vista la stima di cui gode il tecnico all'interno della società e della rosa rossoblù.


Share on Facebook