Sassuolo-Cagliari, fuochi d'artificio con l'orgoglio in palio

Il decimo posto è l'obiettivo di due squadre abbondantemente salve. Atteso spettacolo dopo il 4-3 dell'andata. Diverse assenze tra i padroni di casa.

Sassuolo-Cagliari, fuochi d'artificio con l'orgoglio in palio
Fonte immagine: Getty Images

Una classifica sorridente, un clima disteso, un ambiente unito, un futuro forse leggermente incerto, ma da guardare con fiducia. L'atmosfera in casa Cagliari e in casa Sassuolo è positiva. Lo dice la classifica, lo confermano le ultime prestazioni: 13 punti nelle ultime 8 gare giocate per sardi, una striscia di cinque risultati utili consecutivi per i neroverdi, con un totale di 11 punti in cassaforte. 43 punti per i rossoblù, 42 per gli emiliani, una salvezza conquistata già da tempo: ora in palio nello scontro diretto tra le due compagini, valevole per la giornata 37 di Serie A, c'è solo l'approdo nella parte sinistra della classifica. Obiettivi d'orgoglio, ma attenzione alla variabile spettacolo: all'andata fu un 4-3 pirotecnico...

Qui Sassuolo

Soliti problemi di infortuni per Eusebio Di Francesco, che questa volta non può disporre di Duncan, Dell'Orco e Ricci. La rosa ampia lascia comunque respiro (ci sono stati tempi peggiori per l'infermeria Sassolese), anche grazie ad alcuni rientri importanti, su tutti quello di Francesco Magnanelli, che ritorna ad occupare il suo posto in mediana per il finale di stagione. Al suo fianco Biondini e Sensi sono insidiati da Missiroli e Aquilani. In difesa, davanti a Consigli, Lirola a destra, Peluso a sinistra, Cannavaro e Acerbi al centro. Davanti il tridente di San Siro, con l'eroe Iemmello (doppietta nell'1-2 all'Inter) al centro, affiancato da Berardi e Politano.

Sassuolo (4-3-3) - Consigli; Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Biondini, Magnanelli, Sensi; Berardi, Iemmello, Politano. All. Di Francesco

Qui Cagliari

Più lunga rispetto a quella del collega la lista degli indisponibili di Massimo Rastelli, sulla quale risaltano i nomi di Colombo, Dessena, Ceppitelli, Melchiorri e Barella. Niente di nuovo sotto il sole della Sardegna, nemmeno nell'undici iniziale verso il quale il tecnico è orientato a buttarsi. Ancora 4-2-3-1, con l'attacco formato dal trio Sau-Joao Pedro-Farias alle spalle dell'unica punta Marco Borriello. Ionita e Tachtsidis dovrebbero essere i due mediani (Deiola e Padoin permettendo), mentre in difesa la linea a quattro davanti a Rafael dovrebbe essere composta dai soliti Isla, Bruno Alves, Pisacane e Murru.

Cagliari (4-2-3-1) - Rafael; Isla, Bruno Alves, Ceppitelli, Murru; Tachtsidis, Ionita; Sau, Joao Pedro, Farias; Borriello. All. Rastelli


Share on Facebook