Maran: "Ho visto un ottimo Chievo, è una sconfitta immeritata"

Rolando Maran non nasconde la propria delusione per il risultato finale, che determina la prima sconfitta in campionato per il suo Chievo. L'Inter ha avuto infatti non poche difficoltà. Tuttavia, i nerazzurri hanno capitalizzato al meglio l'unica palla-gol che hanno avuto nell'arco dei 90' minuti. I gialloblù, invece, sono stati forse più vivaci, ma meno precisi nel concretizzare le occasioni create.

Maran: "Ho visto un ottimo Chievo, è una sconfitta immeritata"
(Getty images)
Chievo
0 1
Inter
Chievo: (4-3-1-2) Bizzarri; Frey, Gamberini, Cesar, Gobbi; Hetemaj, Rigoni (80' Pepe), Castro; Birsa (75' M'Poku); Meggiorini, Paloschi (68' Inglese) Panchina: Bressan, Seculin, Sardo, Cacciatore, Christiansen, Pinzi, Pellissier, Dainelli Allenatore: Maran
Inter: (4-3-3) Handanovic; Santon, Medel, Murillo (70' Ranocchia), Telles; Kondogbia (85' Brozovic), Felipe Melo, Gaurin; Perisic, Icardi, Jovetic (75' Palacio) Panchina: Carrizo, Radu, D'Ambrosio, Nagatomo, Ljajic, Montoya, Gnoukouri, Biabiany, Manaj Allenatore: Mancini
SCORE: 42' Icardi
ARBITRO: Tagliavento (ITA) Ammoniti: Meggiorini, Rigoni, M'Poku (C), Gaurin (I)

Dopo due vittorie e un pari, si ferma la grande marcia del Chievo. I veneti si sono arresi ad un'Inter ancora imballata ma sufficientemente cinica per portare a casa la vittoria e occupare il primo posto solitario in classifica.

Così il tecnico clivense Maran, intervenuto ai microfoni di Sky Sport, commenta il lunch match odierno e la prestazione della sua squadra: "Credo che il risultato giusto non sia questo, meritavamo di fare punti perché abbiamo concesso una sola palla gol all'Inter. C'è la consapevolezza di aver fatto una grande prestazione, usciamo a testa alta anche se con una sconfitta che brucia. Bizzarri non ha fatto parate, abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare. Siamo molto migliorati sul possesso e sulle conclusioni, lo dicono i numeri".

Un'ultima battuta sull'Inter: "E' una delle squadre che può lottare per lo scudetto. Quando una squadra vince pur andando in difficoltà è un segnale. Siamo solo alla quarta di campionato, però, è presto. Anche la Juve la vedo ancora da scudetto".


Share on Facebook