Chievo: Testa al Milan, l'impegno è di quelli non semplici

I clivensi, attualmenti in 11^ posizione, hanno il non facile compito di trovare i giusti stimoli in un torneo che per i veronesi non ha più nulla da offrire.

Chievo: Testa al Milan, l'impegno è di quelli non semplici
Chievo: Testa al Milan, l'impegno è di quelli non semplici

Dopo il convincente successo ottenuto tra le mura amiche contro il Pescara di Zeman (2-0), i gialloblù nella giornata di martedì hanno ripreso la preparazione a "Veronello" in vista della sfida di sabato sera al Meazza contro il Milan, valevole per la 27^ giornata di Serie A. Nella giornata di ieri la squadra, agli ordini del tecnico Rolando Maran, dopo un’iniziale attivazione a torello, sono stati divisi in due gruppi: un gruppo ha lavorato sulla fase difensiva a reparto, mentre l’altro ha lavorato su soluzioni per tiri in porta. Il gruppo si è poi riunito e ha proseguito la seduta sulla fase difensiva di squadra e a reparto, concludendo l’allenamento con una partita a campo ridotto. Gli allenamenti proseguiranno questa mattina, con una seduta a porte chiuse fissata per le ore 11:00.

L'allenatore Maran, secondo le ultime indiscrezioni, è intenzionato a confermare il modulo classico: 4-3-1-2, ma a variare potrebbe essere più di un interprete. A Veronello sono monitorati Inglese, dopo il trauma al rachide cervicale subito contro il Pescara (resta quindi in dubbio la sua presenza a Milano) così come Pellissier, in ripresa dal guaio muscolare che lo ha escluso nelle ultime gare e dunque in odore di convocazione. Di queste assenze potrebbe beneficiarne il togolese Serge Gakpè, indiziato numero uno a partire titolare in  tandem con Meggiorini. Di certo assente Hetemaj, causa squalifica, verrà sostituito dall'ex Napoli e Swansea De Guzman. Tutto confermato in difesa, l'unico dubbio per "Rolly" Maran riguarda il centrale da affiancare a Spolli: è lotta serrata tra Dainelli e Gamberini, con il primo ad oggi in leggerissimo vantaggio.

Intanto prosegue la ricerca da parte del Chievo di un nuovo direttore sportivo, dopo il divorzio con Luca Nember avvenuto qualche settimana fa. Il favorito, il nome che circola con maggiore insistenza è quello dell'attuale DS della Spal, Daniele Vagnati. Il dirigente del club ferrarese è attualmente in vantaggio su Giaretta dell'Ascoli e Marchetti del Cittadella.

Chievo Verona