Chievo Verona: Maran valuta i suoi, Meggiorini parla del suo infortunio

In attesa del Sassuolo, il tecnico ha seguito l'allenamento mattutino dei suoi ragazzi, valutando i primi segnali per il prossimo turno di Serie A.

Chievo Verona: Maran valuta i suoi, Meggiorini parla del suo infortunio
Source photo: profilo Twitter Chievo Verona

La prima parte di stagione ha portato con sé tanti buoni propositi, in casa Chievo Verona, che ancora una volta sta veleggiando verso una salvezza tranquilla e senza patemi d'animo. Con le ultime due vittorie consecutive, i clivensi hanno confermato la loro vocazione alla praticità, conquistando il massimo dei punti sia contro il Cagliari che contro la Fiorentina. In vista della prossima sfida contro il Sassuolo, i ragazzi di Rolando Maran cercheranno di stupire ancora, mettendo KO una squadra seriamente a rischio retrocessione. 

Nella giornata di oggi, a Veronello, i clivensi hanno eseguito l'ultimo allenamento mattutino, con lavori elastici conclusi da una partitella di calcio-tennis. Domani, invece, a conclusione di un'anomala settimana senza campionato, i ragazzi di Rolando Maran continueranno a lavorare di mattina, riprendendo martedì le ostilità per preparasi al meglio per il Sassuolo. Con la calma che quotidianamente avvolge il centro sportivo di Verona, l'ex tecnico del Catania ha testato lo stato di forma dei propri ragazzi, attendendo il ritorno dei Nazionali.

Intercettato dopo l'amichevole contro l'Ambrosiana, importanti le parole di Riccardo MeggioriniChievoTv: "Sono soddisfatto dei minuti che ho giocato. E' chiaro che la condizione arriverà piano piano, ma non ho avuto nessun dolore e questa è la cosa più importante di questi mesi. E' stato bellissimo rimettere la maglia del Chievo: ero tranquillo e questo è molto importante. Sono stati cinque mesi e mezzo duri ma, con il passare del tempo, sono stato sempre più felice e ho iniziato ad allenarmi sempre più con la squadra e con la palla",

Parlando del suo grave infortunio, Meggiorini ha parlato dei primi momenti dopo il dolorosissimo stop: "L'inizio è stato il momento più difficile, poi è andato tutto in discesa e, fino ad ora, è andato tutto bene. Devi ringraziare tutti, perché mi sono stati vicini fin dall'inizio: i miei compagni, il presidente e il mister con il suo staff. Con loro mi sento in debito e voglio dare tutto anche per loro. Devo abituarmi a prendere qualche botta, la condizione ancora manca un po' ma la strada è quella giusta".

Chievo Verona