Corsi: "Dobbiamo migliorare l'approccio alle partite. In estate tante scelte difficili"

Il presidente dell' Empoli Corsi parla del momento attuale della squadra di Giampaolo e si proietta già al prossimo mercato estivo che sarà movimentato per i toscani.

Corsi: "Dobbiamo migliorare l'approccio alle partite. In estate tante scelte difficili"
Fabrizio Corsi, presidente dell' Empoli

Splendida realtà del nostro calcio, nonostante sia una provinciale, l'Empoli ha saputo metabolizzare l'addio a Maurizio Sarri. La squadra non è stata stravolta e Giampaolo ha continuito nel solco tracciato dall'attuale allenatore del Napoli. La creatura del presidente Corsi continua a far girare parecchie teste.

Proprio il numero uno dei toscani ha parlato a Tuttomercatoweb.com del momento della stagione dell' Empoli. Corsi chiede alla squadra soprattutto di crescere nell' approccio alle partite: "Il calo della squadra degli ultimi tempi rientra nella normalità delle cose. Adesso però con lo spirito giusto contiamo di venir fuori da questa situazione. C'è soprattutto da curare meglio l'approccio alle partite e serve un atteggiamento diverso da parte di qualche singolo. Rispetto alla difficoltà delle gare, la squadra ha avuto - chi in modo più lievi, chi in maniera più esasperata - reazioni inopportune che ci hanno fatto spendere energie in modo sbagliato. Ora restano undici gare a disposizione, è il momento di prendere consapevolezza della situazione."

Ci sarà tempo per parlare del futuro, anche di quello della panchina di Giampaolo"Adesso ci interessa arrivare a quaranta punti. Del futuro parleremo più avanti. Adesso non voglio pensare alla prossima stagione. Vogliamo arrivare alla salvezza, poi affronteremo il capitolo futuro, pur sottolineando che siamo contenti dell'allenatore." Futuro prossimo, specie sul mercato, che metterà la società di fronte a scelte difficili, come conferma lo stesso Corsi: "Sarà un'estate carica di scelte. Sarà dura trattenere Zielinski e Paredes, così come Tonelli, Saponara e Mario Rui. Sa giocheranno le ultime dieci gare come le prime 15-20, sono destinati ad andare in squadre più importanti. E' nella normalità della nostra situazione, non possiamo trattenere, anche per un discorso economico, giocatori che meritano un salto di qualità. Dovremo investire su giovani emergenti: con fortuna, magari su otto ne indoviniamo quattro.

Sappiamo che dobbiamo confrontarci con questa situazione: l'anno passato sono andati via Vecino, Sepe, Valdifiori, Hysaj, Rugani. A occhio credo che anche quest'anno siano destinati a partire cinque giocatori. Ma ora, ripeto, vogliamo la salvezza. Non vorrei ritrovarmi a fare 4 punti in otto gare come in quest'ultimo periodo. Non voglio trovarmi in una situazione che un mese fa pareva impensabile. Bisogna cambiare marcia."

Empoli