Corsi: "Ripartiremo da Martusciello, Saponara non resterà con noi"

Il presidente dell'Empoli Corsi parla già del futuro dell'Empoli nella prossima stagione. Ci saranno diversi addii.

Corsi: "Ripartiremo da Martusciello, Saponara non resterà con noi"
Fabrizio Corsi, presidente dell'Empoli, tuttosport.com

La strada tracciata da Maurizio Sarri è stata seguita con successo anche da Marco Giampaolo in questa stagione e così l'Empoli ha potuto conquistare un'altra tranquilla salvezza. Merito anche delle scelte del presidente Fabrizio Corsi, già pronto a pianificare il prossimo campionato di Serie A per i toscani.

Il presidente degli azzurri ha parlato di tanti argomenti a Radio Anch’io lo Sport. In primis si parte dalla panchina, con Giampaolo pronto a salutare: "Giampaolo si è creato una grande immagine e ha prospettive in un club più importante. Sa che perderemo cinque giocatori e dovremo ripartire da giocatori da Serie B o che quest’anno hanno giocato poco. Cogliendo questa indecisione reciproca, avremmo fatto una forzatura nel trattenerlo e non c'è nulla di più sbagliato. Per lui, mi auguro, arriverà una panchina importante e noi saremo i suoi primi tifosi. Martusciello? Probabilmente ripartiremo con lui, a patto di cogliere da parte sua una certa convinzione in questa opportunità, ma siamo certi dei nostri concetti di gioco e siamo convinti che lui possa raccoglierli e portarli avanti."

Addii anche fra i giocatori della rosa di questa stagione, come ad esempio Tonelli, già annunciato di fatto al Napoli, e Saponara come conferma lo stesso Corsi: "Saponara andrà via ed il trequartista più importante della Serie B (Caprari, ndr) dice che vuole venire all’Empoli per seguire le orme di Saponara. Tonelli 4 anni fa fece un esordio molto negativo ma noi sapevamo andasse recuperato perché aveva grandi prospettive. Ora va in una squadra molto importante.  Succede anche con i ragazzi, prima prendevamo gli ‘scarti’, invece adesso in tanti scelgono Empoli. Chi viene da noi ha più possibilità di chi va alla Fiorentina o all’Inter." Infine la rassicurazione che il progetto Empoli andrà avanti: "L’anno prossimo continueremo su questa linea e su questa idea di calcio. La nostra forza è la città, l’ambiente ed i nostri sportivi che sanno accettare le sconfitte sapendo che solo così arrivano le vittorie. Non ci sono pressioni, perdere sta nella normalità. Da altre parti non se lo possono permettere e con orgoglio dico che adesso molti giovani vogliono venire ad Empoli."