Barba: "Il mio futuro? Valuterò il progetto migliore"

"L'esperienza in Germania? E' stata molto bella, ma condizionata dall'infortunio, che però mi carica per la prossima stagione"

Barba: "Il mio futuro? Valuterò il progetto migliore"
Barba: "Il mio futuro? Valuterò il progetto migliore"

Intervistato da VoceGiallorossa Radio, il difensore dell'Empoli Federico Barba ha parlato dell'ultima esperienza in Germania con la maglia dello Stoccarda e del suo futuro che potrebbe essere anche lontano da Empoli.

Tu sei uno degli ultimi ad aver vinto il campionato Primavera con la Roma. Quanto è importante iniziare a vincere fin da giovani?
Credo che se un settore giovanile porti giocatori in prima squadra sia merito della loro forza e quindi vincono i titoli. È tutto legato”.

Come è stata questa esperienza in Germania?
La Bundesliga è veramente molto bella. È un piacere giocare in uno stadio pieno ogni settimana. Anche fare un bel gol allo stadio da molta gioia. Purtroppo c'è stato l'infortunio e adesso ho la carica giusta per la prossima stagione”.

Stai studiando qualche altra lingua per il prossimo anno?
Ancora no, per fortuna l'inglese va bene ovunque

Cosa ci dici del tuo trasferimento allo Stoccarda?
È stato un po' particolare ma il merito è di chi lavora dietro le quinte. Giocare nel campionato tedesco ti mette molto in luce per l'estero”.

Cosa è successo per non averti fatto continuare la tua carriera alla Roma?
Non lo so. Sicuramente non ero pronto all'epoca, servono grandi qualità per giocare nelle grandi squadre”.

Preferiresti una soluzione in Italia o all'estero?
In questo momento devo valutare il progetto che mi viene presentato, in Italia o fuori. Il mercato non è ancora partito, ora non è il momento”.

Hai mandato un messaggio ad Alberto De Rossi per aver conquistato la finale?
Preferisco di no, lo farò dopo il 4 giugno, anche per scaramanzia”.

Quindi ora tornerai ad Empoli e poi si vedrà?
Non lo so sinceramente, potrebbe essere ma non è detto. Non ho parlato ancora con nessuno, sono in vacanza e c'è tempo per pensarci”.

Empoli