Sassuolo-Empoli 3-0: le voci dei protagonisti in casa azzurra

Hanno parlato dopo il match perso con il Sassuolo l'allenatore dell'Empoli Martusciello e i giocatori Croce e Saponara.

Sassuolo-Empoli 3-0: le voci dei protagonisti in casa azzurra
Sassuolo-Empoli 3-0: le voci dei protagonisti in casa azzurra

Altra sconfitta pesante per l'Empoli che perde 3-0 contro il Sassuolo. Hanno commentato il match l'allenatore degli azzurri Martusciello e i giocatori Croce e Saponara.

Il tecnico toscano non ha voluto dare peso ad alcune decisioni del direttore di gara giudicate discutibili, ma ha guardato soprattutto al proprio orto, il quale fatica a produrre frutti: "Gli errori arbitrali ci stanno nel calcio. Ci abbiamo messo molto del nostro con errori individuali grossolani che hanno condizionato il match. I giocatori non devono scusarsi con nessuno perchè hanno dato il massimo ma sono stati puniti dagli episodi". Poi è passato all'analisi del match: "Ho provato a cambiare gli interpreti in fase offensiva prendendo qualche rischio e abbiamo creato diverse occasioni. Se facciamo errori veniamo subito castigati, ma anche gli avversari li fanno ma noi non ne approfittiamo". La fiducia verso la squadra resta intatta, il nucleo Empoli sembra più solido che mai: "La squadra c'è ed è viva. Dobbiamo solo continuare a lavorare durante la settimana per migliorare e superare i nostri limiti per conquistare l'obiettivo. Purtroppo paghiamo a caro prezzo certi errori e non riusciamo a reagire". In ogni caso, la classifica non è ancora così disastrosa: "E' chiaro che fa piacere mantenere tre squadre sotto, ma dobbiamo pensare al nostro cammino".

"Il rigore secondo me non c'era. L'impressione dal campo è che ero troppo vicino al tiratore e tra l'altro il pallone ha toccato prima la gamba. Se si fischiano certi rigori allora ce ne sarebbero 20 a partita. Ma parlare di arbitri oggi non ha senso, c'è solo da chiedere scusa ai nostri tifosi per il momento che stiamo vivendo". Parole e musica di Daniele Croce, centrocampista dell'Empoli, che segue il proprio allenatore nei giudizi di gara. "Non so perchè non riusciamo ad ottenere buoni risultati dopo prestazioni positive condizionate da errori che paghiamo a  caro prezzo - prosegue  - Ma stiamo dando il 100% e se non basta vorrà dire che dovremo dare di più. Sfortuna? Non può essere solo quella, anche se siamo stati fortunati negli episodi solo a Pescara. Ma ripeto non dobbiamo attaccarci alla sfortuna ma pensare a migliorare per cambiare l'andamento".

Anche Riccardo Saponara si auspica un cambio di passo: "Sono tante le prestazioni buone ma i risultati deludenti e quindi dobbiamo cambiare marcia. La cosa buona è che non abbiamo mai mollato anche dopo il terzo gol". Poi, sul clima nello spogliatoio: "C'è un po' di rammarico ma dobbiamo mantenere alta la serenità altrimenti sarebbe deleterio. La cosa buona è che ci sono tre squadre che stanno facendo peggio di noi. I tifosi? Noi li capiamo e accettiamo i malumori. Cercheremo di rimediare a questa situazione".


Share on Facebook