Empoli, El Kaddouri: "Contento di questa nuova avventura. Napoli? Contro il Real l'impresa è possibile"

Il centrocampista marocchino ha parlato ai microfoni di Radio Marte, tornando sul percorso fatto al Napoli, al pre-contratto firmato con il Trabzonspor e parlando di quello che si aspetta dall'avventura empolese.

Empoli, El Kaddouri: "Contento di questa nuova avventura. Napoli? Contro il Real l'impresa è possibile"
Empoli, El Kaddouri: "Contento di questa nuova avventura. Napoli? Contro il Real l'impresa è possibile"

"Ho capito subito che all'Empoli mi volevano fortemente e questo è stato determinante nella mia scelta. Sono felice di stare qua". 

Poche, ma significative parole. Omar El Kaddouri è un nuovo giocatore dell'Empoli e, quest'oggi, è stato presentato con la sua nuova maglia azzurra, la numero dieci, dei toscani. Una nuova avventura alle porte, con la parentesi napoletana terminata tra le polemiche scatenate dal suo procuratore, Mino Raiola, anche se il marocchino non ha rimpianti per quanto accaduto: "Rimpianti? Direi di no. Con la città mi sono trovato benissimo. E' ovvio quando non giochi per un calciatore è difficile".

Ai microfoni di Radio Marte, l'africano reduce dalla Coppa d'Africa si è anche soffermato sulla querelle Trabzonspor, commentando così l'accaduto: "Era un semplice pre-contratto, che io non volevo firmare. Me lo hanno fatto firmare, ma loro non hanno trovato l'accordo con il Napoli. Offrivano tanti soldi, ma io volevo restare in un campionato importante e dimostrare di cosa sono capace".

Si torna a parlare di Napoli, con uno sguardo allo scorso anno con lo scudetto sfuggito nel finale di stagione e, inoltre, un parere sulla sfida contro il Real Madrid di Champions League: "L'anno scorso ci abbiamo creduto, prima della partita con la Juve. Se non perdevamo a Torino potevamo vincere, era l'anno giusto. Da quel gol all'ultimo minuto abbiamo perso qualche punto, peccato. Quest'anno è un po' più difficile, la Juve è più distante. L'anno scorso c'erano più possibilità di fare qualcosa di importante".

Ed ancora, sulla sfida alle Merengues: "Quando abbiamo saputo del sorteggio eravamo contenti perché sono partite che ogni calciatore vuole giocare. Sono fiducioso, penso che il Napoli possa fare questo mezzo miracolo. Guarderò la partita e tiferò Napoli". 

Infine, un messaggio ai suoi ex compagni: "Sono un gruppo straordinario, auguro il meglio a tutti. Ringrazio i tifosi per il grande affetto, anche se non ho potuto dimostrare quanto volevo".