Bellusci: "Con la Lazio non firmo per il pari. Discorso salvezza non è chiuso"

"Sono soddisfatto del mio rendimento ma devo stare più attento con i cartellini. Pensiamo a fare più punti possibile senza fare calcoli. El Kaddouri è un fenomeno che può fare la differenza"

Bellusci: "Con la Lazio non firmo per il pari. Discorso salvezza non è chiuso"
conferenza bellusci

Conferenza stampa per Giuseppe Bellusci, assente nel match con l'Inter e pronto a riprendersi il suo posto al centro della difesa contro la Lazio sabato sera. Il difensore ha analizzato il momento della squadra e la lotta salvezza, ammonendo chi pensa che l'Empoli sia già salvo.

"Nonostante abbiamo affrontato una delle squadre più forti del campionato, i ragazzi hanno disputato un buon match e sono andati vicini a conquistare un buon risultato. Ma dobbiamo continuare così e non ripetere prestazioni come quella di Crotone.

I troppi cartellini gialli? Forse devo stare più attento anche se non voglio pregiudicare il mio modo di giocare che si basa sull'aggressività e sul temperamento. Però i numeri dicono che ho preso troppi cartellini e devo cercare di migliorare sotto questo aspetto.

La Lazio? Dobbiamo affrontare la partita come sempre mettendo grande impegno in campo. L'obiettivo è imporre il nostro calcio anche contro una grande squadra come la Lazio e non dobbiamo porci limiti. Sabato non firmerei per il pareggio, voglio giocarmela.

La lotta salvezza? Non penso sia ridotta solo alle ultime quattro. L'obiettivo è guardare a noi stessi senza pensare agli altri. Pensiamo a partita dopo partita e a fare più punti possibili da qui alla fine.

Le difficoltà in trasferta? In casa siamo aiutati dal pubblico che ci carica molto anche nei momenti di difficoltà. In trasferta non sempre riusciamo a mantenere alta la concentrazione e a fare il nostro gioco, i compito è quello di migliorare anche lontano dal "Castellani".

Il rendimento della difesa? Nonostante le tante vicissitudini e le assenze che si stanno susseguendo, chi viene chiamato in causa sa sempre cosa fare e non conta il singolo ma tutto il reparto.

Il vantaggio sulla terzultima? Il campionato non è finito e non ci vuole niente per rimettere tutto in discussione. Poi aldilà del rendimento delle ultime tre, non voglio terminare quartultimo e salvarmi per le disgrazie altrui. Per questo è inutile sprecare energie mentali sul vantaggio che abbiamo e su calcoli inutili.

Il voto per la mia stagione? Lo dirò a fine campionato, ma sono soddisfatto del mio rendimento e della mia stagione qui a Empoli.

El Kaddouri? E' un giocatore fenomenale che può fare la differenza se imparerà il prima possibile quello che chiede il mister".


Share on Facebook