Empoli: non riesce il miracolo allo "Juventus Stadium"

Il muro azzurro regge fino al 52' per poi crollare definitivamente. Discreta prestazione dei toscani che però mostrano i soliti problemi in fase realizzativa

Empoli: non riesce il miracolo allo "Juventus Stadium"
gol alex sandro juventus-empoli 2-0

Alla fine dei primi 45 minuti di gioco forse qualcuno iniziava a sognare un possibile miracolo dell'Empoli allo "Juventus Stadium". Ma dopo soli 7 minuti nella ripresa, Mandzukic rompe gli equilibri con un imperioso colpo di testa che termina sulla traversa e che Skorupski devia sfortunatamente in porta. Sogno che si infrange definitivamente con la rete del definitivo 2-0 di Alex Sandro al 65', con un diagonale preciso che si insacca alle spalle del portiere polacco.

Così l'Empoli torna a casa consapevole di aver fatto il massimo contro la Juventus prima in classifica in campionato. In particolare nel primo tempo i toscani tengono bene il campo soffrendo solo in un paio di circostanze la forza dei bianconeri che con Mandzukic e Higuain non hanno trovato la zampata vincente. Inoltre l'Empoli ha avuto delle ripartenze che potevano creare pericoli, ma l'attacco praticamente inesistente non è riuscito a creare seri pericoli se non con alcune giocate di El Kaddouri.

Dunque fino al secondo gol juventino la partita è stata giocata bene dai ragazzi di Martusciello che infatti nel post gara si mostra soddisfatto per la prestazione dei suoi ragazzi. Non era facile considerato che l'Empoli arrivava a questa sfida con diversi problemi soprattutto dal punto di vista fisico. Le assenze di Croce e, soprattutto, di Mchedlidze si sono fatte sentire notevolmente e la speranza per il tecnico napoletano è di recuperarli per la prossima partita con il Genoa.

Infatti da quando si è infortunato l'attaccante georgiano l'Empoli ha realizzato solo un gol nel match interno con la Lazio. Ciò che preoccupa è la mancanza di alternative al capocannoniere dell'Empoli autore fino ad ora di 5 gol (di cui gol decisivi e che hanno fruttato 9 pesanti punti). Pucciarelli e Marilungo hanno dimostrato anche ieri di non essere incisivi in area di rigore, Maccarone è l'ombra del giocatore ammirato fino all'anno scorso e Thiam sembra essere ancora acerbo. Per questo urge recuperare Mchedlidze per un Empoli che ha realizzato solo 15 reti in 26 partite e che ha bisogno di altri gol pesanti per conquistare la salvezza.


Share on Facebook