Buscè: "La vittoria dell'Empoli era nell'aria. Ora la salvezza è ad un passo"

L'ex capitano dell'Empoli Antonio Buscè ha analizzato l'ultimo match dei toscani contro la Fiorentina e le possibilità di salvezza dei toscani ora a +5 sul Crotone. Interessante anche il passaggio sull'ex Saponara, non ancora al meglio della condizione psico-fisica.

Buscè: "La vittoria dell'Empoli era nell'aria. Ora la salvezza è ad un passo"
intervista buscè empoli

Allenamento mattutino per l'Empoli che, archiviato il successo nel derby con la Fiorentina, adesso prepara un'altra trasferta difficile ma allo stesso tempo affascinante a "San Siro" contro il Milan che cerca punti pesanti per l'obiettivo Europa League.

Non ci sono novità rilevanti rispetto alla seduta dell'altro ieri. Continuano ad allenarsi a parte Laurini, Croce e Pucciarelli: il francese è alle prese con l'influenza e dovrebbe rientrare oggi, il centrocampista e l'attaccante hanno subito dei colpi nel match con la Fiorentina ma non dovrebbero essere in dubbio per la partita con i rossoneri. Non è escluso che domenica Martusciello confermi l'undici che ha battuto la squadra viola ad eccezione dello squalificato Krunic che sarà sostituito da uno tra Josè Mauri e Tello.

Ha commentato il momento dell'Empoli dopo la vittoria nel derby l'ex capitano azzurro Antonio Buscè ai microfoni di Tuttomercatoweb.com.

"La salvezza ora è veramente vicina, quella di Firenze è certamente una vittoria inaspettata ma che era nell'aria, un colpo che l'Empoli doveva fare per dimostrare di avere qualcosa in più rispetto alle altre. Sono tre punti pesanti, che riporta il distacco a cinque punti. Diciamo che un +5 è già una ottima base di partenza e davanti ci sono sfide a Bologna e Sassuolo, per dirne due, che avranno meno stimoli rispetto agli azzurri. Penso che un paio di vittorie siano nelle corde della squadra di Martusciello e a quel punto per il pur combattivo Crotone, non ci sarà più nulla da fare".

L'ex esterno ha poi analizzato la partita e l'andamento generale di Riccardo Saponara con cui ha giocato a Empoli nella stagione 2011-12: "Il problema di Riccardo Saponara è sempre stato il carattere. E' un ragazzo molto emotivo, a cui serve un salto di qualità dal punto di vista emotivo. Forse la sfida contro l'Empoli l'ha patita un po', anche per il periodo difficile che ha vissuto negli ultimi mesi in azzurro. Le sue qualità tecniche però non si discutono, è uno dei giovani più forti del nostro campionato, deve solo trovare la giusta dimensione caratteriale e nulla potrà impedirgli di raggiungere palcoscenici importanti".