Empoli, senti Skorupski "A Cagliari per vincere, vogliamo la salvezza"

Intervistato in esclusiva per Tirreno, il portiere polacco ha parlato della prossima sfida contro il Cagliari, dimostrando con le sue parole maturità e voglia di migliorarsi, mettendo il club al primo posto.

Empoli, senti Skorupski "A Cagliari per vincere, vogliamo la salvezza"
Source photo: tuttosport.com

Una partita speciale, per Lukasz Skorupski, portiere polacco dell'Empoli che nella prossima sfida di Serie A si ritroverà ad affrontare il Cagliari in casa, squadra difficile ma da superare per continuare a rincorrere una salvezza resa difficile dal recente exploit del Crotone, ugualmente impelagato nella lotta per non retrocedere: "Sarà una sfida particolare - ha detto il portiere al Tirreno - perché la mia fidanzata è sarda e spesso vado lì con lei. È un posto bellissimo dove si sta molto bene e anche se mi farà piacere essere lì domenica dovrò pensare solo alla partita ed a concentrarmi e come me tutti i miei compagni. Una cosa è sicura, conoscendo la Sardegna sono certo che farà molto caldo e questa potrebbe essere una variabile importante perché ci sono buone possibilità che possa condizionare la partita. Sicuramente lei tiferà per me, è tifosa soltanto delle squadre dove gioco io" conclude sorridendo.

Parlando dei diretti avversari, inoltre, Skorupski sottolinea la delicatezza della sfida, che potrebbe realmente facilitare il cammino verso la salvezza: "Domenica dovremo essere noi con la nostra mentalità ed il nostro gioco a guadagnarci la vittoria, ci stiamo allenando bene ed ho visto in questi primi allenamenti i miei compagni impegnarsi molto e lavorare sodo. Dopo la vittoria di domenica scorsa la salvezza è più vicina perché mancano meno partite alla fine ma dobbiamo andare a Cagliari e fare risultato, non dobbiamo pensare a quello che faranno le altre squadre a partire dal Crotone che sta vivendo un periodo d’oro".

Passaggio obbligato, poi, sul suo momento d'oro, che lo ha reso uno dei portieri più forti ed importanti del campionato italiano di calcio, come confermano d'altronde i cinque rigori parati fino ad ora: "Spero di non parare più rigori di qui alla fine vorrei essere più tranquillo, speriamo di fare gol e di non prenderli, raggiungere un record fa piacere a tutti ma questo dei rigori parati sarebbe troppo rischioso, devo pensare solo alla squadra e alla salvezza, gli obiettivi personali passano in secondo piano". 

Umiltà e professionalità, dunque, alla base di Skorupski, un binomio imprescindibile che permesso al polacco di emergere, attirando le attenzioni dei top club italiani. Su tutti, si è mosso in anticipo il Napoli, con Giuntoli che ha recentemente incontrato l'agente del portiere toscano. Solo una chiacchierata, ma che di fatto scopre il club partenopeo, deciso ad assicurarsi le prestazioni di un vice-Reina già rodato per la Serie A, viste le non perfette ultime uscite di Rafael. In caso di addio dello spagnolo, Skorupski potrebbe anche diventare titolare, crescendo sotto la guida di un Maurizio Sarri ben felice di accogliere un atleta talentuoso e mentalmente solido. 

Empoli