Cagliari-Empoli, Martusciello: "Serve molta più calma, siamo padroni del nostro destino"

L'Empoli perde a Cagliari e vede avvicinarsi il Crotone. Martusciello indica la strada ai suoi ragazzi

Cagliari-Empoli, Martusciello: "Serve molta più calma, siamo padroni del nostro destino"
Giovanni Martusciello, calcionews24.com

L'Empoli si complica la vita da solo, perde sul campo del Cagliari e vede avvicinarsi ancora di più il Crotone, ora ad un solo punto di distanza quando mancano solo due giornate alla fine del campionato. Le prossime due sfide saranno quindi decisive e i toscani dovranno affrontarle in maniera diversa rispetto a quanto fatto in Sardegna. Intanto con molta più calma e leggerezza, come chiede Martusciello nel post partita.

Concetto che il tecnico toscano esprime in maniera chiara ai microfoni di Sky Sport: "Ci vuole molta più serenità. Essere più lucidi, senza creare isterismi. Ci fa bene questa sconfitta perché ci fa bene cosa serve mettere in campo nella prossima gara, cosa che oggi non abbiamo fatto. Bisogna cercare di fare più punti possibili, sperando di tenere questo punto di vantaggio fino alla fine. Ero chiaramente più sereno avendo quattro punti di margine, ma siamo ancora noi gli artefici del nostro destino. La squadra sa che ha fatto un passo indietro rispetto alla scorsa settimana. Bisogna lottare senza pressione e senza paura. Abbiamo fatto una brutta partita e dobbiamo lasciarcela subito alle spalle, facendocela scivolare addosso. Questa settimana dobbiamo lavorare col piglio giusto per affrontare l’Atalanta. Evidentemente non l’ho preparata bene e i ragazzi hanno risposto così. Contro l’Atalanta sarà una partita importante e delicata e dovremo prepararla bene. Continuiamo a non fare calcoli, dobbiamo fare più punti possibili. Chiaramente ero più sereno con quattro punti di vantaggio, però il destino è sempre nelle nostre mani."

Anche Maccarone ha parlato a Sky Sport al termine della sfida: "Ci sono dei rimpianti per la prima parte di gara e per la rete subita dopo sei minuti. Questa ha indirizzato la gara dalla loro parte e non ti puoi permettere di prendere un gol così dopo sei minuti. Abbiamo ancora la fortuna di avere un punto di vantaggio, ma dobbiamo sfruttarlo nelle ultime due partite. Nessuno ci regala niente e dobbiamo conquistarci la salvezza. Cercheremo di fare punti per raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissati. Il calcio è fatto di episodi, oggi sono stati a sfavore e ci hanno tagliato le gambe. Non pensavamo di prendere gol così presto e lì sono subentrate le paure. L’unica cosa che dobbiamo fare adesso è cercare di ripartire per conquistare la salvezza."


Share on Facebook