Serie A: l'acuto del Papu inguaia l'Empoli. Al Castellani passa l'Atalanta (0-1)

Un gol del fantasista argentino, nel primo tempo, decide la gara. Atalanta quinta, l'Empoli rimanda il discorso salvezza agli ultimi 90'.

Serie A: l'acuto del Papu inguaia l'Empoli. Al Castellani passa l'Atalanta (0-1)
L'esultanza del Papu Gomez dopo il gol vittoria da lui siglato
Empoli
0 1
Atalanta
Empoli: (4-3-1-2). Skorupski; Laurini; Bellusci; Costa; Pasqual; Krunic (51' Dimarco); Buchel (34' Dioussè); Croce; El Kaddouri; Pucciarelli (65' Thiam); Maccarone. A disp: Pelagotti; Zambelli; Veseli; Barba; Cosic; Zajc; Tello; Marilungo; Mchedlidze. Allenatore: Giovanni Martusciello
Atalanta: (3-4-1-2): Gollini; Toloi; Caldara; Masiello; Conti; Kessie (70' Grassi); Freuler; Spinazzola (85' Hateboer); Kurtic; Petagna (78' Paloschi); Gomez. A disp: Rossi; Zukanovic; Raimondi; Bastoni; Cristante; D’Alessandro; Migliaccio; Pesic; Mounier. Allenatore: Gian Piero Gasperini
SCORE: 13' Gomez (A)
ARBITRO: Sig. Valeri di Roma. Assitenti: Manganelli/Marrazzo. Ammoniti: Conti (A), Pasquale (E), Buchel (E), Masiello (A)
NOTE: Gara disputata allo stadio 'Castellani' di Empoli.

Un gol del Papu Gomez regala i tre punti, ed il quinto posto all'Atalanta. L'Empoli, confusionario e spuntato, non da mai l'impressione di impensierire gli avversari, tranne nell'occasione della doppia opportunità capitata sui piedi di El Kaddouri, con miracoloso salvataggio di Masiello. I toscani escono dal campo tra i mugugni del pubblico di casa. Tutto rimandato a domenica prossima, la sfida di Palermo per i biancoazzurri diventa fondamentale, di vitale importanza in ottica permanenza in Serie A.

Martusciello propone il consueto 4-3-1-2 con Skorupski tra i pali, mentre in difesa ci sono Laurini e Pasqual esterni, con il duo Costa-Bellusci al centro. In mezzo Krunic, Buchel e Croce. In avanti c'è Maccarone al fianco di Pucciarelli, dietro di loro El Kaddouri: panchina, un pò a sorpresa, per Thiam. L'Atalanta risponde con il 3-4-1-2 in cui non è presente Berisha, ko: al suo posto Gollini. Per il resto Toloi, Caldara e Masiello a comporre il pacchetto difensivo, con Spinazzola e Conti esterni. In mezzo Kessiè e Freuler, mentre Kurtic agisce più avanzato, con il compito di garantire giusta assistenza, rifornimenti, alla coppia d'attacco formata da Petagna e Gomez. Resta fuori Cristante.

Le squadre sono accolte da una bella coreografia degli ultras empolesi. "Lottiamo per questi colori" recita lo striscione degli affezionati biancocelesti. Messaggio non recepito in pieno dalla squadra di mister Martusciello. La sfida, dopo i primi 10' minuti di studio, vive subito il suo momento cruciale. Freuler serve Gomez sulla trequarti campo, il Papu arma il sinistro che trova impreparato Skorupski. Quindicesima gioia personale, in stagione, per il fromboliere orobico. E' 0-1 per la Dea al 13', fortuna per l'Empoli che il Crotone già soccombe allo Juventus Stadium. Timidamente, i padroni di casa provano a crescere d'intensità, ma il possesso palla risulta fine a se stesso, in quanto l'Empoli in attacco risulta parecchio spuntato e fatica a creare pericoli dalle parti di Gollini. Anzi, a sfiorare la marcatura, alla mezzora, è ancora l'Atalanta: la botta di Freuler, biondo ossigenato nell'occasione (come Conti) questa volta trova i guantoni del portiere polacco. Ritmi bassi, dell'ardore con cui l'Empoli doveva affrontare questa sfida, decisiva per la salvezza, manco l'ombra. Gollini resta inoperoso. L'Atalanta, svolgendo il compitino, chiude la prima frazione avanti di un gol.

Nei primi minuti della ripresa il canovaccio non cambia. E' sempre l'Atalanta ad avere il pallino del gioco in mano, con l'Empoli che resta a guardare, almeno fino al 58' quando El Kaddouri, per ben due volte, ha sul piede destro la ghiotta chance di pareggiare la contesa. Con Skorupski battuto, è il difensore Masiello a salvare in entrambe le circostanze, sulla linea, riuscendo a mantenere la propria porta inviolata. In precedenza, per un soffio Kurtic mancava il punto del raddoppio. La doppia occasione, davvero incredibile, scuote almeno in parte i toscani. El Kaddouri, dopo un primo tempo opaco, prova a salire in cattedra, e serve in bello modo Pucciarelli, il quale però è anticipato da Caldara. Martusciello prova ad aumentare il peso dell'attacco, e dunque manda in campo Thiam, ma le uniche occasioni empolesi, firmate da Diousse (tiro alto) e Maccarone (colpo di testa impreciso) non impensieriscono la retroguardia orobica. Queste, le uniche tracce offensive dei toscani. Gasperini, in sostituzione dello sfinito Petagna, regala qualche minuto a Paloschi, ma è Conti, a poco più di 5' minuti dalla fine, a divorarsi il gol del 2-0, perchè in corsa, spara alto da posizione più che favorevole. Lo stesso paloschi, conferma poi la sua stagione nera, e fallisce un rigore in movimento. Gli ultimi attacchi dell'Empoli sono confusi, e si giunge al triplice fischio finale senza vivere più alcun sussulto. L'Atalanta conquista matematicamente il quinto posto, l'Empoli getta alle ortiche la possibilità di chiudere il discorso salvezza, e rimanda il tutto a domenica prossima, quando al Renzo Barbera di Palermo la vittoria non può proprio sfuggire di mano.


Share on Facebook