La Fiorentina vince in rimonta e vola al quarto posto

I viola tornano al successo in campionato battendo in casa l' Atalanta grazie ad una rete di Pasqual all'89'.

La Fiorentina vince in rimonta e vola al quarto posto
Fiorentina
3 2
Atalanta
Fiorentina: Tatarusanu; Tomović, Savic, Basanta; Joaquin (64’ Salah), Badelj, Borja Valero (57’ Pizarro), Matías Fernández, Pasqual; Diamanti (81’ Rosi), M. Gómez. All.: Montella
Atalanta: (4-4-2): Sportiello; Bellini (61’ Del Grosso), Stendardo, Benalouane, Masiello; Zappacosta, Cigarini, Carmona, Moralez; A. Gómez (80’ Boakye), Denis (64’ Pinilla). All.: Colantuono
SCORE: 3-2 MARCATORI: 9’ Zappacosta, 18’ Basanta, 76’ Diamanti, 83’ Boakye, 89’ Pasqual

Vittoria sofferta ma importante per la Fiorentina di Vincenzo Montella. Atalanta battuta 3-2 con i gol di Basanta, Diamanti e Pasqual che allo scadere firma il successo. Viola momentaneamente al quarto posto. 

Dopo un buon avvio, l’Atalanta si porta subito in vantaggio al 9' con un cross perfetto del Papu Gomez, sul secondo palo spunta Zappacosta che di testa batte Tatarusanu, terzo centro stagionale. Doccia fredda per la Fiorentina, che non molla, pressa e trova  al 18'  il pareggio con José María Basanta che mette in rete una punizione di Mati Fernandez.  Quello di Basanta è solo un lampo perché è sempre l’Atalanta a tenere il pallino del gioco, i  padroni di casa (con Borja Valero e Diamanti sono gli unici a provarci) senza impensierire più di tanto la retroguardia nerazzurra.

Bisognerà aspettare il secondo tempo per poter ritrovare il guizzo vincente dei Viola: la Fiorentina più convinta in questa ripresa , Montella passa a 4 in difesa per coprire le accelerazioni di Gomez e Zappacosta, gli uomini di Colantuono calano in difesa.  Diamanti si carica sulle spalle la squadra e impegna col suo sinistro velenoso per due volte Sportiello. Montella cambia le carte in tavola,  fa entrare Pizarro al posto di Borja Valero, esautorando Badelj dalla costruzione della manovra. Poi è il turno di Pinilla per Denis e dell’esordio di Salah che rileva uno stanco Joaquin. Come detto sale in cattedra Diamanti che spacca in due la partita e al 76′ trova il gol del  2-1:  il neo acquisto con un sinistro piazzato riesce a battere Sportiello e firmare il vantaggio meritato. Colantuono chiama dalla panchina il giovane Boakye: Scelta azzeccata, l' attacante ghanese impiega 180 secondi per mettere la zampata decisiva sul filrtrante dell’onnipresente Zappacosta.  Sembrerebbe finita. E invece no,  quasi a sorpresa ci pensa Manuel Pasqual, all’89’, a regalare i tre punti alla Fiorentina con un tocco sotto misura su assist di Mati Fernandez. Viola momentaneamente al quarto posto. 

Fiorentina