Risultato Fiorentina 1-3 Cagliari in Serie A 2015

Risultato Fiorentina 1-3 Cagliari in Serie A 2015
Fiorentina
1 3
Cagliari
Fiorentina: (4-3-3): Neto; Tomovic, Savic, Basanta, Pasqual; Badelj, Pizarro, Borja Valero (Joaquin min.58); Diamanti (Vargas min.45), Gilardino, Salah
Cagliari: (4-3-3): Brkic; Avelar (Murru min.62), Ceppitelli, Diakitè, Pisano; Ekdal, Dessena, Pedro (Donsah min.80); Mpoku, Farias, Cop (Sau min.69).
SCORE: 0-1 min.7 Cop, 0-2 min.59 Cop, 1-2 min.75 Gilardino, 1-3 min.92 Farias
ARBITRO: Ammoniti: B.Valero (min.9), Avelar (min.21), Ekdal (min.63), Farias (min.72), Sau (min.82)

20.05 - Per questa sera è tutto. Johnathan Scaffardi e Vavel Italia vi ringraziano per aver seguito la partita in nostra compagnia.

20.00 - Montella deve invece analizzare i problemi della Fiorentina. La squadra sembra patire il doppio impegno e l'atteggiamento di questa sera, in primis mentale, ne è la dimostrazione. Non basta un ragionato turnover, l'Europa League è una lotta, al momento, aperta a molti, perché con il risultato maturato poco fa, torna a sperare anche l'Inter.

19.56 - Il Cagliari sale, con questo successo, a quota 24, scavalcando il Cesena. I punti di distacco dall'Atalanta sono ora 7 e la salvezza, seppur difficile, torna possibile. Evidente l'impatto emotivo di Festa, squadra convinta, coraggiosa, pronta al sacrificio.

Fischia Guida, arriva la seconda sconfitta casalinga consecutiva per la Fiorentina, il Cagliari esce trionfante dal Franchi, sulle ali di Cop e Farias. 1-3 al termine, non basta il gol di Gilardino nel finale a riaccendere la Fiorentina, perché nel recupero giunge il gioiello di Farias a smorzare gli entusiasmi.

90' + 2' - Farias!!! Ma che gol ha fatto!!! Pazzesco!! Servito con le mani da Brkic, accelera sulla fascia, stacca Joaquin, umilia Tomovic, infila tra le gambe di Savic, 1-3, straordinario!!

90' - M'Poku tiene palla, respira il Cagliari, siamo nel primo di 5 minuti di recupero.

87' - Cippitelli sposta con intelligenza Gilardino, impedendo il controllo all'attaccante sull'assist di Gomez.

86' - Brkic sicuro in uscita, passano i secondi, per la Fiorentina lo spettro di un'altra sconfitta.

83' - Gomez!!! Con la spalla!! Non vede arrivare il pallone e a un metro dalla porta mette incredibilmente out! Occasionissima Fiorentina!

82' - Giallo a Sau per proteste, il Cagliari si difende con tutti gli effettivi.

80' - Joao Pedro deve lasciare il campo, per lui Donsah.

78' - Brkic in due tempi sul cross di Pizarro, troppo basso ora il baricentro del Cagliari.

76' - Tiraccio di Salah, oggi non un fattore.

Dentro Gomez, fuori Pasqual, Montella ci prova.

75' - GOOOOLLLLL!! Gilardino!! Troppo spazio per Vargas che calcia teso da fuori e trova la deviazione vincente di Gilardino!! Non può nulla Brkic, c'è ancora una partita! 1-2.

74' - Sempre ben posizionato Diakitè, la Fiorentina produce il massimo sforzo per riaprire la partita.

72' - Farias male su Joaquin, cartellino inevitabile.

70' - Tiro-cross di Vargas, Diakitè, a pochi passi dalla porta, spazza l'area, sul ribaltamento Joao Pedro chiama all'intervento Neto. 

69' - Sau per Cop nel Cagliari.

68' - Diagonale perfetta di Murru, bruciato Salah!

66' - Pisano, in acrobazia, anticipa Vargas, nel frattempo si prepara Gomez.

64' - Cagliari a un passo dallo 0-3! Farias disorienta Savic e prova a giro, Neto si oppone in tuffo, sulla respinta Cop va a botta sicura, ma c'è Pasqual!!!

63' - Giallo per Ekdal, ritarda le operazioni dopo aver commesso fallo.

62' - Primo cambio per Festa. Fuori Avelar, ammonito, in campo Murru.

61' - Squillo di Joaquin, Basanta non riesce però a coordinarsi di testa.

59' - GOOOLLLLL!!! Cooooopppp!! Ancora lui, all'improvviso!! Vola verso la porta, mette a sedere Savic e fulmina Neto!! Da segnalare la bella combinazione tra Cop e Farias, sulla conclusione una leggera deviazione, ma quanti meriti di Cop!! Grande giocata! 0-2!

58' - Joaquin rileva B.Valero, Montella punta a colpire partendo dalle corsie.

55' - Vargas pesca Gilardino, ma il colpo di testa termina centrale tra le braccia di Brkic.

54' - Spartito simile a quello della prima frazione, la Fiorentina attacca, ma al momento non crea reali pericoli, il Cagliari attende il momento propizio per colpire. Qualche minuto fa fermato M'Poku, offside mal segnalato.

50' - Diakitè legge bene l'uno-due al limite tra B.Valero e Gilardino.

48'  - Ceppitelli incorna il piazzato di Farias, ma, ostacolato, non può imprimere la giusta direzione al pallone.

19.02 - Vargas per Diamanti, questa la prima mossa di Montella.

18.58 - Le due panchine in campo nell'intervallo, ragnatela di passaggi in attesa del rientro in campo delle due squadre.

18.53 - Dessena "Nella mia carriera ho sempre sudato per salvarmi, dobbiamo resistere, alla fine tireremo le somme".

18.46 - Termina la prima frazione di gioco, al Franchi decide il gol, realizzato nei primi minuti, di Cop. Fiorentina molto disattenta dietro e poco incisiva davanti. Possesso palla sterile per la viola, Cagliari bravo a ripartire e vicinissimo, sempre con Cop, al raddoppio. Nel finale di tempo, segnali positivi per Montella. Diamanti sfiora il pari, piovono traversoni dalle corsie, il Cagliari fatica ad uscire. Assedio previsto nella ripresa, ma serve una reazione decisa.

45' + 1'  - La migliore occasione per la Fiorentina. Tomovic sfonda a destra, Diamanti controlla il cross basso e calcia sporco di sinistro. Brkic osserva la sfera sfilare di poco a lato.

43' - Fuori misura l'apertura di Pizarro, poco prima incomprensione Diamanti - B.Valero, Montella prepara qualche ritocco per la ripresa. Si scalda Vargas.

40' - Ancora Fiorentina! Brkic respinge con i pugni il cross proveniente dalla sinistra della zona d'attacco, Pizarro calcia al volo, ma trova il corpo di Diakitè!

36' - Duello Diakitè - Gilardino, ultimo tocco del centrale, la Fiorentina si ripresenta davanti a Brkic.

33' - Gilardino!! Altro traversone di Pasqual, torsione di testa difficilissima, palla out sul secondo palo.

32' - Cross di Pasqual, inserimento e stacco di Borja Valero, lo spagnolo non trova lo specchio.

30' - Che errore di Cop!!! Taglia alle spalle della difesa, assist meraviglioso di M'Poku, a tu per tu con Neto spara alle stelle!!

28' - Fiammata del Cagliari! Palla recuperata e ripartenza immediata. Farias guida la transizione, palla per M'Poku che prima punta Savic, poi si accontenta del tiro, respinto. 

25' - Cresce la Fiorentina, bel fraseggio nello stretto, Tomovic guadagna il corner. Cagliari alle corde.

23' - Salah! Rischia il Cagliari! Brkic esce a vuoto, sul secondo palo Salah va di testa, ma colpisce l'esterno della rete.

21' - Primo giallo anche in casa Cagliari, plateale trattenuta di Avelar su Diamanti.

20' - Rinvio in emergenza di Neto, il Cagliari fa possesso palla davanti all'area viola, Montella molto nervoso.

18' - Farias!!! Che palla-gol!! Salta Savic, rientra su Tomovic, conclusione deviata! Cagliari vicino al raddoppio!

17' - Joao Pedro prova l'imbeccata di prima per Farias, ma il pallone è troppo potente, occasione sfumata.

14' - Velo di Badelj per Salah, l'egiziano prova la palla di ritorno, ma il Cagliari spazza.

12' - Prova a reagire la Fiorentina, ma il traversone deviato di Diamanti è preda di Brkic.

9' - Ammonito Borja Valero. Gamba alta che colpisce Dessena. Il direttore di gara sceglie di estrarre il cartellino, intervento involontario.

7' - GOOOOOOOLLLL!! Cop!!! Ospiti avanti, troppo "leggera" la Fiorentina dietro. Farias può lavorare palla sull'esterno, cross basso, Cop si avventa nell'area piccola, tutti fermi i giocatori di Montella!!

5' - Ekdal! Calcia da fuori, Neto si distende e respinge, Cop non riesce a ribadire in porta. Prima chance per il Cagliari.

3' - Contrato Borja Valero, primo angolo della partita per la Fiorentina.

18.00 - Ecco il fischio d'inizio, il Cagliari gioca il primo pallone.

17.58 - Giocatori sul terreno di gioco, tradizionale stretta di mano, tutto pronto per il fischio d'inizio.

17.55 - Buona cornice di pubblico al Franchi, i giocatori stanno ultimando la preparazione negli spogliatoi.

17.50 - Intanto brutte notizie giungono da Torino e Bergamo. Lancio di bombe-carta e numerosi feriti nel derby della Mole, scontri negli spogliatoi a Bergano, storie tristi di un calcio malato.

17.45 - I successi di Genoa e Torino complicano invece il cammino della Fiorentina. Ora sono diverse le compagini che possono giocarsi i posti utili per l'Europa League, senza dimenticare l'incrocio serale tra Napoli e Sampdoria.

17.40 - I risultati odierni aprono uno spiraglio al Cagliari. Solo 2-2 per l'Atalanta con l'Empoli, sconfitta ampia, nelle proporzioni, sul campo del Genoa per il Cesena (3-1). La salvezza resta complessa, 10 i punti che separano i rossoblu dalla squadra di Reja.

17.35 - Fiorentina - Cagliari, i 22 pronti ad affrontarsi al Franchi:

Questo, invece, quello della Fiorentina

Questo quello del Cagliari

17.25 Squadre in campo per il classico riscaldamento pregara. Nel frattempo noi ci spostiamo negli spogliatoi, dando uno sguardo all'interno di questi ultimi. 

17.20 Complice l'infortunio occorso a Babacar, che starà fuori fino alla fine della stagione, Montella sceglie ancora Gilardino, che dopo la prova di lunedì contro il Verona, dà fiato a Mario Gomez, che potrebbe entrare a gara in corso. Non riposa invece Salah, che spalleggerà l'ex Bologna, Parma e Milan assieme ad Alino Diamanti. 

17.15 Questa, invece, la classifica in attesa delle due gare che si giocheranno alle 18, qui, ed alle 20.45 al San Paolo di Napoli. Con una vittoria la Fiorentina potrebbe riportarsi a -6 dal terzo posto e continuare a sperare nella qualificazione ai preliminari di Champions League. 

17.10  Sono state appena diramate le formazioni che si sfideranno sul terreno di gioco del Franchi. Andiamo a dare uno sguardo: 

Fiorentina (4-3-3): Neto; Tomovic, Savic, Basanta, Pasqual; Badelj, Pizarro, Borja Valero; Diamanti, Gilardino, Salah

Cagliari (4-3-3): Brkic; Avelar, Ceppitelli, Diakitè, Pisano; Ekdal, Dessena, Pedro; Mpoku, Farias, Cop.

17.05 Si sono appena concluse le sfide del pomeriggio di Serie A. Si giocava in cinque campi, in attesa dei posticipi di Fiorentina e Napoli.

Ecco i risultati: 

Genoa - Cesena 3-1 (38' Bertolacci, 45' Perotti su rigore, 53' Pavoletti, 69' Carbonero)

Hellas Verona - Sassuolo 3-2 (30' Juanito Gomez, 35' Moras autorete, 63' e 71' Toni, 89' Floro Flores)

Lazio - Chievo Verona 1-1 (45' Klose, 76' Paloschi)

Parma - Palermo 1-0 (23' Nocerino su rigore)

Torino - Juventus 2-1 (35' Pirlo, 45' Darmian, 57' Quagliarella)

17.00 Buonasera e benvenuti alla diretta scritta live e di Fiorentina – Cagliari (18.00), incontro valido per la 32° giornata della Serie A Tim. La Fiorentina giunge all'appuntamento domenicale galvanizzata dal successo di Coppa. Il 2-0 col Dnipro apre le porte della semifinale e “regala” alla viola uno scontro ad alta quota con il Siviglia. Discorso opposto per il Cagliari, reduce dall'ennesimo ribaltone, dopo il secondo addio in stagione di Zdenek Zeman. Divorzio violento tra il boemo e la squadra, con Festa nel difficile ruolo di traghettore fino al termine del campionato.

Se è vero che la Fiorentina può sorridere per l'approdo tra le magnifiche quattro d'Europa League, il recente periodo segna un preoccupante calo in campionato. Montella è reduce da due battute d'arresto, l'ultima pesante, al Franchi, con il Verona. In precedenza, tre scoppole, rimediata contro il Napoli di Benitez. Al momento, Fiorentina sesta, a quota 49, a un punto dalla Sampdoria. Inseguono, alle spalle della viola, Torino e Genoa, con il Milan che coltiva ambizioni di rimonta.

Per il Cagliari lo spettro della B è sempre più veritiero. Dopo il pari – 1-1 – con l'Empoli, 4 sconfitte consecutive, con Milan, Lazio, Genoa e Napoli. La salvezza dista nove punti, l'Atalanta è a quota 30, mentre i sardi, penultimi, sono fermi a 21 punti.

Nel primo atto, dominio assoluto della Fiorentina. 4-0 tonante, griffato dalla doppietta di Mati Fernandez e dalle reti di Gomez e Cuadrado.

I numeri dicono Fiorentina. Trentaquattro le sfide disputate al Franchi, 25 le vittorie dei padroni di casa, 6 i pareggi, solo tre le affermazioni esterne. Inquietante, per il Cagliari, anche il raffronto dei gol segnati, 64 a 22 per la viola. L'ultimo confronto risale alla scorsa stagione, partita terminata in parità, una rete per parte, Borja Valero e Pinilla nel tabellino dei marcatori.

Montella è orientato a disporre la Fiorentina con il 4-3-3, inevitabile valutare qualche avvicendamento dopo le fatiche di Coppa. Il giovedì europeo lascia tossine importanti nelle gambe di alcuni, ovvio quindi optare per un moderato turnover. Tra i pali Neto, Basanta affianca G.Rodriguez al centro, con Pasqual e Richards esterni. Badelj in mediana, per garantire a Pizarro il giusto riposo. Fondamentale l'apporto del cileno in regia, Montella utilizza col contagocce un giocatore decisivo ed incline all'infortunio. Aquilani e Borja Valero mezzali, con Lazzari che scalpita per strappa una maglia. Al centro dell'attacco Gilardino, in tre per due posti al fianco del violino di Montella. Ilicic e Diamanti un passo avanti a Vargas, autore del 2-0 al Franchi contro la Dinamo. In panchina quindi la coppia delle meraviglie Salah – Gomez, così come Joaquin.

Difficile prevedere ribaltoni nel Cagliari. In pochi giorni Festa non può scardinare le idee di gioco di una squadra frastornata dalla situazione attuale di classifica e di campo. 4-3-1-2 (non più 4-3-3, l'impronta differente è qui chiara) al via, Cossu a ispirare M'Poku e Cop. Conti leader del centrocampo, Ekdal e Dessena a completare la mediana, dietro Balzano, Ceppitelli, Diakitè, Avelar, in porta Brkic. Da valutare, soprattutto nel mezzo, le candidature di Donsah e Crisetig. Due assenze per squalifica, Longo e Rossettini.

Montella "Loro hanno cambiato allenatore ed avranno qualche motivazione in più, voglio che sia mantenuta la concentrazione per tutti i 90 minuti. Quando sarà il momento opportuno poi penseremo alla gara con gli andalusi, non ora però". Montella poi difende a spada tratta il turnover fatto nelle scorse partita: "Rifarei quelle scelte all'infinito, ci sono servite per essere freschi giovedì: contro il Verona abbiamo fatto una grande partita ma alcuni episodi negativi ci hanno punito. Vogliamo migliorare la classifica, il sesto posto non è proprio il massimo". Tra le cose da migliorare c'è sicuramente la concretezza in fase offensiva: "Creiamo sempre molto ma non riusciamo ad ottenere quanto meriteremmo: dobbiamo risolvere questo aspetto del nostro gioco. Salah? Va meglio quando è accompagnato da un centravanti classico, al quale possa fare da supporto". Occhio al Cagliari: "Il cambio di allenatore li ha resi di fatto senza punti di riferimento, non conosciamo le mosse tattiche di Festa essendo questa la sua prima gara in assoluto. Gilardino sta bene ed è pronto a giocare nuovamente dal primo minuto, anche Richards è disponibile dopo un problema alla caviglia". Montella poi dà ancora fiducia a Neto, nonostante il recupero di Tatarusanu, soffermandosi anche sullo stato di salute di Rossi: "Ciprian sta sempre meglio, anche se ancora non lo ritengo al 100%. Rossi? Pepito ormai corre meglio, anche se non si è ancora allenato con la squadra e quindi non so con certezza quando possa rientrare definitivamente".

Festa "Il Presidente mi ha chiesto di far riaccendere la luce, togliere le zavorre dai ragazzi. Tante preoccupazioni, tensioni. Si va in campo cercando di dare il meglio. Ora conta solo il Cagliari. Contro la Fiorentina ci aspetta una gara difficile, è un cliente difficile, come tutte le partite a questi livelli. È fondamentale l'approccio, loro sono ben organizzati e hanno grandi individualità. Noi ci proviamo, non abbiamo nulla da perdere. Cosa può spaventarci ora come ora? Niente. Guardiamo solo al Cagliari, è una squadra che per tanti motivi ha ottenuto meno di quanto meritato. Voglio essere concreto e concentrarmi solo su quello che mi può servire per la prestazione della domenica. Gianluca Festa viene in secondo piano. Montella era bravo come calciatore e sta dimostrando di essere un ottimo tecnico. Ha una sua filosofia, è tecnico e attento. Le sue squadre si riconoscono, c'è la sua impronta".

Da segnalare, in casa Cagliari, la presenza al fianco di Festa di David Suazo. L'attaccante non ha il patentino da allenatore, non può quindi guidare in prima persona la squadra, da qui la decisione di affidare a un tandem il gruppo, nel tentativo di invertire la rotta. “La squadra non mi segue più”, il saluto di Zeman indica una rottura nell'ambiente, Giulini punta quindi a ritrovare in primis armonia e spirito, attraverso il carisma di Festa e l'entusiasmo di Suazo, due ex giocatori da sempre nel'ambiente, due simboli, in grado di innescare il gruppo.

Share on Facebook