Fiorentina, Rossi: "Mi sento bene"

L'attaccante della Fiorentina rassicura i tifosi sul suo attuale stato di forma dopo la sostituzione nella gara contro il Benfica di stanotte.

Fiorentina, Rossi: "Mi sento bene"
Giuseppe Rossi con la maglia della Fiorentina

“Mi serve fare i contrasti e prendere le botte in campo, stiamo facendo passi in avanti. Adesso abbiamo due, tre giorni liberi poi si ricomincia a lavorare a Firenze. Abbiamo giocato bene contro una grande squadra, sono contento per i miei compagni soprattutto per Lezzerini che ha parato il rigore finale. Sulla mia sostituzione mi sentivo bene, avrei voluto giocare ancora di più ma andiamo avanti tranquilli però, siamo solo all’inizio”. Queste alcune dichiarazioni rilasciate da Giuseppe Rossi all'emittente Radio Bruno Toscana che tranquillizza i tifosi viola sul suo attuale stato di forma. Giuseppe Rossi è reduce da due anni viola costellati di infortuni. In viola nelle ultime due stagioni ha raccolto appena 22 presenze, nonostnate i 16 goal all'attivo.

Rossi, dopo la partita con goal contro i Francesi del PSG, nello scorso match contro il Benfica è entrato nella ripresa ma ha abbandonato il terreno di gioco dopo appena 26 minuti facendo venire i brividi ai tifosi viola che pensavano ad un'altro infortunio. Tuttavia, il tecnico Paulo Sousa, ha rassicurato cosi i tifosi: "Rossi ha fatto benissimo e lui avrebbe voluto giocare ancora di più Sono molto contento e soddisfatto perchè gli abbiamo dato ancora più minuti e con una velocità maggiore rispetto alla partita precedente. Sul piano agonistico e dei contrasti sta dando risposte positive. Sta facendo lavoro aerobico e di forza specifico. Ogni giorno che passa, ogni competizione che lui disputa in più, più vicino sarà al calcio che avrà in testa e nei piedi".

Anche il presidente Cognigni ha rassicurato i tifosi: "Rossi era dispiaciuto per l'uscita dal campo, che era comunque programmata, ma il tecnico viola vuole centellinare l'utilizzo di Pepito Rossi, così da farlo entrare in forma progressivamente ed evitare pericolose ricadute e ulteriori infortuni"


Share on Facebook