Bologna - Fiorentina: 1-1 made in Italy

Bernardeschi prima, Giaccherini poi sono i protagonisti di un pareggio equilibrato tra Bologna e Fiorentina. Risultato giusto, con i padroni di casa che meritano leggermente di più ma non trovano mai il colpo decisivo.

Bologna - Fiorentina: 1-1 made in Italy
Bologna
1 1
Fiorentina
Bologna: (4-3-3): Da Costa; Mbaye, Gastaldello, Maietta, Masina (31' st Constant); Donsah, Diawara, Taider (37' st Brienza); Mounier (20' st Floccari), Destro, Giaccherini. A disp.: Mirante, Stojanovic, Zuniga, Brighi, Zuculini, Morleo, Crisetig, Rizzo. All.: Donadoni
Fiorentina: (3-4-2-1): Tatarusanu; Roncaglia, G. Rodriguez, Astori; Bernardeschi (45' st Tomovic), Vecino, Borja Valero, Pasqual; Mati Fernandez, Tello (36' st Zarate); Babacar (1' st Kalinic). A disp.: Sepe, Lezzerini, Blaszczykowski, Kone, Ilicic. All.: Lladò
SCORE: 1-1 14' st Bernardeschi (F), 18' st Giaccherini (B)
ARBITRO: Arbitro: Banti Ammoniti: Diawara, Giaccherini (B); Astori, Roncaglia (F) Espulsi: 12' st Mati Fernandez (F) per somma di ammonizioni

Finisce 1-1 il primo incontro della giornata di Serie A tra Bologna e Fiorentina. Un pareggio made in Italy, con le realizzazioni di Bernardeschi prima e Giaccherini poi, che, anche se non in fondo non fanno contento nessuno, lasciano almeno qualche buon segnale per mister Antonio Conte in vista dell’Europeo.

Non ci sono Ilicic e Kalinic dal 1’, nella formazione di Paulo Sousa, che, dalla tribuna, schiera un anomalo 3-4-3 che passa a quattro in difesa quando il Bologna di Roberto Donadoni attacca coi suoi tre uomini. La partita è abbastanza veloce e piacevole, ma le difese restano ben organizzate. Il primo guizzo arriva dopo 19’, con Donsah che, dopo una bella progressione, serve Destro in area. Il bomber ex Roma e Milan, un po’distratto, perde il tempo del tiro, che si smorza docile tra le braccia di Ciprian Tatarusanu. La risposta della Fiorentina arriva al minuto 22, con una cavalcata di Tello sulla fascia sinistra, cui segue un cross basso, allontanato non senza difficoltà da Maietta. Ma la prima vera e propria occasione dell’incontro è al minuto 32: Tello liberato in area da un gran lancio è costretto ad un tiro da posizione defilata, su cui Da Costa è bravo ad intervenire in corner. Dopo appena due minuti, altra grande chance per la Viola, sui piedi di Babacar, che conclude alto dopo un cross basso di Bernardeschi dalla destra. Ci sono poche occasioni, ma il match rimane divertente. Nella prima frazione, i migliori sono Donsah da una parte e Tello dall’altra.

La musica cambia nella ripresa. Dopo 12’, arriva la prima svolta: Mati Fernandez commette un fallo ingenuo sulla sua trequarti offensiva e costringe l’arbitro Banti ad estrarre il secondo giallo. Fiorentina in dieci, e pendolo dell’incontro che inizia a pendere verso i padroni di casa. Ma paradossalmente, è la Fiorentina a passare in vantaggio, dopo 13’: il neo entrato Kalinic dalla sinistra piazza un traversone basso sul quale si fionda Bernardeschi che, solo, insacca con un preciso piattone di sinistro. 0-1, e primo gol della stagione per un giocatore italiano della Viola. Ma la gioia del vantaggio dura poco, e precisamente quattro minuti: al 17’, uno straripante Donsah serve una palla in mezzo a Giaccherini da destra. L’ala ex Cesena e Juve, non marcata, realizza a botta sicura. 1-1, e il Bologna si fionda in avanti. Saranno altre due le occasioni per i rossoblù padroni di casa, sempre propiziate da Gotfred Donsah, di gran lunga il migliore in campo. La prima, in particolare, dopo 28’, libera Taider che, dal limite dell’area, prova un gran tiro, costringendo un super Tatarusanu al miracolo.

L’incontro finisce per 1-1, risultato giusto per una partita che è stata piuttosto piacevole ma troppo priva di occasioni significative. Il pareggio fa meglio al Bologna, ma, visto come si erano messe le cose, la Fiorentina non può che ringraziare i suoi santi e intascare questo punticino che vale oro.

Fiorentina