Fiorentina - Sassuolo, esame di maturità

Due partite in 4 giorni, Sousa si gioca una fetta di stagione. Di Francesco - in emergenza - punta su carattere e bel gioco.

Fiorentina - Sassuolo, esame di maturità
Fiorentina - Sassuolo, esame di maturità

Snodo cruciale. Quattro giorni per definire il futuro viola. Sousa attende nel fortino del Franchi il Sassuolo, giovedì, invece, il recupero con il Genoa. Punti pesanti, per rifinire la classifica e lasciare il limbo attuale. Nona posizione, nella terra di nessuno, tra color che son sospesi. La buona chiusura del cammino europeo aumenta il tasso di fiducia del gruppo, reduce, in A, dal finale al cardiopalma con il Palermo. Serve una scossa per accendere una squadra che procede, da troppo tempo, a strappi. La sequenza alle porte può nobilitare la stagione e rilanciare anche Sousa, spesso nel mirino della critica e del tifo viola. 

Di contro, Di Francesco deve lottare contro i "fantasmi" di una stagione difficile. L'Europa - premio e condanna - spoglia di energie una squadra dalla rosa corta e decimata. Ai viaggi infrasettimanali si abbina la malasorte, non semplice resistere in questa tempesta di eventi. L'incontro posticipato con il Genk - un giorno di ritardo causa la scarsa visibilità - complica ulteriormente i piani, perché accende l'allarme fisico. Il Sassuolo - importante la vittoria sull'Empoli nel turno in archivio - si presenta in affanno a Firenze, ma l'obiettivo è di proseguire, almeno in campionato, l'onda positiva (pari a Napoli prima della gara con gli azzurri di Martusciello). 

Source: Francesco Pecoraro
Source: Francesco Pecoraro

Le probabili formazioni

Sousa ha pochi dubbi per la gara interna. Da valutare la condizione di Borja Valero, fermo ieri per una contusione. Il magistero dello spagnolo è fondamentale per ripulire la manovra, snellire il giro-palla. In caso di forfait, come annuncia la Gds, spazio a Vecino, in coppia con Badelj. In sostanza, un ritorno all'antico. Nel 4-2-3-1 viola, fuori per squalifica Tomovic, Astori accompagna Gonzalo Rodriguez al centro della difesa, con Milic e Salcedo sull'esterno. Batteria di trequartisti a supporto di Kalinic. Ilicic si muove in posizione centrale, Tello parte da destra, maggior libertà ha Bernardeschi, oggi il giocatore più in forma della Fiorentina. 

Fiorentina - 4-2-3-1: Tatarusanu; Salcedo, Rodriguez, Astori, Milic; Badelj, Borja Valero; Tello, Ilicic, Bernardeschi; Kalinic 

Source: Gabriele Maltinti
Source: Gabriele Maltinti

Di Francesco non può disporre del lungodegente Berardi, ma anche di Missiroli, Terranova, Duncan, Politano, Biondini e Letschert. Spazio quindi a un undici in versione "ridotta". Defrel guida l'attacco, la sua velocità può piegare la cerniera di casa. Ragusa e Ricci a supporto dell'11, Magnanelli il riferimento in mediana. Le mezzali sono Mazzitelli - ballottaggio con Sensi - e Pellegrini. L'interrogativo riguarda Acerbi, regolarmente con la squadra ma non al meglio. Pronto Antei. Peluso e Gazzola laterali di difesa, Consigli e Cannavaro completano la formazione iniziale. 

Sassuolo - 4-3-3: Consigli; Gazzola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Mazzitelli, Magnanelli, Pellegrini; Ragusa, Ricci, Defrel

Le parole della vigilia

Sousa "Dobbiamo essere effettivi davanti alla porta e cercare di vincere. Sappiamo che per via delle nostre caratteristiche, per conquistare i tre punti dobbiamo creare molte occasioni da gol. Per questo mi aspetto una gara dura, il Sassuolo è fisico e organizzato, ma anche veloce e tecnico in attacco".

La conferenza completa 

Di Francesco "I viola hanno una filosofia di gioco, col Palermo hanno finito con tanti attaccanti, vogliono sempre far male all'avversario. Sicuramente avere l'Europa League non aiuta. Hanno un potenziale davanti impressionante, ci sono giocatori con spiccate qualità offensive, bravissimi anche nell'uno contro uno."

La conferenza completa 

Fischio d'inizio alle ore 19, dirige Fabbri 


Share on Facebook