Gasperini: "Proveremo a vincere"

Ala vigilia di Genoa - Inter parla l'allenatore dei rossoblu

Gasperini: "Proveremo a vincere"
www.calcionewstime.com

A poco meno di ventiquattro ore dalla partita contro l'Inter di Walter Mazzarri il tecnico del Genoa Gian Piero Gasperini si presenta in Conferenza stampa con qualche dubbio di formazione ma con grande voglia di riscattare la pesante sconfitta di Roma. 

Sono ben cinque gli indisponibili tra squalificati, Matuzalem, e infortunati come Kucka, Gamberini, Santana e Portanova. Tra gli indisponibili non figura il nome del portiere Perin dato che sembra aver recuperato dal problema al ginocchio come sottolinea il tecnico genoano: " Perin oggi si è allenato, sono fiducioso di un suo recupero per la partita di domani contro l'Inter, probabile che scenda in campo" . Indisponibile sembra anche il nuovo arrivato De Ceglie, ma solo perchè come dice il mister: "E' arrivato solamente ieri e non ha avuto modo di allenarsi, partirà dalla panchina, poi vedremo se le circostanze saranno favorevoli per un suo impiego. E' un giocatore molto duttile e può occupare più zone del campo, sono sicuro che ci darà una grande mano". 

Tornando al Campionato mister Gasperini ricorda: "Ci manca di fare punti con le grandi, con le squadre che in classifica stanno dall'Inter in su ecco perchè con l'Inter è una partita importante che arriva in una fase di campionato delicata". Continua poi :" E' chiaro che dispiace non poter affrontare l'Inter con la squadra al completo ma c'è grande fiducia e lo spirito di squadra è buono, ci proveremo ugualmente". 

Come detto, assenze importanti nel Genoa che a centrocampo dovrà fare a meno di Matuzalem, che negli schemi di Gasperini ha un ruolo molto importante: "L'assenza di Matuzalem è importante, è molto difficile da sostituire perchè non abbiamo in rosa un giocatore con le sue caratteristiche, ma cercheremo di sostituirlo attraverso altre situazioni". Sugli avversari: "L'Inter mi ha sempre fatto una buona impressione, in questi ultimi due anni ha cambiato molto. All'inizio della stagione ha fatto molto bene e anche se adesso non è al meglio rimane sempre una grande squadra. Palacio e Milito? Non abbiamo certo timore di affrontarli come ex, ma sono due grandissimi giocatori e dovremo fare molta attenzione. Li saluteremo si, ma magari soltanto alla fine della gara".

Infine si ritorna a parlare di mercato: " Sono sicuro che ne usciremo rafforzati da questo mercato, il presidente è tornato dai suoi impegni e adesso ci darà una grande mano perchè lui è un valore aggiunto. Di solito i nostri giocatori sono attorniati da chiaccare circa la loro situazione sul mercato ma vi assicuro che non viene influenzata la loro prestazione in campo, sappiamo benissimo che è il gioco del mercato. Personalmente guardo solo ai fatti come l'arrivo di De Ceglie che è un ottimo arrivo e darà un grosso contributo. Di certo è un mercato molto difficile, poche squadre possono permettersi di spendere molto per avere grandi calciatori. Dobbiamo sfruttare le oppurtinità anche se queste dovessero presentarsi all'ultimo minuto."

In conclusione sulla cessione di Manfredini: " Non c'è alcun mistero sulla cessione di Thomas. E' stato bravo il suo procuratore a trovargli a 34 anni un contratto a cifre importanti, con me ha sempre giocato, un ragazzo splendido. La società, con questa cessione, riesce a ringiovanire il ruolo e incassare qualcosa". Un Gian Piero Gasperini dunque molto carico e proiettato verso una partita che promette scintille tra due squadre che vogliono stupire in un campionato che ancora ha molto da dire, siamo soltanto al classico "Giro di boa".

Genoa