Genoa, Gasperini: "L'arbitro ha usato due pesi e due misure. Col Milan costretti a vincere"

Il tecnico rossoblu esce sconfitto dall' Olimpico: "La Lazio era disperata. L'arbitro con noi ha tirato fuori due cartellini gialli e con loro parlava"

Genoa, Gasperini: "L'arbitro ha usato due pesi e due misure. Col Milan costretti a vincere"
Genoa, Gasperini: "L'arbitro ha usato due pesi e due misure. Col Milan costretti a vincere"

Il Genoa torna dall'Olimpico per la prima volta, dopo diverse anni, a mani vuote. Dopo 4 anni di sconfitte contro la squadra genoana, la Lazio sfata il tabù e sconfigge i rossoblu con i gol di Djordevic e Felipe Anderson. C'è amarezza nelle parole di Gasperini al termine del match: "Serataccia, un errore difensivo e la gara è cambiata? Sono d'accordo con il fatto che l'errore ha permesso alla Lazio di chiudere il primo tempo in vantaggio. Abbiamo preso il palo, qualche parata di Marchetti. Nel secondo tempo non riusciamo a giocare 11 contro 11, due gialli in due minuti. Fai fatica con queste squadre dove è già difficile recuperare in parità numerica. La partita era giusta, avevamo la possibilità di fare una buona gara. Il gol preso è veramente banale, sicuramente quelle sono situazioni sulle quali dobbiamo lavorare meglio perché compromettiamo delle partite che sono incanalate nel modo giusto. Con questa gestione di cartellini così pesante si fa fatica a terminare la gara.  Anche Mauricio doveva uscire, come Gentiletti probabilmente. I nostri falli vengono sanzionati subito mentre dall'altra parte si parla. Lo abbiamo già subito domenica e anche questa sera. Poi la partita è comunque difficile, è diventata brutta tale e quale a domenica. La Lazio oggi era disperata e doveva vincere a tutti i costi, come la Juve, adesso noi siamo disperati e domenica giocheremo contro il Milan Partendo dalle cose buone che abbiamo fatto, migliorando certi errori che ci costano caro, rivedere le nostre qualità e sperare di riniziare a recuperare qualche giocatore. Dobbiamo cercare di fare più punti possibili contro chiunque. Passavamo con un attaccante in più, eravamo anche partiti bene nella seconda frazione con questa formazione. Era un modo per recuperare la gara ed essere più offensivi del primo tempo".


Share on Facebook