Genoa: il nome forte è Rossi, restano vive le piste Cerci e Borriello

Il Genoa cerca di rimpolpare la rosa per raddrizzare un avvio di stagione incerto, tanti però anche i movimenti in uscita

Genoa: il nome forte è Rossi, restano vive le piste Cerci e Borriello
Pepito Rossi, in uscita dalla Fiorentina

Calde ore per il mercato del Genoa, ai vari nomi in entrata per l'attacco, si affiancano diverse voci in uscita, le "stelle" della squadra di Preziosi sono richiestissime sul mercato.

IN ENTRATA- Pepito Rossi quest'anno non ha avuto spazio nella bella Fiorentina di Sousa, 10 presenze e 0 gol in campionato, 4 con due gol in UEL invece. Il ragazzo viene da una serie di infortuni affatto banali, ma la sua voglia di giocare è tanta e non lo ha mai tenuto nascosto nelle sue varie interviste. Il Genoa è pronto a dargli una opportunità per rilanciarsi ancora una volta nel nostro campionato, la formula dovrebbe essere quella del prestito con diritto di riscatto. Rossi andrebbe a coprire il ruolo che quasi sicuramente verrà lasciato vuoto dalla partenza di Diego Perotti. Altro nome sempre di moda è quello di Alessio Cerci, scaricato ormai dal Milan, che vorrebbe cederlo volentieri anche solo in prestito. Dopo aver convinto l'Atletico Madrid riguardo all'operazione, ora c'è bisogno del via libera del fondo d'investimento del Qatar che possiede parte del cartellino dell'ala italiana. Cerci ha dato il suo via libera a Gasperini, adesso si aspettano notizie dal fondo di investimento che vorrebbe monetizzare con un'altra cessione ed è restio ad autorizzare un passaggio in prestito. Un nome che torna e ritorna sempre è inevitabilmente quello di Marco Borriello, legatissimo all'ambiente del Grifone, dove ha passato le sue migliori stagioni e dove anche l'anno scorso ha giocato una discreta metà di campionato, seppur con poche presenze e 0 gol. Un altro obiettivo che si sta seguendo molto da vicino è Ryder Matos del Carpi, il quale è voluto da mezza Serie A, dunque non è un'operazione facile. Il piano di riserva è Libor Kozak, ex Lazio in forza all'Aston Villa, dove non ha mai trovato gran spazio, in 3 anni 16 presenze e 4 gol, un bottino davvero misero. Per il centrocampo occhi puntati su Mazzitelli del Brescia, per la difesa invece si sta chiudendo con la Roma per il terzino Torosidis. Inoltre, in vista della probabile partenza di Pandev, il secondo di Pavoletti potrebbe essere Petagna, ex Milan e Samp, cresciuto molto quest'anno all'Ascoli in Serie B.

IN USCITA- Sembra essersi chiusa la trattativa per Mandragora alla Juventus, 7 milioni più altri 7 di bonus nelle casse del Genoa. Manca ormai solo l'ufficialità, ma il ragazzo ha già firmato, resterà al Pescara in B fino a fine stagione, poi la Juventus deciderà come utilizzarlo. Perotti nella prossima giornata di campionato ci sarà, ma ha le valigie in mano, difatti il Genoa si sta già coprendo sul mercato per la sua partenza. La sua direzione sarà probabilmente Roma, sponda giallorossa, ma arrivano voci anche da Milano, dove il Milan più che l'Inter, vorrebbe portarlo all'ombra del Duomo. In difesa ci sono quattro nomi in uscita, i più importanti sono Izzo e De Maio, il primo cercato fortemente da Inter e Fiorentina, adesso i viola sono in pole. Il francese invece è fra Lazio e Torino. I biancocelesti stanno cercando di chiudere subito l'affare, visto che il Torino è condizionato dalla situazione Maksimovic, che sta trattando per andare al Napoli. Diogo Figueiras probabilmente andrà in prestito al Porto, mentre Cissokho potrebbe tornare in Francia.


Share on Facebook