Genoa Vs Fiorentina in Serie A 2015/2016 (0-0)

Genoa Vs Fiorentina in Serie A 2015/2016 (0-0)
Genoa
0 0
Fiorentina
Genoa: (3-4-3): Perin; Izzo, Burdisso, Munoz; Ansaldi, Rincon, Dzemaili, Laxalt; Perotti (63' Cerci), Pavoletti, Suso (63' Capel). All. Gasperini
Fiorentina: (3-4-1-2): Tatarusanu; Roncaglia, Rodriguez, Munoz; Bernardeschi, Vecino, Borja Valero, Pasqual (77' Marcos ALonso); Ilicic (55' Tino Costa); Babacar, Zarate (55' Kalinic). All. Sousa
ARBITRO: Piero Giacomelli. Ammoniti: Ansaldi 6', Roncaglia 31', Vecino 37', Pavoletti 43'.
NOTE: Ventiduesima giornata di Serie A 2015/16. Si gioca allo stadio Luigi Ferraris in Marassi, Genova. Calcio d'inizio ore 15.00.

17.01 - Per oggi è tutto da noi di VAVEL Italia! Io sono Stefano Fontana e vi ringrazio per aver passato questo splendido pomeriggio di Serie A in mia compagnia. Rimanete sintonizzati per tutto il meglio del calcio e dello sport internazionale. Alla prossima, ciao!

16.57 - Partita molto divertente a Marassi, con la prima ora di gioco leggermente più favorevole ai padroni di casa, mentre i Gigliati si sono risvegliati in concomitanza con l'ingresso in campo di Kalinic e Tino Costa. Occasioni importanti per Pavoletti e Bernardeschi, ma tutto sommato la partita è stata decisamente piacevole. Pareggio che accontenta fino ad un certo punto entrambe le squadre: il Genoa si stacca dalla Samp sconfitta a Bologna e vola a quota 24, staccando di cinque punti il Carpi terzultimo. La Fiorentina invece perde terreno dalla vetta: i 42 punti degli uomini di Sousa sono 8 in meno del Napoli capolista, 6 in meno della Juventus.

16.53 FINISCE QUI! 0-0 TRA GENOA E FIORENTINA, MA PARTITA TUTT'ALTRO CHE NOIOSA!

90+5' - MARCOS ALONSO! ALL'ULTIMO SECONDO! SUPER, SUPER PERIN! Conclusione dal limite col mancino al volo: in tuffo Perin ci mette il guantone ed evita la beffa! Doppio gesto tecnico notevole.

90+4' - Capel prova a restituire il favore, ma il colpo di testa di Cerci non mette minimamente paura a Tatarsanu.

90+3' - Slalom gigante di bernardeschi che si procura corner: il cross è però allontanato e riparte il Genoa con Cerci che arriva sul fondo. Palla dentro tesa, Capel non riesce ad anticipare Tatarusanu per pochi millimetri.

90+1' - Ultimo cambio di Gasperini che teme le palle alte: Leonardo Pavoletti esce, dentro Sebastian De Maio. 

90+1' - Tensione a Marassi, che confusione! Pavoletti accusato dagli avversari di un tocco di mano, Giacomelli lascia correre ma ci sono scintille tra il centravanti e Gonzalo Rodriguez, che vanno testa a testa.

90' - Scocca il novantesimo, sono cinque i minuti di recupero segnalati da quarto uomo.

88' - Vecino riparte bene per Babacar: grande controllo sulla trequarti, ma il senegalese ignora la sovrapposizione di Marcos Alonso per provare il tiro dalla distanza, un destro basso che non impensierisce Perin.

87' - Ci prova il Genoa, in forte pressione.

84' - Episodio incredibile vicino alla panchina della Fiorentina! La palla schizza verso la linea laterale, Sousa nel tentativo di far ripartire subito il contropiede dei suoi ferma il pallone, ma è dentro il campo! Ingenuità che fa sorridere da parte di Paulo Sousa. Ora si riparte con la palla a due, ma il tecnico portoghese è stato allontanato. Dopo i piccioni, Sousa che ritorna per un attimo calciatore: che giornata curiosa oggi a Genova.

82' - Tino Costa in ritardo su Diego Capel, ammonito. Lui, come Roncaglia, era diffidato: entrambi salteranno la partita col Carpi.

81' - Astori! Bello schema dalla bandierina a liberare Bernardeschi in area. Palla dentro per Astori che però si fa murare il destro.

81' - Izzo anticipa Babacar e prolunga, corner.

80' - Marcos Alonso va via ad Ansaldi che lo stende: punizione dalla trequarti, va Tino Costa sul punto di battuta col mancino.

79' - Babacar si accentra da destra e tenta il mancino dai venti metri, fratello gemello della meteora precedente di Dzemaili.

78' - Quanta confusione a centrocampo! Si lotta letteralmente su ogni pallone, momenti intensissimi.

77' - Marcos Alonso rimpiazza Manuel Pasqual sulla fascia sinsitra.

76' - Serie di rimpalli in area, rischia tantissimo Bernardeschi che la regala a Dzemaili dal limite: il tentativo di esterno dell'ex-Napoli finisce lontanissimo dai pali.

75' - Cerci! Rientra sul sinistro e prova la palla tagliata veso l'area piccola: nessuno tocca e Tatarusanu blocca.

74' - Pressing prolungato di Babacar su Rincon: il senegalese spinge e sbraccia, inevitabile la punzione.

73' - Solita accelerazione di Cerci che brucia prima Costa e poi Roncaglia, ma il cross basso è impreciso e Pavoletti scivola: esce in grande stile Gonzalo Rodriguez.

72' - Pessimo tiro dalla bandierina di Bernardeschi, direttamente in fallo laterale. Ma la Fiorentina pressa e riconquista subito palla.

71' - Borja Valero porta palla in contropiede ma non trova il tempo nè del passaggio in mezzo nè del tiro: Laxalt lo chiude in corner.

70' - Ultimi tre minuti molto molto caotici, con continui rimpalli e tentativi di ribaltare il fronte.

69' - Bernardeschi rientra forte su Diego Capel ma lo travolge, fallo.

68' - Ora la Fiorentina sembra in controllo grazie alle buone doti di palleggio dei suoi uomini.

66' - Vecino imbuca per Tino Costa, ma la palla è lunga e scivola sul fondo.

63' - Ecco la risposta di Gasperini, proprio nel momento di maggiore pressione degli avversari: cambiano tutti e due gli esterni alti: Alessio Cerci rileva Diego Perotti (all'ultima in casacca rossoblù?), mentre un otttimo Suso lascia il posto a Diego Capel.

62' - Azzarda il no-look Perotti, ma la traiettoria è intercettata da Bernardeschi che anticipa Laxalt e fa ripartire Vecino.

61' - I cambi della Fiorentina sembrano aver trasformato i Viola, che ora sono molto più aggressivi e convinti.

60' - Ancora Bernardeschi che pesca col filtrante Kalinic: sulla pressione di Burdisso il croato cade in area, ma Giacomelli lascia correre facendo infuriare Paulo Sousa.

59' - Babacar! Bernardeschi semina il panico sulla fascia destra, palla dentro per Babacar che calcia a botta sicura dal dischetto del rigore: Ansaldi è sulla traiettoria e respinge.

58' - Lancio lungo di Vecino a cercare Babacar, perfettamente antcipato da Burdisso che a sua volta lancia in direzione di Pavoletti, il quale usa perfettamente il corpo per guadagnarsi un fallo.

57' - Costa, freschissimo ex dellla partita, si è posizionato accanto a Vecino in mediana: Borja Valero torna nel suo ruolo, quello di trequartista.

55' - Mini-rivoluzione per Sousa: due cambi! Tino Costa rileva Ilicic, mentre Nikola Kalinic scende in campo al posto di Mauro Zarate.

54' - Secondo intervento dello staff medico toscano, ancora per Tatarusanu: la ferita infatti continua a sanguinare ed ora è stata bendata.

53' - Pasqual stende Suso: sul traversone dalla fascia destra arriva Pavoletti che però gira verso la porta con poca forza.

52' - Gioco fermo per la medicazione di Tatarusanu, che in occasione dello scontro con Pavoletti si è lievemente ferito sopra al ginocchio.

50' - PAVOLETTI! NON CI CREDO! SECONDA OCCASIONE CONSECUTIVA, INCREDIBILE A MARASSI! Sempre Suso ad inventare: palla lunga dalla destra, la linea del fuorigioco sbaglia completamente il tempo e Perotti si inserisce tutto solo in area di rigore: sponda di petto per Pavoletti che calcia addosso a Tatarusanu in uscita. Grande parata del rumeno, ma che occasione! Che inizio di tempo del Genoa!

49' - SUSO! SUSO! PALO! CLAMOROSO PALO DEL GENOA! Mancino dal limite di Suso che con una bomba prova a sorprendere sul primo palo Tatarusanu, ma solo il palo respinge.

48' - Ilicic! Buona azione della Fiorentina con lo sloveno che scambia sulla destra con Vecino e poi prova il sinistro a giro: le mani di Perin impediscono alla palla di infilarsi nell'angolino basso.

48' - Rodriguez chiude sul fondo e concede il quarto tiro dalla bandierina in due minuti ai padroni di casa.

48' - Suso si beve Ilicic ed il suo cross è ribattuto: terzo corner.

47' - Riparte col turbo il Genoa: due corner in un minuto.

46' SI RIPARTE, INIZIA IL SECONDO TEMPO!

16.01 - Tornano in campo le due squadre! Dentro gli stessi ventidue che hanno terminato il primo tempo.

15.57 - Potrebbe essere Kalinic la sveglia della Fiorentina? Oppure Tino Costa? O ancora la rapidità del neo-acquisto Tello? Le alternative non mancano, ora sta a Sousa provare a pescare il cambio giusto.

15.50 - Primo tempo molto piacevole nonostante le reti bianche: il Genoa è sembrato molto più concentrato e aggressivo, con una Fiorentina in difficoltà per lunghi tratti.  Ottima prova del tandem Ansaldi-Suso sulla sinistra, bene anche Burdisso. Negli ospiti menzione d'onore per Rodriguez e Borja Valero, ma il livello medio non è stato all'atezza delle aspettative. 

45' FINISCE QUI IL PRIMO TEMPO, SENZA RECUPERO GIACOMELLI MANDA TUTTI NEGLI SPOGLIATOI.

44' - Laxalt! Scatto sulla sinistra e tentativo dal fondo, bravissimo Tatarusanu a mantenere la posizione chiudendo lo specchio.

43' - Perotti mette dentro dalla sinistra, Pavoletti cerca di anticipare Astori col braccio e Giacomelli lo pizzica: ammonito.

40'- Grande cross di Pasqual, ottima chiusura in corsa di Burdisso che anticipa in un sol colpo Babacar e Bernardeschi.

38' - Follia Vecino, che sbaglia lo stop e allungandosi la palla mette il piede sull'anticipo di Dzemaili! Giacomelli lo grazia, ma che rischio! C'erano tutti gli estremi per il secondo giallo nel giro di un minuto, pessimo intervento del centrocampista di Sousa.

37' - Serie di rimpalli a centorcampo: a risolverla è Vecino che in scivolata arriva in netto ritardo su Leonardo Pavoletti. Giallo anche per lui.

36' - Altro lancio di Roncaglia, che termina nelle mani di Perin.

35' - Curioso episodio a Marassi: sin dal primo minuto un gruppo di piccioni sta volteggiando sul terreno di gioco, posandosi di tanto in tanto a "beccare" le zone di campo lasciate libere dai giocatori. Davvero insolito!

33' - LAXALT! CLAMOROSO! Ottima azione di Ansaldi e Suso sulla sinistra, sicuramente i migliori in campo fino ad ora, con l'argentino che riesce a mettere palla dentro: tocco di testa di Rodriguez che devia e mette la palla sulla testa di Laxalt. Poco reattivo l'ex Bologna, che non riesce a staccare e ad indirizzare la sfera.

31' - Laxalt a sinistra per Perotti che va via a Roncaglia: entrata in ritardo e ammonizione sacrosanta.

28' - BABACAR! CHE OCCASIONE, SOLO DAVANTI A PERIN! Scodella in avanti Rodriguez che pesca Babacar sul filo del fuorigioco: il senegalese stoppa di petto ma solo davanti a Perin non trova il tempo per tirare, rientrano Izzo e Ansaldi.

27' - Svaria molto Mauro Zarate: ora si conquista un angolo dal fondo dell'out di destra.

26' - Slalom di Ilicic sulla sinistra, palla per Zarate che prova a pennellare nel mezzo: Bernardeschi non ci crede e la palla scivola sul fondo.

25' - Break di Bernardeschi che recupera palla e prova ad andare via ma superando il centrocampo va giù a contatto con Rincon: lascia correre Giacomelli

24' - Vuole farsi perdonare Vecino: progressione e destro dalla distanza, che però è lento ed impreciso. Nessun pericolo per Perin.

23' - Prova a manovrare da dietro la Viola, ma Vecino pressato sbaglia un passaggio banale.

22' - E' il Genoa che continua a gestire il possesso, notevole difficoltà per la Fiorentina che riesce solo a lanciare lungo senza mai trovare trame convincenti.

21' - Suso scodella dalla trequarti: Pavoletti cadendo fa da sponda per Perotti che di testa non riesce a staccare e a dare forza al pallone; il pallonetto termina alto di poco, ma Tatarusanu c'era.

19' - Attacca sempre da destra il Genoa: stavolta Suso col sinistro pesca il secondo palo, Pavoletti si allaccia con Roncaglia e va giù, Giacomelli assegna punizione alla Fiorentina. Decisione rivedibile, Roncaglia ha rischiato molto perchè Pavoletti era riuscito ad andare via.

18' - Manata involontaria di Pavoletti in duello per la posizione con Astori. Subito chiariti i due.

17' - Esagera col pressing Perotti: fallo su Babacar.

15' - Da destra va stavolta Rincon col traversone a giro: in area viola ci sono sempre Pavoletti e Rogriguez, e stavolta ad arrivare prima è la punta, ma la girata di testa termina poco alla destra di Tatarusanu.

14' - Dzemaili perde un bruttissimo pallone nella propria metà campo: Vecino sviluppa e tocca per Bernardeschi che col mancino spara alle stelle.

12' - Pavoletti parte in contropiede ma non vede Dzemaili completamente solo alla sua sinistra e permette alla difesa di rientrare: alla fine il mancino di Suso è ribattuto.

11' - Ottima iniziativa di Rincon a centrocampo col tunnel su Vecino, palla larga per Ansaldi che di prima la mette tesa di destro a cercare Pavoletti; nonostante l'allungo il centravanti rossoblù può solo sfiorare.

10' - Dialogano bene sulla trequarti Suso e Perotti: quest'ultimo prova a bucare la difesa col filtrante mancino, ma Pavoletti non si muove in tempo.

8' - Prova a costruire sulla destra il Genoa, ma Rodriguez sta coordinando al meglio i suoi reparti.

6' - Ritmi altissimi: qui Valero prova ad andare via a centrocampo ad Ansaldi che tocca con un braccio, ammonito.

3' - ANSALDI! SALVA TUTTO! Partita iniziata in quarta: Zarate la spunta sul fondo e mette dentro un rasoterra su cui bucano l'intervento sia Perin che Babacar. A porta completamente libera è l'argentino a trovarsi la palla tra i piedi ed a spazzarla avanti. Che brivido!

2' - Sugli sviluppi del corner corto va al cross ancora Perotti: Astori allunga verso il fondo di testa, rischiando l'autogol.

2' - Palla persa subito da Roncaglia; Perotti recupera e mette dentro dal fondo, Rodriguez anticipa Pavoletti.

1' - In tribuna sono presenti Matavz e Fiammozzi, nuovi acquisti del Genoa che hanno già sostenuto le visite mediche. In serata invece è previsto l'arrivo di Gabriel Silva dall'Udinese.

1' - FISCHIA GIACOMELLI, SI PARTE!

15.00 - Bella scena all'ingresso in campo di Gasperini, con tutta la tribuna che si è alzato in piedi ad applaudirlo dopo il duro sfogo del tecnico, che si è esposto contro gli ultras dopo l'ultima partita casalinga.

14.59 - Strette di mano e saluti di rito, con il sorteggio tra i capitani Burdisso e Rodriguez e lo scambio di gagliardetti.

14.58 - Ora è il turno di "O' generosa", inno della Serie A scritto da Allevi.

14.57 - Ingresso in campo per le due squadre! Atmosfera bellissima a Marassi, con tutto il pubblico che intona "you'll never walk alone" sventolando sciarpe e bandiere.

14.55 - Sono già in campo i sostituti: faccia tutto sommato tranquilla per De Maio, sul quale pesano le voci di un imminente trasferimento proprio alla Fiorentina.

14.51 - Dieci minuti al via! Tutto pronto al Ferraris!

14.47 - Piccolo spazio curiosità: la Fiorentina non perde in Serie A contro il Genoa dall'ottobre 2009 (sette vittorie e cinque pareggi); negli ultimi tre incontri sono stati messi a segno solo tre gol, mentre nei precedenti tre furono ben diciotto. Entrambe le squadre riescono spesso a partire bene: i toscani sono la compagine che segna più gol nella prima mezz'ora di gioco (15), ma i rossoblù sono quella che ne ha subiti meno (3) nello stesso periodo, seconda solo alla Roma (2).

14.40 - Ai microfoni di Sky hanno parlato Cristian Ansaldi e Kouma Babacar: "Sappiamo che loro sono una squadra forte, ma noi dobbiamo assolutamente trovare la vittoria" le parole del genoano; "Sarà dura ma è una partita importantissima per la nostra crescita, siamo qui per i tre punti e li prenderemo" quelle del centravanti viola.

14.35 - Mini-corteo durante il riscaldamento per i tifosi del Genoa, che ricordano Vincenzo Claudio Spagnolo, tifoso scomparso per una pugnalata durante gli scontri pre-partita di Genoa-Milan, il 29 gennaio 1995.

14.32 - La scorsa stagione, invece, a Genova è finita 1-1 (autogol di Tatarusanu e pareggio di Rodriguez), mentre l'andata di Firenze fu a reti bianche: 0-0.

14.30 - Nella partita di andata, terminata 1-0 con gol proprio di Babacar, si sono verificati due episodi: è stato l'unico match in cui la Fiorentina non ha avuto la meglio nelle percentuali di possesso palla (48%) e quella in cui il Genoa ha tirato meno in porta in assoluto in questo campionato (1 solo tiro verso Tatarusanu).

14.27 - Arbitro del match sarà Piero Giacomelli, della sezione di Trieste. Guardalinee designati Longo e Galloni, addizionali di porta Irrati e Pasqua. Tonolini sarà il quarto uomo.

14.21 - Squadre in campo per il riscaldamento.

14.20 - Quaranta minuti al kick-off al Ferraris, dove sono previsti poco più di un migliaio di tifosi ospiti.

Fiorentina (3-4-1-2): Tatarusanu; Roncaglia, Rodriguez, Munoz; Bernardeschi, Vecino, Borja Valero, Pasqual; Ilicic; Babacar, Zarate. All. Sousa

14.17 - Clamoroso, CLAMOROSO Sousa: Kalinic in panchina! Coppia d'attacco Kouma Babacar - Mauro Zarate, con Ilicic a supporto. Borja Valero scala in mediana con Vecino, non ce la fa Marcos Alonso: a sinistra campo per Pasqual!

Genoa (3-4-3): Perin; Izzo, Burdisso, Munoz; Ansaldi, Rincon, Dzemaili, Laxalt; Perotti, Pavoletti, Suso. All. Gasperini

14.15 - Partiamo da Gasperini: nessuna sorpresa rispetto alla vigilia nel suo 3-4-3, con Dzemaili che vince il ballotaggio: solo panchina per Luca Rigoni!

14.10 - Andiamo di corsa ad analizzare le formazioni ufficiali!

14.08 - Eccoci collegati, si parte! Meno di un'ora e sarà Serie A, sarà Genoa-Fiorentina!

Buon pomeriggio a tutti! Benvenuti ad una nuova diretta di Serie A con VAVEL Italia! Alle ore 15.00 va in scena Genoa-Fiorentina, io sono Stefano Fontana e vi racconterò la sfida di Marassi. Gasperini contro Sousa: il primo per allungare sulla zona retrocessione, il secondo per continuare a coltivare forti speranze di terzo posto.

Stagione piuttosto deludente per i rossoblù, che hanno perso praticamente una partita ogni due in campionato. 10 sconfitte solo parzialmente colmate dalle sei vittorie e dai cinque pareggi. I liguri sono sedicesimi e, a pari punti con i cugini della Samp, rappresentano il "salvagente" della classifica, a +4 dal Carpi terzultimo.

Discorso clamorosamente diverso per la Fiorentina, che fino a poche giornate fa era al comando del campionato. Ora i viola sono in lieve flessione negativa, ma i quarantuno punti accumulati grazie a tredici vittorie e due pareggi valgono comunque il terzo posto in coabitazione con l'Inter. 

Il momento delle due squadre

Genoa reduce da tre risultati utili consecutivi: due vittorie (0-2 con l'Atalanta e 4-0 col Palermo) ed un pareggio (1-1 una settimana fa a Verona) hanno spezzato la serie di sei sconfitte consecutive dalla fine di novembre all'epifania. In totale sono undici i punti nelle ultime dieci di Serie A, con tredici gol fatti e dodici subiti.

La ditta Preziosi&Gasperini si è dimostrata come al solito attivissima nell'attuale sessione di mercato: sono arrivati infatti Suso e Cerci dal Milan, Luca Rigoni dal Palermo e Bruno Gomes dall'Internacional. Per quanto riguarda le cessioni, hanno lasciato i rossoblù Mandragora (che era già in prestito), Ujkani (Latina), Tino Costa (venduto proprio alla Fiorentina), Gakpè (Atalanta), Figueiras (Siviglia) e Cissokho (Bari).

Periodo di alti e bassi in quel di Firenze: tre vittorie e tre sconfitte nelle ultime sei di campionato. Alle brutte cadute contro Juventus (3-1), Lazio (1-3) e Milan (2-0) si sono alternate le vittorie contro Chievo (2-0) e Palermo (1-3), oltre all'ultima vittoria casalinga contro il Torino (2-0). In totale sono diciassette i punti nelle ultime dieci (cinque vittorie), con altrettanti gol fatti a fronte dei dodici subiti.

Movimentato anche il mercato dei viola: oltre al già citato Tino Costa sono arrivati anche Cristian Tello, in prestito dal Barcellona, Mauro Zarate dal West Ham e Schetino dal Fenix, subito girato in prestito al Livorno. Oltre a lui, hanno lasciato la Toscana anche Giuseppe Rossi (direzione Levante), Mario Suarez (Watford), Rebic (Hellas Verona), Bagadur, Baez e Bakic.

Le ultime dal campo

Nessun indisponibile tra le fila di Gasperini: torna in campo Nicolas Burdisso che prenderà il suo posto al centro della difesa a tre tra Izzo e Munoz, dovrebbe partire dalla panchina De Maio. Nel centrocampo a quattro Cristian Ansaldi e Diego Laxalt sono sicuri del posto sulle fasce; in mezzo invece serrato ballotaggio Rigoni-Dzemaili per affiancare Rincon. Nel tridente, il super bomber Leonardo Pavoletti sarà supportato da Perotti a destra e Suso a sinistra, con Cerci e Lazovic pronti ad entrare a partita in corso.

Qualche assenza c'è invece per Paulo Sousa: Badelj fermo ancora per un paio di settimane, Marcos Alonso in dubbio dopo la lesione capsulare alla tibia. Se dovesse farcela (ipotesi comunque quasi certa), lo spagnolo sarà in campo dal primo minuto sulla sua fascia sinistra, con Bernardeschi come suo opposto. Altrimenti, è pronto Manuel Pasqual. In mediana dovrebbe scalare il direttore dell'orchestra viola, Borja Valero, con Vecino a fare legna. Kouma Babacar e il nuovo acquisto Tino Costa si giocano la maglia da titolare al fianco di Ilicic come supporto a Nikola Kalinic, ma non è escluso che Costa possa anche agire in mediana. Scalpitano però anche Tello e Zarate. Nella retroguardia invece, davanti a Tatarusanu si schiereranno con ogni probabilità Astori, Gonzalo Rodriguez e Facundo Roncaglia, con quest'ultimo nettamente favorito su Tomovic.

Le probabili formazioni

Genoa (3-4-3): Perin; Izzo, Burdisso, Munoz; Ansaldi, Rincon, Rigoni, Laxalt; Perotti, Pavoletti, Suso. All. Gasperini

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Roncaglia, Rodriguez, Astori; Bernardeschi, Vecino, Tino Costa, Alonso; Ilicic, Borja Valero; Kalinic. All. Sousa

Le parole della vigilia

Gian Piero Gasperini: "Perotti? Finché è qui gioca. Credo che fino a lunedì non succederà niente. Lui è pronto per giocare e si sta allenando per giocare. Penso che ormai i fuochi d’artificio ci saranno lunedì. Se poi saranno bagnati non scoppieranno. Questo è un mercato molto lungo che crea problemi a tutti, non solo al Genoa. Il calendario ora ci propone una serie di partite molto difficili, ma siamo nella situazione migliore per affrontarle. Bisogna cercare di fare punti ovunque contro chiunque. La lotta per la salvezza è molto aperta. Cerci? Si sta allenando bene e con tre partite in sei giorni avrà la possibilità di migliorare la condizione e aumentare il minutaggio".

Paulo Sousa: "Non sono deluso nè stupito per l'operazione [per il difensore Mammana] sfumata, io penso a lavorare sul campo per preparare una partita molto difficile su un campo complicato come quello del Genoa. Io ho fatto capire una volta quello che per me serve per competere a determinati livelli. Ora non devo ripeterlo ad ogni conferenza, non voglio sembrare quello che viene a piangere tutti i giorni, sarà la società semmai a spiegare. E giudicare noi per quanto fatto sul campo ed anche se stessa. Siamo corti in difesa? Dentro alle problematiche si trovano opportunità per altri giocatori. Il manto erboso di Marassi? Ho lavorato con maggior intensità e sulla velocità nel prendere le decisioni, anche perché sappiamo che a volte ci sarà bisogno di un tocco in più per domare il pallone. Tello è un profilo di grande importanza, dotato di velocità e spunto nell'uno contro uno grazie alla propria accelerazione. È un giocatore di fascia, sia destra che sinistra, ma ha già dimostrato anche nel Porto di essere in grado di sacrificarsi nei ripiegamenti difensivi. Babacar ha dato continuità nel lavoro settimanale alla buona partita fatta contro il Torino; Tino è stato fermo un mese, quindi ha bisogno di entrare gradualmente nella squadra. In settimana ha fatto un buon lavoro. Alonso? È recuperato, può giocare".

Genoa