Più sbadigli che azioni: al Ferraris finisce 0-0 tra Genoa e Lazio

Al Marassi Genoa-Lazio finisce a reti inviolate..

Più sbadigli che azioni: al Ferraris finisce 0-0 tra Genoa e Lazio
Genoa
0 o
Lazio
Genoa: (3-4-1-2): Perin; Izzo, Burdisso, Munoz; Ansaldi (13' st Rigoni), Rincon, Dzemaili, Laxalt; Suso (34' st Lazovic); Pavoletti, Cerci (24' st Tachtsidis). A disp.: Lamanna, De Maio, Marchese, Gabriel Silva, Fiamozzi, Pandev, Ntcham, Capel, Matavz. All.: Gasperini
Lazio: (4-3-3): Marchetti; Basta (1' st Patric), Mauricio, Hoedt, Konko; Milinkovic-Savic, Cataldi (33' st Lulic), Parolo; F. Anderson, Djordjevic, Mauri (20' st Keita). A disp.: Berisha, Guerrieri, Braafheid, Gentiletti, Klose. All.: Pioli
SCORE: 0-0
ARBITRO: Arbitro: Orsato Ammoniti: Parolo, Cataldi, Lulic (L), Suso, Munoz, Rincón (G)

Una delle partite più brutte del campionato? Può darsi. Pareggio senza emozioni al Ferraris: Genoa e Lazio si dividono la posta in palio, 0-0 il risultato finale. Bene la squadra di Pioli nel primo tempo, meglio quella di Gasperini nella ripresa. Poche palle gol nitide per le due formazioni, gara molto combattuta in mezzo al campo, pochi gli spazi e gli spunti per i terminali offensivi. Il Genoa è la squadra che ha chiuso più partite (12) senza segnare in questa Serie A. Terza partita senza vittoria per la squadra di Pioli. Un punto che fa morale ma inutile ai fini della classifica per entrambe.

La Lazio parte subito forte: prima occasione da gol arriva al 5′ con un rasoterra di Cataldi, ma ottimi riflessi di Perin che devia in angolo. Passano una decina di minuti e i biancocelesti sfiorano il vantaggio: al 17' angolo di Cataldi, salta bene Mauri, ma il pallone finisce sulla traversa. I ritmi calano drasticamente. Il Genoa si rende per la prima volta pericoloso solo al 37: punizione per i rossoblu, dove Pavoletti colpisce di testa con la palla che sorvola la traversa. Finisce il primo tempo, tanta noia e poche emozioni.

Il secondo tempo non va di certo meglio: scorrono i minuti, ma la partita non si sblocca, entrambe le squadre faticano a concretizzare nella fase finale dell’azione. Dopo molti cambi, il Genoa sembra prendere finalmente in mano il pallino del gioco a metà della ripresa: al 63' colpo di testa Munoz, ma Marchetti risponde presente respingendo con i pugni. Falso allarme, perchè poi succede davvero ben poco. Finisce così, 0-0 pochissimo spettacolo, tanti sbadigli. Continua il momento no per entrambe le squadre. 

Genoa