Verso Genoa-Empoli: scontro di mezzo con un occhio al fondo

Partita dalle pretese non eccessive, quella che a Marassi metterà a confronto il Genoa di Gasperini e l’Empoli di Giampaolo. Senza troppo da chiedere alla classifica, le due squadre giocheranno per la soddisfazione. Con un occhio a quello che succede in fondo alla classifica…

Verso Genoa-Empoli: scontro di mezzo con un occhio al fondo
Verso Genoa-Empoli: scontro di mezzo con un occhio al fondo

Se c’è una squadra che ha qualcosa da richiedere alla sfida di oggi pomeriggio, questa è il Genoa di Giampiero Gasperini. Forte dei suoi 28 punti, non può ancora ritenersi completamente salva, e dovrà cercare di mettere in cassaforte altri due-tre risultati utili per potersi sentire al sicuro. Il regalo più grande, ai grifoni liguri, lo hanno fatto i più odiati rivali della Sampdoria, che battendo il Frosinone la scorsa settimana hanno tagliato in due la zona salvezza, corroborando la situazione tutt’altro che semplice di rappresentative come il Palermo e, per l’appunto, il Genoa.

Dall’altra parte, gli uomini del Gasp troveranno un Empoli di Marco Giampaolo che ha già da tempo, per voler utilizzare il lessico pugilistico, gettato la spugna. Due punti nelle ultime cinque gare, media da retrocessione per una squadra che fino a gennaio era ancora a ridosso dell’area Europa. Ottenuta la migliore delle salvezze, la squadra toscana ha iniziato a vivacchiare nella zona mediana della classifica, iniziando un lungo periodo di vacanza anticipata.

All’andata, al Castellani di Empoli, finì 2-0 per i padroni di casa. Inutile prenderci in giro: il pronostico più scontato per oggi pomeriggio è il segno x, magari un 1-1 che farebbe contenti tutti e nessuno. Non ci aspettiamo un incontro spettacolare. Però, mai dire mai…

Qui Genoa

3-4-3 di Gasperini che fa affidamento sull’indubbia qualità degli esterni d’attacco nel guidare una manovra agile e veloce. Cerci da una parte e Suso dell’altra dovranno macinare chilometri di gran corsa per cercare di attuare ripartenze veloci, e servire al centro la punta. Per il ruolo, l’ex Lazio ed Inter Goran Pandev è favorito sul rientrante Matavz. Fuori Pavoletti per infortunio alla coscia, Muñoz in dubbio in difesa (per lui, ballottaggio con De Maio); per il resto, Gasperini potrà contare quasi sulla sua formazione migliore. Come giocatore da tener d’occhio, attenzione ad Alessio Cerci.

Qui Empoli

L’influenzato Saponara, tenuto a riposo da mister Giampaolo negli ultimi due giorni, dovrebbe comunque partire da titolare nel 4-3-1-2 del tecnico, a supporto del tandem d’attacco Pucciarelli-Maccarone. In difesa, torna a disposizione Costa, anche se dovrebbe essere riconfermato dal 1’ Cosic nella posizione di centrale. Come terzino sinistro, ancora una volta partirà da titolare Zambelli per rimpiazzare lo squalificato Mario Rui. Il gioco dell’Empoli è affidato ad un raccordo molto efficace tra il centrocampo e l’attacco, che permette sia di far circolare il gioco, che di servire le punte. Occhio quindi al rientrante Saponara.


Share on Facebook