Genoa, la Juve è già un ricordo. Juric: "Concentrati solo sul Perugia in Coppa Italia"

In casa rossoblu Juric chiede alla squadra di archiviare l'entusiasmo post successo sui bianconeri. Anche Rincon chiede massima concentrazione ai compagni.

Genoa, la Juve è già un ricordo. Juric: "Concentrati solo sul Perugia in Coppa Italia"
Ivan Juric, genoacfc.it

La missione non è delle più semplici, ma il Genoa di Juric deve mettersi alle spalle l'entusiasmo travolgente per la vittoria contro la Juventus di ieri a Marassi per guardare avanti ai prossimi impegni. Non solo in campionato, però, perché per i rossoblu Giovedì ci sarà la sfida di Coppa Italia contro il Perugia.

Gara importante perché comunque vale un possibile percorso interessante in una competizione spesso snobbata o sottovalutata dalle grandi squadre del nostro calcio. Ecco perché Juric a Radio Uno chiede ai suoi una prestazione matura: "Ieri è girato tutto bene. Siamo stati veloci, rapidi e cinici nel primo tempo. Abbiamo sofferto i primi dieci minuti della ripresa e poi nel finale ci siamo rilassati. Nel complesso però abbiamo gestito abbastanza bene. Al di là della partita con la Juventus teniamo molto alla Coppa Italia. Non potendo competere per lo scudetto, questa è la nostra Champions per dare il massimo. Sarebbe una grossa delusione non andare avanti nel turno di giovedì. Dobbiamo stare attenti perché il Perugia è un’ottima squadra e potrà metterci in difficoltà, specie se non dimostreremo di avere l’atteggiamento corretto. Voglio vedere la mentalità giusta da parte di tutti. E’ un’occasione importante."

Anche Rincon sposa le parole del tecnico, chiedendo ai compagni di evitare brutte figure che farebbero dimenticare a tutti la grande prestazione contro la squadra di Allegri: "Giovedì non possiamo fare brutte figure dopo una partita così. Per passare il turno serve grande umiltà. Con la Juventus si è visto il Genoa che tutti i tifosi vogliono vedere. Una squadra tosta e determinata, cuore e intensità. In casa percepiamo la spinta del pubblico e andiamo a mille. Occorrono conferme nelle prossime partite. Non è facile dare sempre il massimo quando si gioca ogni tre, quattro giorni come la Juventus. Di sicuro abbiamo disputato una prestazione importante per battere i campioni d’Italia. Con il pressing e le ripartenze siamo riusciti a sfruttare gli spazi e la situazione. Siamo stati bravi a mettere in difficoltà gli avversari sul piano fisico. Una bellissima giornata. Dobbiamo restare con i piedi per terra e recuperare energie, per essere pronti per la gara con il Perugia a cui teniamo in maniera particolare."