Genoa: Preziosi tuona: "Squadra in ritiro"

Dopo un confronto con la squadra, il patron rossoblù annuncia la drastica scelta. Tutti in ritiro, fin a quando non si ottengono i punti necessari per blindare la salvezza.

Genoa: Preziosi tuona: "Squadra in ritiro"
Genoa: Preziosi tuona: "Squadra in ritiro"

La pazienza è finita. Il Genoa continua a perdere, ed a collezionare mediocri prestazioni sul rettangolo verde di gioco. Ora il vantaggio dal Crotone, terzultimo, è di soli 5 punti, quindi non più rassicurante come un mese fa. Il patron rossoblù Enrico Preziosi, poche ore fa, dopo un intenso colloquio con la squadra, ha deciso di mandare in ritiro i calciatori, a tempo indeterminato, fino a quando il Genoa stesso non vincerà quella partita ed otterrà i punti necessari per blindare la salvezza. Il presidente si autocolpevolizza per la sconfitta patita due giorni a Marassi contro il Chievo Verona: "E' solo colpa mia, io ho dato l'ok all'acquisto di calciatori che non sono pronti per giocare in Serie A", sottolineando che l'attuale situazione di classifica si è complicata troppo, e da qui in avanti non sono più ammessi passi falsi.

"Ciò che è successo è molto grave. I giocatori da domani vanno in ritiro: hanno smesso di vedere le famiglie. Dopo la partita contro l’Inter andranno ancora in ritiro in Sicilia fino a quando non vinceranno la partita che ci serve per salvarci”, questo è quanto dichiarato dal vulcanico, estroso Presidente ai microfoni di Buoncalcioatutti.it, affermando che la decisione è stata da lui presa dopo aver parlato con il tencico Ivan Juric e l'intera squadra nel quartier generale di Pegli. Poi, ha proseguito: "La squadra si sta rivelando molto fragile, sia mentalmente che fisicamente. Viviamo momenti di blackout che ci stanno penalizzando tantissimo, e questo è accaduto pure due giorni fa contro il Chievo Verona. passati in vantaggio, poi abbiamo gettato alle ortiche i tre punti, concedendo l'impossibile ad una squadra che ormai non ha più nulla da chiedere al campionato. Gli errori di certo li ho commessi io, molti giocatori dell'attuale rosa non sono ancora pronti per esibirsi sui palcoscenici del nostro massimo campionato nazionale". 

Infine, riguardo al vantaggio per il paracadute ottenuto con la retrocessione in B, Preziosi spiega, con un tono di voce piuttosto infastidito: “Non è vero. Se il Genoa retrocedesse ci perdiamo 60-70 milioni come minimo. Sarebbe un grosso fallimento, non ci penso minimamente. Dobbiamo riprendere a far punti in campionato e blindare la salvezza. Il Genoa merita di restare in A".

Genoa