Mazzarri: "Bisogna migliorare nel processo di crescita, accettiamo il risultato"

Walter Mazzarri analizza il match tra Inter e Palermo terminato 1-1 con le reti di Vazquez e Kovacic

Mazzarri: "Bisogna migliorare nel processo di crescita, accettiamo il risultato"
Walter Mazzarri

Scherza, per alleggerier la tensione, davanti ai microfoni di Sky Sport Walter Mazzarri''Abbiamo subito messo fine alle voci del record di imbattibilità facendoci gol da soli''.

Il mister si fa però serio iniziando il commento tencico del match: "Abbiamo superato il momento difficile, partendo benissimo nella ripresa. C'è mancato solo il gol, che avremmo anche fatto sul piazzato. Ho osato con la difesa a quattro, ma ci son mancate le energie. Addirittura abbiamo rischiato di perderla, poi bravo anche Sorrentino su Guarin e Osvaldo. Bisogna migliorare nel processo di crescita, accettiamo il risultato". 

Risultato che era stato compresso da un inizio di gara non all'altezza delle aspettive: "Vidic è un campione, questo è un errore che succede una volta ogni cento anni. Bastava far passare il momento, sapevamo che i primi 20 minuti ci avrebbero pressato. M nella seconda parte abbiamo fatto tanto, li abbiamo schiacciati provando tutto il possibile. Non si è fatto gol quando si poteva fare. L'importante è creare una mentalità: siamo l'Inter e bisogna andare su tutti i campi per vincere. Si deve rischiare anche qualcosa".

Anche per le punte non è stata una serata da ricordare: "Non erano brillanti come al solito. Icardi gioca sempre, Osvaldo sta cercando la condizione. Poi c'è Palacio che sto recuperando piano piano. Le ho lasciate 90 minuti perché volevo mettere pressione". 

Tutto altri discorso invece quello che Mazzarri riserva a Kovacic:  "Lui è stato fermo 3-4 giorni e per quello è calato nel finale. No nera più lucido e l'ho dovuto cambiare. Finché è stato bene, s'è visto che sta crescendo. Va anche al gol con continuità: una crescita importante che mi aspettavo, era solo una questione di tempo".

Infine, Mazzarri riserva un commento anche a Hernanes: "Non sempre i giocatori possono essere al top. Vale per tutti, al di là del singolo. Dobbiamo capire in fretta queste dinamiche e lavorare su tutto. Abbiamo quattro esterni che se la possono giocare in base alle varie contingenze. Siamo meglio assortiti rispetto all'anno scorso, siamo migliorati. Oggi stavano fuori anche Hernanes e M'Vila, abbiamo recuperato Guarin''.


Share on Facebook