Thohir: "Mancini sa cosa fare, voglio il meglio per l'Inter"

Il Presidente torna a parlare di Inter e mostra rinnovata fiducia nella squadra. Dopo l'addio di Mazzarri e i primi giorni di Mancini, aria nuova in casa nerazzurra.

Erick Thohir parla dall'Indonesia, a pochi giorni dal derby. A Topskor, il magnate racconta la scelta Mancini e le rinnovate ambizioni di un club rianimato dall'arrivo del tecnico di Jesi. La pausa per gli impegni nazionali scelta con attenzione come punto di svolta, un profilo di campo, ma anche mediatico per riportare entusiasmo, l'addio sofferto di Mazzarri, capro espiatorio, ma non unico responsabile "Mazzarri resta comunque un ottimo allenatore, uno dei migliori in Italia. Ho apprezzato molto il suo lavoro nei 17 mesi in cui è stato all'Inter e l'attuale situazione non è colpa solo di una persona".

"Abbiamo chiamato Mancini proprio durante la pausa per le Nazionali. Poi, dopo il derby, ci aspettano la gara col Dnipro in Europa League e la sfida con la Roma. Una sfida non facile per lui, ma sicuramente avrà intenzione di portare risultati positivi".

"Un personaggio ambizioso", così Thohir racconta Mancini. Ambizioso è anche il progetto nerazzurro, l'obiettivo europeo, con il terzo posto come viatico verso la Champions. La classifica non sorride, ma la stagione, lunga, lascia aperte le porte del sogno "..raggiungere la qualificazione alle prossime Coppe europee. Non voglio gesta eroiche, darò a Mancini tutto il tempo possibile per costruire questa squadra in modo da ottenere il livello ideale di stabilità. E Mancini sa esattamente cosa fare. Voglio il meglio per l'Inter, incito i fan ad andare allo stadio per sostenere i nostri ragazzi nel miglior modo possibile. Mai più fischi o parole ingiuriose verso allenatore e giocatori. L'Inter è una grande famiglia, e i tifosi ne fanno parte. Perciò dovranno fornire un sostegno positivo".

Il mercato resta il tavolo preferito del tifoso di casa Inter e Mancini è allenatore esigente anche in termini di richieste. Thohir si dimostra possibilista, ma incombe, sull'Inter, il pesante fardello del Fair Play Finanziario "Tutte le possibilità sono aperte. Aspettiamo cosa verrà progettato da Mancini. Tuttavia dobbiamo prestare attenzione anche al benessere del club, che è altrettanto importante".

FC Internazionale Milano