Inter - Udinese 1-2: Stramaccioni sbanca San Siro

L'Inter non riesce a regalare il primo successo in campionato a Mancini. A San Siro l'Udinese di Stramaccioni la spunta per 2-1 dopo l'iniziale vantaggio nerazzurro firmato da Icardi. Nella ripresa i friulani, complici le disattenzioni difensive di casa, ribaltano il risultato con Fernandes e Thereau.

Inter - Udinese 1-2: Stramaccioni sbanca San Siro
corrieredellosport.it
Inter
1 2
Udinese
Inter: (4-3-3): 1 Handanovic; 55 Nagatomo, 23 Ranocchia, 5 Juan Jesus, 22 Dodò (89' Bonazzoli); 13 Guarin, 18 Medel (90' D'Ambrosio), 17 Kuzmanovic; 8 Palacio, 9 Icardi (67' Osvaldo), 10 Kovacic
Udinese: (3-5-1-1): 31 Karnezis; 75 Heurtaux, 5 Danilo, 89 Piris; 27 Widmer, 7 Badu, 19 Guilherme, 6 Allan (81' Pinzi), 26 Pasquale; 8 Fernandes; 10 Di Natale (64' Thereau)
SCORE: 1-0, 44', Icardi. 1-1, 60', Bruno Fernandes. 1-2, 71', Thereau
ARBITRO: A. Gervasoni. Ammoniti: Dodò, Pinzi, Bonazzoli.
NOTE: Milano, Stadio Giuseppe Meazza. Posticipo della 14esima giornata del campionato di serie A.

Clamorosa impresa dell’Udinese di Stramaccioni che sbanca San Siro battendo 2-1 l’Inter di Mancini. Nerazzurri momentaneamente in vantaggio con Icardi a fine primo tempo. Poi si scatenano i friulani che ribaltano il risultato con Bruno Fernandes e Thereau. Seconda sconfitta di fila per i nerazzurri che rimangono bloccati a quota 17 punti. Successo fondamentale per i bianconeri che tornano alla vittoria dopo oltre un mese.

FORMAZIONI - Dopo la vittoria in Europa League, Mancini cerca il primo successo con l'Inter in campionato. L'Udinese, però, è uno scoglio difficile da superare come confermano gli ultimi confronti tra le due squadre. Il tecnico nerazzurro preferisce Juan Jesus a Vidic ed affida le chiavi del centrocampo a Medel. Icardi ha vinto il ballottaggio con Osvaldo e viene affiancato da Palacio e Kovacic. Stramaccioni, che ha voglia di rivalsa contro la sua ex squadra, presenta una difesa a 3 con Widmer e Pasquale che hanno il compito di correre lungo le corsie laterali. Bruno Fernandes gioca in appoggio a Di Natale.

PRIMO TEMPO - L'Inter prova subito a rendersi pericolosa con un traversone di Palacio che finisce direttamente tra le braccia di Karnezis. Gara che fatica a decollare con l'Udinese che si preoccupa essenzialmente di chiudere gli spazi. Il primo vero squillo della partita arriva al 21’ con Guarin che irrompe dalla destra e serve Kovacic: il croato, dopo aver controllato la palla, colpisce sfortunatamente il palo. Al 23’ ci prova anche Medel che lascia partire una conclusione che non impensierisce il portiere avversario. Alla mezz’ora l'Udinese prova a reagire ma non riesce ad uscire dalla propria metà campo. Al 35’ chance per Di Natale: il numero 10 punta Dodò e con un tiro a giro manda la palla lontano dai pali. Due minuti dopo pericolo nell’area bianconera: Dodò s'inserisce con i tempi giusti e cade dopo un contatto con Widmer ma per l'arbitro è tutto regolare. Al 44’ arriva il vantaggio dell’Inter: Guarin trova il corridoio per Mauro Icardi che a tu per tu con Karnezis non fallisce e sblocca il risultato. Finisce così il primo tempo: Inter meritatamente in vantaggio per quanto fatto vedere in campo, l'Udinese non si è mai resa pericolosa.

SECONDO TEMPO - Potenziale buona chance per l'Inter al 48’ con Kovacic che verticalizza per Icardi che a sua volta cerca il tacco smarcante per Palacio senza trovarlo. Dopo tre minuti palla gol per Juan Jesus: sugli sviluppi di un calcio d'angolo il brasiliano, tutto solo, ha il tempo per calciare ma si vede murare il tiro. Al 55’ tentativo di Di Natale: l'attaccante approfitta dell'incertezza di Juan Jesus per calciare ma pecca di precisione. Poco dopo altra opportunità per la squadra di Stramaccioni: su azione di calcio d'angolo mancano l'appuntamento con la palla sia Danilo che Hertaux, quindi Di Natale inzucca a lato. È assedio Udinese, al 57’ svarione difensivo dell'Inter che permette al numero 10 bianconero di andare al tiro: Handanovic però si oppone. Il gol è solo rimandato perché al 60’ l’Udinese trova il pareggio: Bruno Fernandes si crea lo spazio dal limite dell'area di rigore e con una voleè spedisce la sfera proprio dove Handanovic non può arrivare. Risponde subito l'Inter con Kovacic che, però, da ottima posizione non trova lo specchio della porta. Prima sostituzione per Mancini al 67’: dentro Osvaldo, fuori Icardi. L’ex attaccante della Roma prova subito a mettersi in luce ma viene fermato dall'organizzata difesa bianconera. Doccia fredda per i nerazzurri al 71’: erroraccio di Palacio che serve Cyril Thereau, il francese non ha problemi a superare Handanovic e a gonfiare la rete a porta spalancata. Udinese in vantaggio al Meazza. Dopo il gol subito la formazione di Mancini prova a riversarsi in avanti ma sembra mancare la lucidità necessaria. Totalmente differente la preparazione atletica delle due squadre con l'Inter che sembra ormai in ginocchio mentre l'Udinese corre con facilità. A tre minuti dal 90’ Mancini inserisce un’altra punta per tentare il tutto per tutto: dentro Federico Bonazzoli, esce Dodò. Nei minuti di recupero i nerazzurri spingono nella metà campo avversaria ma non riescono a concludere. Finisce così: l’Udinese di Stramaccioni sbanca San Siro grazie alle reti di Bruno Fernandes e Thereau e torna alla vittoria dopo oltre un mese. Per l’Inter è notte fonda.

FC Internazionale Milano