Inter, caos Osvaldo

L'attaccante torna a Milano, ma la società chiude la porta. Scontro totale o risoluzione?

Fuga e ritorno, non senza conseguenze. Osvaldo si presenta a Milano, a casa Inter, ma stavolta la risposta non è accomodante. La Pinetina respinge l'attaccante, senza se e senza ma. I cancelli non si schiudono al cospetto dell'italo-argentino e il futuro si colora ulteriormente di punti interrogativi. Lo scontro è totale, tanto che all'orizzonte si profila una guerra tra Osvaldo e l'Inter, una causa, in cui la società punta a far valere il comportamento errato del giocatore, sparito dai radar per diversi giorni, senza presentarsi alle sedute, senza alcun avvertimento, e in cui lo stesso giocatore è pronto a sferrare un attacco all'Inter per il comportamento tenuto nei suoi confronti. 

Le ipotesi sono molteplici e variano dalla risoluzione, con possibilità per Osvaldo di scegliere poi la destinazione gradita - top club italiano, Milan e Juventus, questa la prima scelta del centravanti - alla vertenza. Ad oggi Osvaldo è sospeso e quindi fuori dal mondo nerazzurro. Non esistono possibilità di rientro, bisogna solo scegliere in che modo chiudere il rapporto. 

Di ieri la notizia di un volo inglese di Ausilio, con colloquio tra Southampton e Qpr, possibile destinazione per Osvaldo. La Premier non è però meta gradita e la situazione è in continuo divenire. Dopo il caos Icardi - Osvaldo - Mancini e il periodo di allontanamento, con allenamenti personalizzati, la svolta, in negativo. 

La fuga è l'ultimo capitolo della storia, breve, tra l'Inter e Osvaldo, ora la resa dei conti. 

Fonte Gazzetta.it


Share on Facebook