L'Inter aspetta Salah

L'egiziano è conteso da Inter e Fiorentina, risposta attesa nel week-end.

L'Inter aspetta Salah
L'Inter aspetta Salah

Kondogbia, Murillo, Miranda, si riparte da tre innesti ufficiali, in attesa di porre la parola fine su altre due trattative, ormai giunte al capolinea. Imbula è un nuovo giocatore dell'Inter, nella giornata di ieri lo scambio di documenti tra i due club (Inter e Marsiglia) - prestito con obbligo di riscatto, 20 milioni l'esborso complessivo - Montoya attende le elezioni catalane per salutare il Barcellona e vestirsi di nerazzurro (prestito biennale e riscatto a 8 milioni). 

Completata la rivoluzione di difesa, per la fascia sinistra c'è Zukanovic - Schelotto più 1 milione al Chievo - e restaurata la terra di mezzo, l'Inter sposta i riflettori sul settore offensivo. Nel 4-3-3 di Mancini, gli esterni d'attacco ricoprono un ruolo fondamentale, ecco perché occorre intervenire nel settore con forza. Shaqiri è, al momento, l'unico idoneo a occupare una delle due caselle, ma lo svizzero, giunto dalla Baviera nel mercato di riparazione, e pronto a prolungare il rapporto con il club, non è indispensabile alla causa e in caso di offerta adeguata non è da escludere una cessione a sorpresa. Le idee di Mancini portano a Perisic - croato in forza al Wolfsburg - e soprattutto a Mohamed Salah

L'egiziano, approdato a Firenze in prestito dal Chelsea, è a un bivio. La proposta della viola è allettante. Acquisto del cartellino a titolo definitivo, contratto da 3 milioni più bonus. L'Inter non demorde, forte del progetto e del carisma di Mancini. Thohir sa di poter convincere anche economicamente Salah, offrendo un contratto da top player, vicino a quello di Icardi. 

La decisione del calciatore è attesa nelle prossime ore, rottura con la Fiorentina e asta aperta con l'Inter in testa o chiusura al mercato e stretta di mano con Della Valle. 

L'Inter, nel frattempo, si cautela, e valuta alternative di egual valore. Cuadrado ha un ingaggio fuori portata, più agevole la pista Jovetic. Sul montenegrino non manca però una forte concorrenza, anche italiana.  

FC Internazionale Milano