Inter: Telles convince, Ljajic no

Prime valutazioni per gli acquisti last-minute. Mancini molto soddisfatto dell'impatto del brasiliano, meno di quello del serbo.

Inter: Telles convince, Ljajic no
Alex Telles sta convincendo sempre più Mancini

Tempo di valutazioni in casa Inter. Ad essere sotto la lente d'ingrandimento due dei tre colpi last-minute del mercato estivo.

Se Felipe Melo è sempre più leader carismatico della squadra, Alex Telles sta diventando un punto fisso della fascia sinistra. Arrivato l'ultima giornata di calciomercato dal Galatasaray (ex club allenato da Mancini) in prestitooneroso (circa 1 milione di euro) con diritto di riscatto fissato ad 8 milioni (giugno 2016), ha scalato in breve tempo le gerarchie. Complice l'infortunio di Juan Jesus (terzino adattato), Telles è stato schierato titolare nelle ultime di campionato, dimostrando buone qualità offensive, un ottimo mancino ed un grande atletismo. Mancini risulta essere molto soddisfatto, tanto da fare delle pressioni sul presidente Thohir per anticipare il riscatto già nella finestra di mercato invernale (tentando di ottenere uno sconto, per una cifra intorno ai 7 milioni).

Situazione inversa quella di Adem Ljajic, che in breve tempo è passato da "colpo dell'ultimo minuto" per il reparto avvanzato, a terza scelta, vedendosi preferire Biabiany ed il giovane Manaj. Voci interne parlano di un Roberto Mancini particolarmente contrariato dalla poca intensità messa negli allenamenti da parte del serbo. Al giocatore è  stato chiesto di dare un'importante sterzata, il rischio è di un addio anticipato.

FC Internazionale Milano