Inter - Juventus (0-0), risultato partita Serie A 2015/16

Inter - Juventus (0-0), risultato partita Serie A 2015/16
Inter
0 0
Juventus
Inter: Handanovic; Santon, Murillo, Miranda, Juan Jesus; Medel (Kondogbia, min. 90+1), Felipe Melo (Guarin, min.63); Jovetic (Palacio, min. 90+1), Brozovic, Perisic; Icardi. All. Mancini
Juventus: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Cuadrado, Pogba, Marchisio, Khedira, Evra; Morata (Mandzukic, min. 70), Zaza (Dybala, min.78). All. Allegri
ARBITRO: Paolo Valeri (ITA). Ammoniti: Marchisio (min. 6), Melo (min. 7), Khedira (min. 11), Zaza (min. 15), Evra (min. 60), Brozovic (min. 77), Chiellini (min. 85), Miranda (min. 89)
NOTE: Posticipo dell'ottava giornata di Serie A 2015/16. Si gioca allo stadio Giuseppe Meazza in San Siro, Milano.

22.51 - Ed anche stasera siamo arrivati al termine. Io sono Stefano Fontana e vi auguro un buon proseguimento di serata. Continuate a seguire il meglio del calcio e dello sport mondiale, sempre e solo con VAVEL Italia! Alla prossima, ciao!

22.41 - Termina così una partita piuttosto divertente ma soprattutto intensissima: nessuno dei ventidue in campo si è mai risparmiato, neanche nei tackles. Ben otto i cartellini gialli sventolati da Valeri. Tuttavia questo ci ha permesso di assistere ad una partita vera e sentita, con una serie di errori individuali ma anche grandi giocate tecniche individuali. Lo 0-0 è più un vanto delle due difese che una vergogna dei due attacchi, senza dubbio. 
Inter che con questo punto guadagnato aggancia la Roma al secondo posto a 17, perdendo l'occasione del controsorpasso ai danni della Fiorentina, caduta nel pomeriggio a Napoli. I viola rimangono infatti in testa a 18.
Juventus che invece raccoglie il terzo pareggio del campionato, rimanendo al quattordicesimo posto a nove lunghezze, una di distanza dal trenino di Genoa, Palermo e Milan e (paradossalmente) a +4 sulla zona retrocessione.

90+3' E' FINITA! TRIPLICE FISCHIO DI DOVERI, 0-0 A SAN SIRO. Direttore di gara che non allunga il recupero nonostante la doppia sostituzione che ha portato via praticamente 100 secondi. finisce così la sfida, a reti inviolate ma non senza emozioni ed occasioni.

90+1' - Strano doppio cambio a tempo quasi scaduto per Roberto Mancini. Palacio e Kondogbia rilevano gli ottimi Medel e Jovetic.

90' - Saranno tre di recupero. Ammonito Miranda che stende Pogba fuori area.

88' - Percussione terrificante di Cuadrado che poi non vede lo scarico per Dybala liberissimo e si fa chiudere da Handanovic. Sugli sviluppi del corner Bonucci crossa al centro e Chiellini cerca un'improbabilissima rovesciata con pochi risultati.

86' - Punizione insidiosa, col sinistro di Perisic che si spegne di poco alto.

85' - Sulla destra Brozovic fa una gran giocata, salta Chiellini che non lo tocca e cade: Doveri ci casca e fischia, ammonito il difensore juventino.

84' - Conclusione troppo bassa, barriera piena.

84' - Jovetic e Guarin sul pallone. Ora arriva anche Perisic, ma pare essere il montenegrino l'incaricato.

83' - Possibile occasione per l'Inter: Khedira in ritardo su Icardi ai 22 metri, punizione ghiottissima.

81' - Nove più recupero alla fine ed ancora massimo equilibrio tra le due squadre. Prima frazione che ha visto leggermente più pericolosa l'Inter, al contrario dal 45' in poi (forse grazie alla maggior partecipazione di Pogba) meglio gli ospiti. 

80' - E' a terra Medel: probabilmente solo crampi per il cileno, che si è sdraiato di colpo.

78' - Ecco l'uomo più atteso: Paulo Dybala! Entra a 12 minuti dal termine sostituendo uno stanchissimo Simone Zaza.

77' - Giallo per Brozovic che stende da dietro Pogba. Secondo ammonito dell'Inter.

76' - Giocata estemporanea di Zaza, che dai 25 metri si gira e fa partire il sinistro: in curva.

73' - Batte lo stesso colombiano sul secondo palo: Pogba ci arriva ma non riesce a dare forza di testa: nessun problema per Handanovic.

72' - Pogba è in partita e fa tutto lui: perde palla, la recupera subito e prende il fallo di Medel sulla trequarti. Sul piazzato, il cross di Cuadrado è deviato in corner da Miranda.

70' - Arriva il primo cambio anche per Allegri. Morata non è al 100%, viene rilevato da Mario Mandzukic, rientrante dopo un mese e mezzo out per infortunio.

68' - PALOOOOO! KHEDIRA! OCCASIONE CLAMOROSA! Cuadrado mette sul secondo palo un bel cross, Pogba sponda per Morata che è spalle alla porta e ne ha tre addosso. Bellissimo il suggerimento per il tedesco che tutto solo da dieci metri colpisce in pieno il palo alla destra di Handanovic.

66' - Pressing altissimo dei padroni di casa: Bonucci deve buttare la palla in fallo laterale.

63' - Primo cambio del march, ad opera di Roberto Mancini: entra Guarin che prende il posto di Felipe Melo. Vedremo se sarà conseguente anche il cambio di modulo.

61' - Sugli sviluppi del contropiede juventino Marchisio arriva a tirare dal limite: il rasoterra è tutt'altro che preciso ed esce di metri.

60' - Ancora la spina nel fianco Jovetic: stavolta subisce il fallo tattico di Evra, che lo stende con un braccio e riceve il giallo.

58' - JOVETIC! Prova la conclusione dalla distanza col sinistro, velenosa: Buffon in due tempi. Dall'altra parte tenta di emularlo Pogba (più ispirato dopo l'intervallo) ma Handanovic blocca facilmente il tiro centrale.

55' - Clamoroso errore di Bonucci che regala un contropiede 2vs3 a Jovetic e Icardi. L'argentino è chiuso da Chiellini, poi Pogba recupera palla e si spende in un fantascientifico slalom lungo 35 metri, poi  Cuadrado non riesce a capitalizzare.

52' - Secondo tempo che fino ad ora ha invertito la tendenza del suo predecessore: è la Juventus a gestire il pallone arrivando sul fondo (già 4 i corner in 7 minuti), mentre l'Inter attende dietro la palla per ripartire.

50' - Altro splendido triangolo sull'asse Cuadrado-Morata: l'ex-Fiorentina arriva al cross, sulla respinta di Brozovic Marchisio sbaglia il destro dal limite, altissimo.

47' - CUADRADO!  Subito occasione per la Juventus! Murillo perde uno sciocco pallone in uscita, Zaza appoggia a Morata che allarfa a Cuadrado. Il colombiano prova a metterla sotto le gambe di Handanovic, che riesce a deviare in corner. Dopo due angoli consecutivi la pressione si risolve con un tiraccio dalla distanza dello stesso Cuadrado.

46' - Si riparte! In campo tutti gli stessi  ventidue della prima frazione.

21.46 - Rientrano in campo i panchinari, tra pochissimo si riparte. Aggiornamento su Buffon: sarà in campo, totalmente smaltita la botta al polpaccio destro.

21.43 -  Tuttavia, l'Inter è sembrata la compagine più in grado di portare pericoli alla porta avversaria. Cosa può fare Allegri per provare a dare più acume al suo attacco? L'inserimento di Dybala potrebbe essere efficace grazie alla sua rapidità o soffrire la fisicità della difesa interista?

21.42 - Le statistiche parlano di una prima frazione in perfetto equilibrio: 4 tiri a 5, uno in porta per parte. 50/50 la percentuale del possesso palla in parità come il conteggio dei corner.

21.38 - Primo tempo intensissimo, con molti contatti e ben 4 cartellini. Nonostante questo sono stati 45 minuti piacevoli, con le due squadre molto propositive. Meglio l'Inter che dal ventesimo in poi ha preso in mano il pallino del gioco, ma molto bene anche la retroguardia juventina, che dietro la trequarti ha agito con reattività, costringendo Buffon al miracolo solo una volta.

45' - Senza recupero, l'arbitro manda tutti negli spogliatoi. Ancora 0-0 alla fine del primo tempo.

43' - Valeri fa giocare ancora: prima su Morata steso al limite, poi sul conseguente lancio per Icardi, che va giù nel duello con Barzagli. Entrambi le valutazioni sembrano corrette.

42' - Juventus che lascia l'iniziativa all'Inter ma riesce a difendere bene la porta di Buffon. Il numero uno della nazionale è stato decisivo però sulla grande conclusione di Brozovic.

40' - Anche Valeri sembra perdere colpi: Evra recupera palla sulla trequarti avversaria, Medel lo alcia in scivolata ma non arriva nessun fischio.

38' - Apertura totalmente sballata di Pogba: non era difficile, beccato dai tifosi di casa.

37'  - Melo ferma Khedira lanciato in contropiede, Valeri non fischia e il brasiliano lo applaude. Poco dopo lo stesso centrocampista prova a lanciare Icardi dietro la difesa, di poco lungo.

36' - Juventus che sembra affannata da una decina di minuti, prova a sfruttare la situazione l'Inter.

34' - Punizione tesa in area dalla trequarti di Jovetic: per poco non riesce a toccare Icardi in allungo.

30' - Reazione della Juventus: Evra triangola con Pogba e conquista un corner, poi non sfruttato. Nel frattempo qualche problema per Buffon, che zoppica e si è fatto medicare velocemente dalla panchina.

29' - BROZOVIIIIC! COSA PROVA!  Corner battuto corto, il croato prova il destro a giro addirittura dal limite corto dell'area: ne esce un tiro cross che Buffon riesce a spingere sulla traversa. Clamorosa occasione per l'Inter che continua a spingere!

28' - Continua a spingere la squadra di casa: tre cross pericolosi in pochi minuti. Sugli sviluppi Barzagli chiude in corner Brozovic.

26'  - Sta prendendo fiducia l'Inter, con Murillo che imbecca Jovetic in area, tempestiva la chiusura in corner di Chiellini!

25' - Chiedono un fallo di mano i nerazzurri! Brozovic scherza Cuadrado sulla sinistra e mette in mezzo dal fondo: Perisic gira di testa ma alle sue spalle devia col braccio Bonucci. Il tocco è ravvicinato e vicino al corpo, giusta la decisione di lasciar correre.

23' - L'impressione di questa prima metà di tempo è chiara: Inter schierata con un 4-3-3 con Brozovic e Melo ai due lati di Medel.

21' - Gran velo di Perisic a centrocampo, sul quale arriva Jovetic che allarga proprio per il croato: il cross dal fondo è sballato.

19' - Evra sbaglia uno stop banale sulla sinistra: c'era Pogba pronto alla chiusura del triangolo in area.

15' - Gamba tesa a centrocampo di Zaza in scontro aereo su Melo, che accentua molto la caduta. Fallo comunque netto, cartellino giallo anche per l'attaccante juventino. E' il terzo nelle fila di Allegri nel primo quarto d'ora.

14' - Partita che, quando si riesce a giocare, è piacevole e su ritmi molto divertenti: si va molto rapidamente da una parte all'altra.

12' - Ci prova ancora Jovetic che va in porta: largo alla destra di Buffon, che comunque era sulla traiettoria.

11' - Prima frazione molto spezzettata: altra punizione! Stavolta è Khedira a trattenere da dietro Jovetic ai 35 metri da Buffon. Altro giallo, il terzo in undici minuti!

9' - Punizione pericolosa dalla trequarti: Cuadrado ha steso da dietro Jovetic. Batte proprio il montenegrino, morbido al centro. Senza problemi blocca Buffon.

8' - Lancio di 60 metri sulla sinistra di Chiellini per Zaza: l'ex Sassuolo da posizione defilata prova il sinistro che finisce alle stelle.

7' - Giallo anche per Felipe Melo! Non transige Valeri: ammonito il brasiliano dopo un pestone a centrocampo su Cuadrado.

6' - Ammonito Marchisio! Icardi prova a ripartire velocemente al centro, il numero 8 bianconero lo trattiene e si prende l'inevitabile cartellino.

5' - Sugli sviluppi del corner a terra Bonucci dopo una sbracciata (sembra involontaria) di Jovetic. Si rialza il centrale azzurro.

4' - Cuadradooooo! Allarga Morata sulla destra per il colombiano che punta la porta e calcia sul primo palo: pronto Handanovic, corner!

3' - Primo angolo da destra per l'Inter: il cross attraversa tutta l'area senza tocchi.

1' Partitii!!!! E' iniziata Inter-Juventus! Primo pallone per la Juventus, subito perso!

20.47  - Intanto i supporters interisti passano alla seconda parte della coreografia: chiaro riferimento al triplete di Mourinho. Riusciranno i bianconeri a rispondere sul campo? Sta per partire il centosessantacinquestimo derby d'Italia!

20.45 - Eccoli! Dopo l'inno della serie A, la O' Generosa di Allevi, strette di mano e scambio di gagliardetti. Arbitro sarà Paolo Valeri.

20.43 - Tutto pronto a San Siro: mancano solo i 22 in campo e la cinquina arbitrale.

20.39 - L'altra, dalla parte degli ospiti, sarà la posizione di Cuadrado. Vero e proprio esterno nel centrocampo a 5 o ala d'attacco? In quest'ultimo caso sarebbe Evra a doversi abbassare in fase di possesso, con Barzagli che scalerebbe sull'out di destra per lasciare spazio per affondare al colombiano.

20.37 - Ci saranno due chiavi di volta tattiche: la prima è Brozovic, inserito all'ultimo momento da Mancini. Trequartista o esterno nel 4-2-3-1? O interno di centrocampo insieme a Melo nel 4-3-3? O ancora un possibile 4-3-1-2 con Perisic trequartista?

20.33 - Lo stadio è in fibrillazione: ecco il piccato sfottò della curva interista, che ricorda la finale di Champions persa dagli avversari lo scorso maggio (1-3 contro il Barcellona).

20.31 - La Juventus si è trovata in svantaggio per cinque volte in questo inizio di campionato, riuscendo a recuperare solo due partite (una vittoria ed un pareggio). In tutto lo scorso campionato i bianconeri rincorsero solo nove volte.

20.30 - Qualche piccola curiosità: la Juventus non perde contro l'Inter da cinque partite (tre vittorie, due pareggi). L'ultima sconfitta esterna risale addirittura all'Aprile 2010. La bestia nera della squadra di Allegri è però Mauro Icardi, che ha segnato sei gol da gennaio 2013 ad oggi. Nessuno meglio di lui contro i bianconeri.

20.26 - Solo venti minuti al via! I giocatori si stanno ancora scaldando.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Cuadrado, Pogba, Marchisio, Khedira, Evra; Morata, Zaza. All. Allegri

20.18 - Stupisce anche Allegri: fuori Dybala! Al suo posto inizierà Zaza, confermati gli altri 10 ipotizzati alla vigilia.

 

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Santon, Murillo, Miranda, Juan Jesus; Medel, Felipe Melo; Jovetic, Brozovic, Perisic; Icardi. All. Mancini

20.16 - Mancini lascia fuori il suo scudiero Guarin! Dentro a sopresa Brozovic che potrebbe addirittura posizionarsi sulla trequarti con Jovetic e Perisic! Dietro Juan Jesus vince il ballottaggio con Telles.

20.15 - Sono arrivate le formazioni ufficiali! Novità clamorose da entrambi gli allenatori. Iniziamo dai padroni di casa.

20.10  - In campo anche l'Inter, come immaginate reazione ben diversa da parte del pubblico!

20.07 - Le due squadre scendono in campo per il riscaldamento. Juventus sommersa di fischi! Atmosfera caldissima e sold-out al Meazza questa sera!

20.04 - Buonasera a tutti! Eccoci in diretta! Allo stadio San Siro sono già arrivate le squadre... tra 40 minuti si scende in campo!!

Ciao a tutti e benvenuti ad una nuova diretta scritta su VAVEL Italia! Io sono Stefano Fontana, e vi accompagnerò nel cammino verso il big match di questa sera: Inter-Juventus! Andiamo a vedere come arriveranno allo scontro di San Siro le due compagini.

Il momento delle due squadre

L'Inter nonostante i dubbi sulla campagna acquisti estiva (sono arrivati giocatori di livello indubbio, ma la rivoluzione è stata di portata notevole) ha iniziato questo campionato con l'acceleratore premuto, vincendo tutti i primi cinque incontri (e subendo solo un gol). Un calo è però arrivato nelle ultime due partite prima della sosta: il disastro casalingo (1-4) contro la Fiorentina e lo scialbo pareggio i Genova contro la Samp (1-1). Chissà che la pausa delle nazionali non abbia fatto ricaricare le pile ai nerazzurri, che puntano al sorpasso sulla Roma seconda (con una partita in più) e, sperando in un risultato favorevole da Napoli, proprio sulla Fiorentina in testa.

Juventus che invece si trova ad affrontare la situazione opposta: è il peggior inizio dalla stagione 1980/81. Piccolo precedente che però può aiutare: quell'anno arrivò il titolo. Fatto sta che i bianconeri hanno faticato non poco in campionato, perdendo a Napoli ed a Roma (entrambi 2-1) ma anche in casa contro l'Udinese (0-1); oltre ai clamorosi pareggi casalinghi contro Frosinone e Chievo (1-1). Le uniche due vittorie sono arrivate in trasferta con il Genoa (0-2) e allo Stadium nell'ultimo match prima della sosta (3-1 al Bologna). L'obiettivo è ovviamente incamerare punti utili a risalire la classifica, che vede Allegri e i suoi relegati al dodicesimo posto. Gli eventuali 3 punti stasera garantirebbero di lasciarsi dietro il Milan e, in caso di risultati utili questo pomeriggio, di agganciarsi al treno di Atalanta e Sampdoria.

Le ultime dai campi

Mancini, costretto a fare a meno del lungodegente Vidic e di Ljajic, sembra avere le idee ben chiare nel suo 4-3-2-1. I soli dubbi riguardano la fascia sinistra: in difesa ballottaggio Juan Jesus-Telles, con il primo che dovrebbe essere in vantaggio sul secondo per avere più copertura su Cuadrado; Medel-Kondogbia invece il dubbio nel mezzo con il cileno pronto a tornare a centrocampo dopo l'esperienza in difesa per rompere le trame bianconere e recuperare quanti più palloni possibili. Così davanti ad Handanovic dovremmo trovare Santon, Murillo, Miranda e Telles; Guarin e Felipe Melo completano col Pitbull Medel il centrocampo; Jovetic e Perisic accompagnano Icardi (cinque gol nelle ultime sei contro la Juve) davanti.

Allegri per la prima volta dall'inizio della stagione ha a disposizione per la trasferta di Milano il centrocampo al completo. Gli unici non convocati per la partita sono Lichtsteiner, che ha incominciato a lavorare a Vinovo dopo l'intervento per eliminare l'aritmia e Caceres, indisponibile per una settimana dopo uno scontro con Cuadrado in nazionale. Ritorna in panchina Mandzukic, recuperato miracolosamente ma non ancora al 100%. Per il tecnico ex-Milan ritorno alla difesa a 3 con il 3-5-2 (possbile diventi un 4-3-3 in fase di possesso). Spazio a Buffon in porta, solito blocco italiano Barzagli-Bonucci-Chiellini in difesa; sulla fascia sinistra ancora una volta Evra preferito ad Alex Sandro, sulla destra agirà invece Cuadrado, al top della forma. In mezzo spazio al rientrante Marchisio, in cabina di regia, con Khedira e Pogba al suo fianco. La coppia d'attacco sarà formata da Dybala e Morata, che dopo lo spavento iniziale in nazionale è riuscito a rentrare a tempo record.

Le probabili formazioni

Inter (4-3-2-1): Handanovic; Santon, Murillo, Miranda, Telles; Medel, Melo, Guarin; Jovetic, Perisic; Icardi. All. Mancini

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Cuadrado, Pogba, Marchisio, Khedira, Evra; Morata, Dybala. All. Allegri

Le parole della vigilia

Roberto Mancini"Dice che siamo i favoriti per lo scudetto perché avanti in classifica? Allora la favorita è la Fiorentina. E presto le tre squadre più attrezzate, Juve, Napoli e Roma, verranno fuori. Certo che noi vogliamo rimanere in alto sino alla fine. La gara di domani non può essere decisiva, ma una vittoria potrebbe darci grande entusiasmo. Una partita comunque importante nel nostro processo di maturazione, per capire se potremo restare al vertice sino in fondo. Dovremo avere l'approccio giusto, se no la Juve non perdona. Ma non sarà un campionato in cui una squadra farà un filotto di gare senza sconfitte. Perdendo la Juve non andrebbe solo a -11 da noi ma a -7 o 8 da avversarie attrezzate per vincere. Anche se avrebbe tutto per non mollare e contro di loro rimane sempre una sfida speciale. Speriamo che stavolta cambi il risultato rispetto agli ultimi anni. Da tecnico dell'Inter ho battuto la Juve solo una volta? Mi va bene non batterla neanche stavolta se poi vinciamo lo scudetto...". 

"Kondogbia può far bene anche senza 4-2-3-1, modulo cui penserò quando avrò gli uomini a posto e a disposizione per un paio di settimane di seguito. Non possiamo fare la partita su Cuadrado, che pure ha grande qualità e in velocità non lo si tiene facilmente. Ho ancora un paio di dubbi, devo valutare la condizione di alcuni uomini, tra cui Medel. Kondogbia comunque non è un problema, è giovane e in queste prime uscite ha fatto bene. Vogliamo tornare ad essere quelli delle prime partite, aver ritrovato alcuni uomini può aiutarci. Jovetic sta bene, ha fatto un po' di allenamenti ed è disponibile. Kovacic dice che io e lui non avevamo rapporto? In effetti non siamo mai usciti a cena o al cinema. E ripeto che con le sue qualità può fare molto di più. La polemica di Manaj con De Biasi? Credo si sia scusato, giustamente. Pensi al campo, diventerà un grande attaccante". Quando gli chiedono quali sono i giocatori della Juve che ammira di più, Mancio risponde: "Morata e Dybala sono due buoni giovani, Cuadrado ha aggiunto quella velocità di cui avevano bisogno e poi c'è Pogba, che in questo momento forse è tra i migliori al mondo."

"Purtroppo facciamo ancora qualche errore dietro, vedi gara con la Fiorentina. Ma siamo cresciuti e se saremo tosti e concentrati come nelle prime uscite faremo un ottimo match. Mi andrebbe benissimo vincere 1-0 anche giocando male. Thohir per fortuna non mi ha chiesto un regalo".

Massimiliano Allegri"È una partita dentro/fuori? Assolutamente no. Bisogna essere realisti, domani non si decide lo scudetto, ma è pur sempre il derby d'Italia, una sfida importante. Noi siamo indietro in classifica, ma una vittoria non cambierebbe nulla. Serve continuità di risultati, vogliamo arrivare a marzo in lotta per lo scudetto. Se la sfida contro l'Inter vale di più di quella contro il Borussia Mönchengladbach? Assolutamente no. La Champions mercoledì sarà decisiva per il passaggio turno, obiettivo prioritario della stagione. La formazione non ve la posso dare, al momento non la so nemmeno io. Devo valutare bene la condizione generale, in particolare i nazionali e gli infortunati: tutti hanno lavorato con la squadra ma alcuni non hanno ancora recuperato completamente. Marchisio? Sta bene, credo che domani rientrerà. Pogba ha avuto una distorsione, nulla di che. Gli infortuni problematici sono quelli muscolari. Morata? Vediamo dopo l'allenamento come sta. Mandzukic è convocato, oggi deciderò se farlo giocare in base all'allenamento. Domani per la prima volta avrò più o meno tutti a disposizione. Ma c'è un gap di condizione tra chi ha giocato meno e chi di più. Marchisio e Khedira hanno giocato solo un paio di partite, e siamo al 20 ottobre".

"Per Roma e Inter la Juve è la favorita per lo scudetto? Chiedete a loro. Garcia fa il contrario dell'anno scorso, quando disse che avrebbe vinto il campionato dopo la sconfitta contro di noi. Mancini cerca di togliere pressione all'Inter. La classifica dice che i favoriti sono i nerazzurri, la Roma è la seconda favorita, il Napoli terzo, noi quarti, anzi prima di noi c'è il Milan. La Fiorentina? È candidata a lottare per il vertice ma a mio giudizio non per la vittoria finale. Dell'Inter non temo nessuno, ma ho grande rispetto. È un'ottima squadra, allestita per vincere il campionato".

"Abbiamo preso troppi gol al primo tiro subìto. Non ho terzini destri quindi devo puntare su un sistema di gioco diverso. Se il gruppo tornerà compatto anche a livello di condizione entro Natale? I risultati vanno fatti anche prima di Natale, la condizione si troverà giocando e allenandosi con la squadra. Bisogna esser bravi a far coincidere il tempo con i risultati, il gioco, e la crescita di squadra. Avere tutti a disposizione mi aiuterà nelle scelte, nel creare concorrenza, e far rifiatare chi ha giocato di più. È impensabile far fiocare gli stessi 11 ogni tre giorni, per il prossimo mese".

I precedenti

E' il centosessantacinquesimo derby d'Italia in Serie A. L'Inter si è aggiudicata lo scontro 45 volte. 78 i trionfi juventini, 41 i pareggi. La Juventus non perde da 5 partite contro i nerazzurri, e addirittura a San Siro dall'Aprile 2010 (3 vittorie, 2 pareggi). Nelle ultime sei sfide entrambe le squadre hanno sempre segnato. L'ultima in Serie A è terminata 1-2 a Milano (16/05/2015), col gol di Icardi rimontato dal rigore di Marchisio e da Morata a sette minuti dallo scadere.

Share on Facebook