Inter, sprint per Eder. Si muove il mercato, innesti anche in altri reparti?

Ranocchia alla Samp, Guarin in Cina, Mancini chiede l'attaccante. In mediana, calda la pista Soriano, più incertezza nel settore arretrato.

Inter, sprint per Eder. Si muove il mercato, innesti anche in altri reparti?
Inter, sprint per Eder. Si muove il mercato, innesti anche in altri reparti?

La dipartita di Fredy Guarin - operazione in via di definizione con lo Shanghai Shenhua (all'Inter 11 milioni + 1,5 di bonus) - apre scenari interessanti per l'ultima settimana di mercato. Il grido d'allarme di Mancini - apatia offensiva certificata dal pari interno col Carpi - coglie nel segno e gli uomini di Thohir si avventano su Eder, da tempo pallino del tecnico. L'attaccante respinge - al momento - la chiamata inglese - ricca offerta del Leicester - e attende l'Inter. Sul piatto 11 milioni più 2 di bonus, in sostanza il club nerazzurro propone alla Samp quanto percepito dalla partenza di Guarin. Per il calciatore, contratto al 2020 di 1,5 milioni (cifra destinata a crescere nel corso degli anni). 

Eder è perfetto per l'idea di gioco del Mancio, può agire indistintamente da esterno nel 4-2-3-1 che alberga nella mente del tecnico, o nel 4-3-3, così come da seconda punta, al fianco di Icardi, qualora all'Inter prevalga il rombo in mezzo, con un trequartista a sostegno del duo d'attacco. Giocatore universale, in grado di collegare i reparti, soccorrere la mediana in fase di ripiegamento, senza per questo annullare l'apporto in zona gol. Viva - ma distante - l'alternativa Lavezzi. Il Psg chiede una manciata di milioni per concedere il via libera al Pocho, ma l'ingaggio è da top player. 

Sempre in Liguria, a casa Ferrero, altra operazione in divenire. L'Inter studia il doppio colpo alla corte blucerchiata, ma associare Soriano a Eder non è cosa semplice. All'Inter manca un tassello a centrocampo, un uomo in grado di snellire la manovra. Difficile però raggiungere registi di qualità nella finestra invernale, ecco allora la virata su giocatori di differente profilo, dinamici, portati all'inserimento. Soriano è sul taccuino da tempo, ma i nerazzurri non hanno soldi freschi da offrire, si lavora quindi su un prestito oneroso, con riscatto a seguire. Può la Sampdoria, a queste condizioni, privarsi di un uomo di questo peso?

In uscita, tutto fatto per Ranocchia. Prestito secco, mesi utili al difensore per ritrovare continuità anche in ottica Nazionale. Montella chiede a Ranocchia di sistemare un pacchetto in difficoltà, Ranocchia chiede alla Samp la giusta vetrina per convincere Conte. L'addio - momentaneo - non implica un innesto. L'Inter segue Rolando - fattibile solo in prestito con diritto di riscatto - e De Maio, contatti con il Genoa per Gnoukouri, possibile quindi una trattativa parallela. Manaj vicino al Frosinone. 

FC Internazionale Milano