Il Verona usa la testa: fermato sul 3-3 l'Inter al Bentegodi, le voci del post-partita

"Usa la testa" diceva Filottete ad Hercules in un famoso film animato della Disney del 1997. I giocatore dell'Hellas devono averlo visto prima della partita contro l'Inter e preso alla lettera i consigli (così come l'eroe greco), realizzando tutti e 3 i gol, per l'appunto, di testa.

Il Verona usa la testa: fermato sul 3-3 l'Inter al Bentegodi, le voci del post-partita
Gol di Ionita su calcio d'angolo per il momentaneo 3-1 dell'Hellas

Partita incredibile tra Verona e Inter: il lunch match del Bentegodi finisce 3-3, un pari che non serve a nessuna delle due squadre: gli scaligeri restano all’ultimo posto in classifica a -9 dalla Sampdoria, mentre la squadra di Mancini non riesce a sorpassare la Fiorentina. I  nerazzurri erano passati in vantaggio con Murillo all'8', ma sono stati raggiunti da Helander al 12' e superati da Eros Pisano al 16'. Ionita ha firmato il 3-1 al 12' st, ma l'Inter ha reagito e con Icardi ha accorciato le distanze al 16', quindi ha pareggiato con Brozovic al 33'

MANCINI- "Abbiamo subito tre gol su calci piazzati. L'inizio è stato ottimo, ma chiaramente dopo il gol subito la partita si fa difficile. Abbiamo regito bene e su una palla persa è venuto fuori il 3-1. Sono state totali disattenzioni su tre calci piazzati". Questa l'analisi di Roberto Mancini dopo il pareggio del Bentegodi contro l'Hellas. No comment sull'arbitraggio di Giacomelli: "Non ho niente da dire - la replica del tecnico a Mediaset Premium -. Se andrò al raduno? Parliamo della partita se dobbiamo parlarne".

Tanti errori da parte dei nerazzurri: "Nel terzo gol abbiamo Brozovic che non salta, Jesus che non vede l'avversario arrivare, abbiamo dormito. Fortunatamente siamo riusciti a rimetterla in piedi, abbiamo avuto anche le occasioni per vincere ma non ci siamo riusciti. Sono deluso perché non si possono prendere tre gol così". Infine sul cambio modulo e gli errori di Melo: "Nel primo tempo abbiamo chiuso il Verona nella sua metà campo, abbamo segnato e creato occasioni anche con Palacio che è andato vicinissimo al gol. Dopo le reti subite loro ci hanno messo sotto. Nel secondo tempo ho tolto Melo perché era già ammonito e rischiavamo di rimanere in dieci. Ho inserito due esterni e siamo andati bene con entrambi i moduli. Melo può fare di più".
 

 “Sono stati due punti buttati, purtroppo abbiamo concesso tre gol su tre calci piazzati e alla fine ci è andata anche di lusso perché potevamo prendere anche il quarto in contropiede. Abbiamo subito un gol simile anche contro il Milan, dobbiamo cercare di migliorare queste cose che fino ad un certo punto della stagione non abbiamo fatto. Non abbiamo giocato senza grinta, non esistono squadre che giochino senza grinta. Abbiamo subito tre calci piazzati, non abbiamo fatto attenzione, ma fino al 95° eravamo grintosi. Ce la giocheremo fino in fondo, abbiamo perso dei punti, ma magari riusciremo ad infilare un fiotto di vittorie. Melo? L’ho tolto perché era rischioso tenerlo in campo, non perché abbia fatto cose scandalose. Felipe ha commesso un fallo e io continuo a pensare che se avesse continuato avrebbe finito la gara anzitempo. Sui calci piazzati ci prenderemo molto tempo per lavorare perché abbiamo concesso troppo. Icardi? Sta facendo il suo lavoro, tutti hanno giocato bene, ma il risultato condiziona l’opinione di tutti”.

DELNERI- “Non abbiamo vinto ultimamente, ma da 5 domeniche siamo imbattuti. Oggi con un po’ più di fortuna poteva andare meglio, loro hanno preso un palo e hanno segnato e noi no. Possiamo giocarcela con tutti, questo è quello che ha dimostrato la gara di oggi. Salvezza? Mai dire mai, nel calcio ne ho viste di tutti i colori e noi dobbiamo solamente crederci e poi tireremo le somme. Felipe Melo? Ci siamo salutati e ci siamo fatti i complimenti perché era tempo che non ci vedevamo". 

MURILLO- "Sono arrabbiato per aver preso tre gol, dovremo lavorarci moltissimo in settimana. Sono contento per il gol e per il punto preso, anche se abbiamo rischiato di perdere e questo non è accettabile. Per come si era messa, va bene così. Non deve più accadere. Stiamo prendendo troppi gol, dobbiamo analizzare bene tutti i movimenti dei giocatori per non commettere altri errori". 

PALACIO- "Ho sbagliato un gol ad inizio partita che dovevo assolutamente fare, avrebbe dato tranquillità alla squadra. Alla fine il pareggio va bene, ce la siamo vista brutta sotto 3-1. Ho protestato con l'arbitro perché il terzo gol del Verona nasce da un fallo non fischiato ad Icardi, mentre su di me Fares ha fatto un fallo da cartellino rosso. Ma non ci fischiano mai nulla. Adesso dobbiamo uscirne tutti insieme, io cerco di fare al meglio il mio lavoro ma ne usciremo. Potevamo superare la Fiorentina, ora dovremo andare a Firenze per vincere". 

ICARDI- “Ci siamo messi in difficoltà da soli, abbiamo preso gol su calci piazzati ma dovevamo fare meglio noi. Ci siamo puniti da soli. Adesso prendiamo gol e poi dobbiamo rimediare, abbiamo sì creato, ma dobbiamo migliorare in attacco e in difesa. Fiorentina? Non abbiamo perso sicurezza, ma dobbiamo lavorare questa settimana duramente per poi fare bene domenica sera”.
 

"Era una partita difficile, dovevamo vincere. Abbiamo creato tante occasioni, ma non siamo riusciti a segnare. Siamo dispiaciuti, era una grande occasione e ce la siamo lasciata sfuggire". 

JUAN JESUS- "Non siamo tranquilli né contenti per quello che abbiamo fatto, non dovevamo perdere punti e invece è successo. Abbiamo sbagliato l'approccio, loro erano molto alti e noi non ci siamo concentrati; loro ci hanno punito, ci servirà da lezione. Dovremo lavorare bene, ci prepareremo per giocare una grande gara"

PISANO- "E’ importate perché è un pareggio contro l’Inter, c’è rammarico ma è stata una bella partita. Siamo stati poco lucidi davanti e le big ti puniscono, ma noi ci siamo e vogliamo combattere fino alla fine. Non possiamo più sbagliare, ma abbiamo grande voglia ed entusiasmo e i risultati arriveranno".

FC Internazionale Milano